governo provinciale pagina 25

In Trentino c’è voglia di mettersi in proprio: oltre 700 domande, investimenti per 60 milioni

Quand’era partito, con le prime delibere adottate dalla Giunta provinciale nell’aprile 2015, si sperava che il nuovo pacchetto di misure a sostegno della nuova imprenditorialità potesse iniettare nuova linfa in un tessuto produttivo sfaldato da una difficile situazione economica.
Ufficio Stampa Provincia, 26 luglio 2016

continua...


Olivi: «Daldoss, basta definirlo tecnico Rossi lo scelse per allargare il consenso»

«Daldoss è un bravo assessore. Ora, però, per favore si smetta di dire che è un tecnico». Alessandro Olivi non attacca il collega sull’operato in giunta e nemmeno pare prendersela troppo per il suo attivismo politico.
T. Scarpetta, "Corriere del Trentino", 23 luglio 2016

continua...


Ferrari: «Fbk, bene la semplificazione»

Sara Ferrari promuove Francesco Profumo. Il giorno dopo il resoconto delle attività svolte negli ultimi sei mesi dal presidente della Fondazione Bruno Kessler, l’assessora provinciale mette in luce il rispetto degli obiettivi che erano stati fissati per Fbk, valuta positivamente la decisione di investire sul ruolo del centro per le Scienze religiose ed esprime ottimismo per la scelta del nuovo direttore dell’Istituto italo-germanico e sul futuro di Create-Net e Graphicnet.
A. Rossi Tonon, "Corriere del Trentino", 24 luglio 2016

continua...


Gilmozzi: indennità, aumentarle sarebbe inqualificabile

«Premesso che ho parlato con il capogruppo in Provincia Alessio Manica, e mi ha detto che questa ipotesi non è stata discussa dai capigruppo, posso dire che il 100% degli elettori del Pd sarebbe schifato che la riforma costituzionale, per via di un’interpretazione interessata, si traducesse in un aumento delle indennità dei consiglieri regionali.
C. Bert, "Trentino", 25 luglio 2016

continua...


Approvata la rete provinciale dei punti nascita

Oggi la Giunta provinciale, su indicazione dell'assessore alla salute e politiche sociali, Luca Zeni, ha approvato la rete provinciale dei punti nascita, incardinati nelle strutture ospedaliere di Trento, Rovereto, Cles e Cavalese, stabilendo contestualmente la cessazione del punto nascita di Arco a partire dal 1 agosto e confermando la cessazione dell'attività del punto nascita di Tione dal 23 maggio scorso.
Ufficio Stampa Provincia, 22 luglio 2016

continua...


Primo sì alla doppia preferenza di genere nella legge elettorale trentina

La prima Commissione di Mattia Civico riunitasi nella mattina di oggi, ha espresso parere favorevole ad una delibera di Giunta e, ai sensi dell'art. 8 della legge 10/2010, ha espresso il parere in ordine alle nomine e designazioni nel CdA dell'APSP don Ziglio di Levico Terme (si vedano in allegato le proposte).
Ufficio Stampa Consiglio provinciale, 21 luglio 2016

continua...


Preferenze di genere e pregiudizi

Quel che pare sfuggire nel dibattito in corso sull’introduzione della legge sulla doppia preferenza di genere è proprio il “principio” stesso, posto alla base della proposta. Non si tratta di “quote rosa” - non sono infatti previste percentuali a favore delle donne - ma si mira a tutelare il diritto, sancito dalla nostra Costituzione, ad entrambi i generi di accedere alla politica.
Minella Chilà, "Trentino", 19 luglio 2016

continua...


Giustizia civile, procedimenti rapidi. A Rovereto 343 giorni, a Trento 543

Olivieri: «Dati ottimi. Vallagarina, tribunale necessario per il distretto di Appello». Processi che durano in media 543 giorni, contro i 1.007 del dato italiano. Un tasso di «scopertura» del personale amministrativo pari al 30 per cento, rispetto al 19,8% nazionale, che per i magistrati scende a 14,3, comunque superiore alla media del Paese (9,8%). Sono i numeri della giurisdizione civile a Trento secondo la panoramica, tribunale per tribunale, diffusa dal Sole 24 Ore per la giurisdizione civile.
S. Voltolini, "Corriere del Trentino", 19 luglio 2016

continua...