governo provinciale pagina 45

«A22, il potere strategico al comitato esecutivo»

La riunione di maggioranza, fissata per martedì, e l'assemblea di Autobrennero del 28 aprile, per la nomina del nuovo Cda e del presidente della società, sono gli appuntamenti «chiave», che hanno spinto il governatore Ugo Rossi a cancellare il suo viaggio in Australia, sia per cercare di rimettere in sesto la barca della coalizione e del governo provinciale, che per presidiare le dinamiche interne ai soci di A22, a fronte delle aspettative del Partito democratico, non del tutto coincidenti con l'accordo a due stretto tra lui e il presidente altoatesino Arno Kompatscher.
L. Patruno, "L'Adige", 24 aprile 2016

continua...


«I cittadini delle valli non sono di serie B»

«Dagli abitanti delle nostre montagne arriva una richiesta fondamentale: che non siano considerati cittadini di serie B». Donata Borgonovo Re ricapitola gli spunti e le critiche emerse dall’incontro di giovedì sera a Cavalese, in cui si è discusso di peculiarità e opportunità per i residenti delle montagne, sottolineando «la necessità di mantenere un equilibrio, con il sostegno dell’ente pubblico, fra sviluppo antropico e conservazione del patrimonio naturale».
F. Parola, "Corriere del Trentino", 23 aprile 2016

continua...


Rossi: «Garantirò più collegialità»

È presto per dire che le nubi di tempesta si sono dissolte, ma per lo meno da ieri lasciano intravedere squarci di sereno. Il pre-vertice di maggioranza sembra essersi concluso positivamente. Ugo Rossi ha chiesto di smetterla con i distinguo e la contesa sulla presidenza, ma ha garantito anche più collegialità.
T. Scarpetta, "Corriere del Trentino", 23 aprile 2016

continua...


A22, il confronto si sposta sulle deleghe Il Pd vuole maggiori poteri per Trento

TRENTO Il braccio di ferro tra Rossi e Olivi su Autobrennero pare destinato a cambiare obiettivo: dalla presidenza, alle deleghe. Così facendo, però, si cambierà anche tavolo, perché le deleghe sono attualmente in massima parte nelle mani dell’amministratore delegato, ruolo per il quale Ugo Rossi e Arno Kompatscher hanno deciso di confermare Walter Pardatscher.
T. Scarpetta, "Corriere del Trentino", 23 aprile 2016

continua...


Aperti i lavori del XII DREIER LANDTAG, gli interventi introduttivi dei presidenti e la mozione sui profughi

TRENTO. Gli interventi introduttivi dei presidenti delle assemblee legislative della Provincia autonoma di Trento, della Dieta del Landt Tirolo e della Provincia autonoma di Bolzano, Bruno Dorigatti, Herwig van Staa e Thomas Widmann, seguiti dal saluto dei governatori degli stessi territori, Ugo Rossi, Günther Platter e Arno Kompatscher, hanno aperto nel pomeriggio in Sala Depero, a Trento, la dodicesima seduta congiunta del Dreier Landtag.
Consiglio della Provincia Autonoma di Trento, 21 aprile 2016

continua...


Vertice di coalizione: Pd e Upt dettano l’agenda

«Dobbiamo rispettarci di più al nostro interno, essere capaci di valorizzare le differenze. Il lavoro fatto finora è positivo. Il centrosinistra autonomista è il software giusto per il governo del Trentino». Ugo Rossi, a margine del Dreier Landtag, precisa uno degli argomenti del confronto in due tappe con la maggioranza provinciale cercherà il rilancio.
S. Voltolini, "Corriere del Trentino", 21 aprile 2016

continua...


Presidenza A22, accordo sulla staffetta

La staffetta tra Andrea Girardi per il primo anno e mezzo con Luigi Olivieri per il resto della presidenza dell'A22 è per ora una strada «percorribile», ma a decidere sarà «l'assemblea di Autobrennero». Ugo Rossi, considerato con Alessandro Olivi l'autore del patto per dividere la presidenza dell'A22 in due tra un amministratore del Patt e uno del Pd, ed evitare, tra le altre opzioni messe sul tavolo dai democratici, anche quella dell'azzeramento delle nomine regionali di competenza di Trento.
A. Conte, "L'Adige", 21 aprile 2016

continua...


«Non siamo il cda di un'azienda»

«Se qualcuno si sente leso nella maestà dalla dialettica di coalizione non va bene, perché senza un Pd forte il centrosinistra non regge all'irrompere di altre forze». Alessandro Olivi, vicepresidente della Provincia, replica così al governatore Ugo Rossi che, ieri, aveva rimproverato ai partner di governo di fare «troppi distinguo» e aveva chiesto di portare a termine il programma di coalizione e di spostare al 2018 la discussione sul candidato presidente del centrosinistra autonomista.
"L'Adige", 20 aprile 2016

continua...