governo provinciale pagina 1

Provinciali, il centrosinistra si ritrova. Maestri: ''Porte aperte al Patt. Siamo territoriali, condividiamo valori e principi e poi dal 2020 cos'è cambiato?''

La segretaria del Partito Democratico Lucia Maestri ha convocato per l'1 luglio un incontro di coalizione. Su quello che sta accadendo nel Patt spiega: "Giusto che ogni partito faccia il proprio percorso. Mi risulta però veramente un pochino estemporaneo il ragionamento che stiamo venendo in queste settimane. Che cosa abbiamo fatto a Trento? E a Rovereto? Non mi sembrano cambiate le condizioni dal 2020 e nemmeno la capacità di condivisione di sfere programmatiche importanti".
G. Fin, "Il Dolomiti", 23 giugno 2022

continua...


Comunità di valle: la maggioranza costretta a rimangiarsi la chiusura

Volevano abolirle, solo quattro anni fa. Avevano promesso di farlo, con un tratto di penna, appena entrati da vincitori in sala giunta. Poi si sono accorti che le cose erano un po’ più complicate di come le aveva raccontate la loro propaganda. E così hanno preso tempo, tanto tempo: quattro lunghi anni. Con le comunità commissariate e i comuni fermi, in attesa che i decisionisti si decidessero a decidere.
Sara Ferrari, 22 giugno 2022

continua...


Sanità trentina sull'orlo del baratro: assenza di visione e di governance. E' necessario cambiare prospettiva

È sotto gli occhi di tutti lo stato drammatico in cui versa la sanità trentina. La mancanza di personale sta minando la tenuta del sistema e le scelte della Giunta provinciale e dell’Azienda sanitaria rischiano di alimentare il problema, invece di risolverlo o quantomeno gestirlo. Questa mattina le minoranze in consiglio provinciale hanno voluto ribadire in conferenza stampa la loro preoccupazione per la salute dei trentini e per il futuro della nostra sanità e al contempo provare ad avanzare alcune proposte concrete.
Trento, 16 giugno 2022

continua...


Percorsi per la parità di genere, la giunta prosegue con la lotta ideologica, forzando il diritto con raggiri inaccettabili

Mentre il Presidente Fugatti concede interviste ecumeniche, raccontando di una Lega che vorrebbe diventare più responsabile e governativa, contemporaneamente procede silenziosamente, insieme alla fidata assessora Segnana, ad applicare la più bieca ideologia salviniana, utilizzando raggiri volti a superare i limiti che il diritto pone al livore leghista.
Trento, 15 giugno 2022

continua...


Il Pd verso il 2023: ''Il Patt? Involuzione ma dialogo aperto, però non aspettiamo Godot. Alleati a Trento e Rovereto, poi su Riva del Garda serve un ragionamento di coalizione"

La segretaria del Partito democratico, Lucia Maestri, in vista delle elezioni provinciali del 2023: "In Trentino dinamiche diverse rispetto al nazionale, il Movimento 5 stelle non hai mai partecipato attivamente alla costruzione di una coalizione". Ci sono da definire le partite dei consiglieri uscenti Sara Ferrari, Alessandro Olivi e Luca Zeni: "L'assemblea si è espressa: resta il vincolo statutario dei tre mandati ma si deciderà alla composizione delle liste".
L. Andreazza, "Il Dolomiti", 14 giugno 2022

continua...


Concerto Vasco: Fugatti rimuove di nascosto il dirigente che non ha approvato il piano sicurezza

A fronte dello sconcerto pubblico per la rimozione del dirigente della polizia amministrativa che nei mesi e nei giorni scorsi si era rifiutato di concedere l’approvazione al piano sicurezza per il concerto di Vasco, sorpassato in questo dal suo dirigente generale, il presidente della Provincia Maurizio Fugatti si permette di nascondersi dietro un “no comment”, dopo aver lui stesso deliberato la sostituzione.
Trento, 2 giugno 2022

continua...


Manica: "Sulla riforma delle Comunità pieno sostegno ai Sindaci"

Nelle intenzioni dell’Assessore agli enti locali Mattia Gottardi la riforma delle Comunità di Valle doveva essere una delle più importanti di questa legislatura, ma la montagna ha partorito il topolino; e doveva essere una riforma fatta per i Comuni, peccato che proprio i Sindaci siano ora i più critici nei confronti della proposta.
Alessio Manica, 31 maggio 2022

continua...


Olivi: “Bonus bebè, neppure il diritto ferma la propaganda cattiva della Giunta”

In sede di Quarta commissione consiliare, impegnata oggi nella discussione del Disegno di legge n.104, a firma del consigliere Olivi, che prevedeva la rimozione del vincolo dei 10 anni di residenza per la concessione del bonus bebè alle famiglie dei nuovi nati, i membri della maggioranza hanno votato contro seguendo il dettato della Giunta.
Trento, 25 maggio 2022

continua...