governo provinciale pagina 12

Approvato ordine del giorno di Alessio Manica che impegna la Giunta ad attivare un tavolo sul tema del cambiamento organizzativo della PA

Approvato nel pomeriggio un ordine del giorno, a firma del consigliere Alessio Manica, a nome del Gruppo del Partito Democratico, che impegna la Giunta ad attivare, con il coinvolgimento dei principali stakeholder, un tavolo sul tema del cambiamento organizzativo interno alla Pubblica Amministrazione.
Trento, 13 dicembre 2019

continua...


Bilancio provinciale 2020 - 2022. le nostre proposte

La manovra di bilancio presentata da Fugatti e dalla Lega ha il respiro molto corto e non affronta il nodo del calo della crescita e delle risorse nei prossimi anni. “Finchè la barca va, lasciala andare”, sembra dire la Giunta, ma la barca si è quasi arenata. Per il 2022 la Giunta prevede una crescita del PIL uguale alla media italiana, un dato che per noi è del tutto insufficiente.
Trento, 13 dicembre 2019

continua...


Tonini chiama il Patt: ''E' un interlocutore strategico e li rispettiamo. Si può discutere sulle scelte politiche ma amicizia e valori ci accomunano''

L'ex parlamentare: "Le nostre discussioni interne perché siamo liberi. La Lega? Un partito militare, Salvini indossa la divisa come Fidel Castro, come i dittatori". E sulle sardine: "Una piazza riformista, fanno bene alla salute, ma soprattutto c'è ancora speranza e spazio per i valori".
"Il Dolomiti", 9 dicembre 2019

continua...


«Irpef e ticket: la giunta favorisce i ricchi»

Si apre la settimana della manovra finanziaria e le opposizioni affilano le armi. C'è chi, come il Movimento 5 Stelle, punta sulla tattica delle migliaia di emendamenti per cercare di portare a casa qualche risultato e chi, come Pd, Patt e Futura cerca di concentrare i propri sforzi su obiettivi mirati.
"Trentino", 9 dicembre 2019

continua...


Tonini: «Governo ombra per migliorare la manovra»

 Governo ombra. L'intenzione dell'opposizione, oggi si capirà se mantenuta, è quella di approcciare la manovra finanziaria della Provincia in modo diverso da come è stato fatto quest'estate. Tradotto: alla scadenza dei termini, mezzogiorno, non dovrebbero arrivare a Palazzo Trentini pacchi di emendamenti, si parla di qualche centinaio in tutto (a luglio, per l'assestamento della giunta Fugatti, furono quasi 8 mila) ma piuttosto proposte di governo alternativo presentate in forma di ordine del giorno.
"Trentino", 6 dicembre 2019

continua...


Pochi medici? Non è colpa del numero chiuso

Fermo restando che non è necessario formare nuovi medici ma nuovi specialisti, far nascere a Trento una succursale di un altro Ateneo rappresenterebbe l’ennesimo scivolamento verso il Veneto del Presidente Fugatti che, evidentemente, non incarna quello spirito trentino che vede la nostra Autonomia come strumento per essere protagonisti, e non spettatori, in un piccolo territorio che vuole porsi come laboratorio di sviluppo.
Alessandro Giovannini, 26 novembre 2019

continua...


Se non cresce, il Trentino crolla

Lo dico da avversario politico, sconfitto un anno fa. Il Trentino non può permettersi il fallimento della giunta Fugatti sul decisivo terreno della politica economica e sociale. Tra quattro anni si ritroverebbe davvero più piccolo e più solo. Forse in modo irreparabile.
Giorgio Tonini, 26 novembre 2019

continua...


Zeni interroga: la rappresentanza istituzionale della provincia affidata all’arbitrio di qualcuno

Sperando che si tratti di inesperienza e di leggerezza, va comunque rilevato il ripetersi di un comportamento della Giunta provinciale, nella gestione dei rapporti con enti, organismi ed associazioni che realizzano eventi sul territorio, che crea imbarazzi e confusioni, ma anche privilegi e disparità.
Luca Zeni, 25 novembre 2019

continua...