governo provinciale pagina 34

Aperti i lavori del XII DREIER LANDTAG, gli interventi introduttivi dei presidenti e la mozione sui profughi

TRENTO. Gli interventi introduttivi dei presidenti delle assemblee legislative della Provincia autonoma di Trento, della Dieta del Landt Tirolo e della Provincia autonoma di Bolzano, Bruno Dorigatti, Herwig van Staa e Thomas Widmann, seguiti dal saluto dei governatori degli stessi territori, Ugo Rossi, Günther Platter e Arno Kompatscher, hanno aperto nel pomeriggio in Sala Depero, a Trento, la dodicesima seduta congiunta del Dreier Landtag.
Consiglio della Provincia Autonoma di Trento, 21 aprile 2016

continua...


Vertice di coalizione: Pd e Upt dettano l’agenda

«Dobbiamo rispettarci di più al nostro interno, essere capaci di valorizzare le differenze. Il lavoro fatto finora è positivo. Il centrosinistra autonomista è il software giusto per il governo del Trentino». Ugo Rossi, a margine del Dreier Landtag, precisa uno degli argomenti del confronto in due tappe con la maggioranza provinciale cercherà il rilancio.
S. Voltolini, "Corriere del Trentino", 21 aprile 2016

continua...


Presidenza A22, accordo sulla staffetta

La staffetta tra Andrea Girardi per il primo anno e mezzo con Luigi Olivieri per il resto della presidenza dell'A22 è per ora una strada «percorribile», ma a decidere sarà «l'assemblea di Autobrennero». Ugo Rossi, considerato con Alessandro Olivi l'autore del patto per dividere la presidenza dell'A22 in due tra un amministratore del Patt e uno del Pd, ed evitare, tra le altre opzioni messe sul tavolo dai democratici, anche quella dell'azzeramento delle nomine regionali di competenza di Trento.
A. Conte, "L'Adige", 21 aprile 2016

continua...


«Non siamo il cda di un'azienda»

«Se qualcuno si sente leso nella maestà dalla dialettica di coalizione non va bene, perché senza un Pd forte il centrosinistra non regge all'irrompere di altre forze». Alessandro Olivi, vicepresidente della Provincia, replica così al governatore Ugo Rossi che, ieri, aveva rimproverato ai partner di governo di fare «troppi distinguo» e aveva chiesto di portare a termine il programma di coalizione e di spostare al 2018 la discussione sul candidato presidente del centrosinistra autonomista.
"L'Adige", 20 aprile 2016

continua...


#Scuola, insegnanti legati agli ambiti. Dal 2018 il sabato libero per tutti

Docenti legati non più solo alle cattedre d’insegnamento, ma ai bacini di ambito territoriale da cui potranno pescare i dirigenti scolastici, guardando ai loro progetti formativi. Orario settimanale improntato sui cinque giorni, per venire incontro alle famiglie, e maggiore autonomia per gli istituti. Infine, in tema di capitale umano, valorizzazione del merito con il fondo da due milioni di euro e la stabilizzazione tramite il concorso da 477 posti (al via il 28 aprile), per il quale sono state nominate le commissioni.
S. Voltolini, "Corriere del Trentino", 19 aprile 2016

continua...


#Autonomia, non fermiamo i passi avanti

Porre fine, con le dimissioni del presidente Ugo Rossi, alla legislatura trentina sarebbe grave. Un delitto grave contro il Trentino e la sua autonomia, per di più con l'aggravante dei futili motivi. Non c'è infatti nessuna seria ragione di dissenso strategico tra i partiti che hanno dato vita, all'indomani della fine della Prima Repubblica, alla coalizione di centrosinistra autonomista.
Giorgio Tonini, "Trentino", 17 aprile 2016

continua...


Zeni: «Profughi, pronti ad aumentare i posti»

TRENTO «Pronti ad intervenire e aumentare, se sarà necessario, i posti. Non sappiamo quanti profughi arriveranno da qui ai prossimi mesi ma dobbiamo essere pronti non solo ad accogliere numeri che, rispetto allo scorso anno, le previsioni danno in aumento ma anche a gestire la difficile situazione della loro uscita». A dirlo l’assessore provinciale Luca Zeni e il riferimento è chiaramente a quanto sta accadendo al Brennero.
L. Pisani, "Corriere del Trentino", 18 aprile 2016

continua...


L'America sbarca al polo Meccatronica

Un altro grande gruppo industriale sceglie il Polo Meccatronica per avviare il proprio centro ricerche e innovazione. È Watts Water Technologies, colosso con quartier generale in America, nel Massachusetts, quotato alla borsa di New York, che in Europa fattura 405 milioni di euro e conta 2.600 dipendenti impiegati in 26 aziende.
Ufficio Stampa Provincia, 16 aprile 2016

continua...