governo provinciale pagina 1

Parla Scalet, il neo-presidente della Commissione dei dodici: «Flat tax, l’impatto sarà notevole. Rischiamo un bagno di sangue»

Dirigente della Provincia fin da 1986, gli ultimi anni passati alla direzione del Dipartimento Affari istituzionali e legislativi — «il sancta sanctorum dell’autonomia», come lo definisce lui — Fabio Scalet è stato eletto alla presidenza della Commissione dei 12 all’unanimità.
D. Baldo, "Corriere del Trentino", 12 luglio 2019

continua...


Tonini: «Manovra provinciale: piccole e grandi cattiverie leghiste, e qualche buona intenzione finanziariamente assai fragile»

Con la manovra di assestamento, la Giunta Fugatti mette in campo, insieme alle solite piccole e grandi cattiverie leghiste, tante buone intenzioni, sia sul sociale che sugli investimenti, ma le fonda su basi finanziarie assai fragili. Così facendo, rischia di aggravare l’incertezza e la precarietà della finanza provinciale, determinate dalla confusione che regna sovrana al Governo e in Parlamento.
Giorgio Tonini, 9 luglio 2019

continua...


Difendiamo la ricerca in Trentino

Il fondo di investimenti italiano Progress Tech Transfer ha deciso di scommettere sulla ricerca e sull'innovazione trentina. Una scelta non scontata e non casuale, ma legata all'esistenza e all'attività di Hit, un soggetto che ha riunito e messo a sistema enti di ricerca e Trentino sviluppo per trasformare il sapere in avanzamento tecnologico e sociale. 
Sara Ferrari, 6 luglio 2019

continua...


Legge taglia-manager, opposizioni all'attacco

«Mi stupisce, e non poco, che si debba fare una legge ad hoc per cambiare degli amministratori scelti dall'amministrazione precedente». A dirlo è l'ex governatore Ugo Rossi, Patt. A che cosa si riferisce? Ad una legge, anzi ad un comma, di una norma che accompagna l'assestamento di bilancio appena approvato dalla giunta provinciale. Un comma che prevede lo spoil system delle nomine e delle designazioni delle società controllate: volenti o nolenti.
G. Tessari, "Trentino", 5 luglio 2019

continua...


Trentino Digitale, il PD attacca la Giunta

Due recenti fatti ci fanno capire come la LEGA del Trentino agisca secondo logiche improvvisate. Il primo caso è quello di Trentino Digitale, e qui siamo davvero alle comiche. Peccato che ci sia da piangere. Continua la lotta di potere ingaggiata da Fugatti e Spinelli, che da mesi in maniera maldestra stanno cercando di azzerare il cda di Trentino Digitale imponendo allo stesso cda di dimettersi. Per quale motivo? Solo uno: la smania di potere e la voglia di lottizzare politicamente la società.
Alessio Manica, 28 giugno 2019

continua...


Il centrosinistra costruisca l'alternativa di governo

Il quadro politico in Italia e in Trentino vede un blocco di destra nettamente maggioritario. Trainato dalla Lega di Salvini, vera e propria macchina da guerra della propaganda moderna, non vive però solo del vuoto ed interminabile fiume di tweet giornaliero, di uscite inadeguate o di trovate molto discutibili.
Alessandro Dal Ri, 11 giugno 2019

continua...


Tonini: "Ma adesso la vera sfida è avere più donne al lavoro"

D'accordo con i sindacati: "La denatalità è sicuramente un problema. Ma non è che con i 100 euro che ti offre Fugatti si può convincere una famiglia a mettere al mondo un bimbo. Quello che occorre è che le donne abbiano un lavoro, occorre perseguire una maggiore occupazione femminile".
"Trentino", 16 giugno 2019

continua...


Zeni: seri interrogativi sulla conclusione della vicenda A22

Il consigliere del Partito Democratico Luca Zeni ha depositato una dettagliata interrogazione sul futuro dell’A22: “la recente conclusione della vicenda pone alcuni quesiti, sia di natura giuridica, sia di valenza politica, ai quali è necessario che la Giunta provinciale fornisca risposte esaustive”.
Trento, 17 giugno 2019

continua...