ambiente pagina 1

COMUNICATO – GRUPPO PD SI ASTIENE SU DDL 49/XVI: “Energia Idroelettrica in Trentino: un affare economico o un bene comune?”

Pochi minuti fa, il Consiglio provinciale ha approvato – con l’astensione dei consiglieri del Partito Democratico del Trentino – il disegno di legge 49/XVI che disciplinerà le future modalità di affidamento delle grandi derivazioni idroelettriche. Era una legge di portata storica, e la Giunta l’ha trasformata in un salto nel buio, senza una idea chiara di futuro e senza un progetto strategico per un settore che garantisce alla Provincia entrate annue per oltre 200 milioni di euro.
Gruppo Pd del Trentino, 7 ottobre 2020

continua...


Centrali, partita fondamentale

A marzo la terza Commissione permanente del Consiglio provinciale licenziava uno dei disegni di legge più importanti di questa legislatura, avente ad oggetto la definizione delle regole per lo svolgimento delle procedure di affidamento delle grandi concessioni idroelettriche. 
Alessio Manica, 6 ottobre 2020

continua...


La Giunta dimostri di saper gestire i grandi carnivori

L’aggressione di Andalo non va sottovalutata ed è doveroso rivolgere la più sincera vicinanza al giovane assalito. I grandi carnivori sono un elemento di ricchezza di questa terra ma la loro gestione richiede coerenza e fatica, sia per evitare situazioni problematiche sia per aumentare l’accettazione sociale.
Trento, 26 agosto 2020

continua...


Passi Dolomitici, buttati via due anni e ancora nessuna proposta concreta

“Il traffico sui passi dolomitici va regolamentato”, dice Mario Tonina, Assessore all’ambiente della Provincia Autonoma di Trento e Presidente pro tempore della Fondazione Dolomiti Unesco; “non ho mai detto di essere contrario alle limitazioni”, gli fa eco Roberto Failoni, Assessore provinciale al turismo.
Alessio Manica, 2 luglio 2020

continua...


Centrali, meglio la via pubblica

A marzo la terza commissione del Consiglio licenziava il disegno di legge sulle regole per lo svolgimento delle procedure di affidamento delle grandi concessioni idroelettriche.
Alessio Manica, 21 giugno 2020

continua...


Variante al Prg, via libera dell’Aula. Andreatta: «Lascio una città green»

La «maratona» è giunta al termine verso le tre, nella notte tra venerdì e ieri e si è conclusa con l’adozione definitiva della variante al Piano regolatore generale. Dopo una settimana di discussione, il consiglio comunale di Trento ha approvato la delibera con 22 voti favorevoli, 7 astensioni (quelle del centrodestra, di Eugenio Oliva di #inMovimento e Jacopo Zannini de L’altra Trento a sinistra) e 2 contrari (Marco Santini e Paolo Negroni di Onda civica).
E. Ferro, "Corriere del Trentino", 21 giugno 2020

continua...


Sfregio al parco Paneveggio, Alessio Manica interroga la Giunta provinciale

Il conduttore della trasmissione Rai: “Interessi poco lungimiranti i politici e decisori del Trentino non hanno capito la lezione di Vaia. Insorgono le opposizioni, Futura: “Distruggono l’habitat del gallo cedrone”, Manica: “Decisione gravissima, l’urgenza non può essere un escamotage, anche il prossimo ddl Fugatti sarà pieno di norme derogatorie”.
Tiziano Grottolo, "Il Dolomiti", 9 maggio 2020

continua...


Una rivoluzione verde della mobilità e possibile, coniugando virtù personali ed equità sociale. Oggi si può

Per non compiere l’errore di voler tornare da dove siamo partiti dobbiamo continuamente pensare ai problemi che ci assillavano quando abbiamo “lasciato” il mondo che conoscevamo, perché quel mondo non era certo il “paradiso terrestre” sia sotto il profilo della sostenibilità ambientale che delle discriminazioni sociali.
Alessio Zanoni, 8 maggio 2020

continua...