governo provinciale pagina 25

Il governo: «L’impugnativa? Atto dovuto»

 «Stiamo calmi, si tratta solo di una questione tecnica». I 200 milioni di avanzi di Provincia e Comuni non spariranno, assicura il sottosegretario agli Affari regionali Gianclaudio Bressa. «L’impugnativa — spiega — era inevitabile perché la legge provinciale, scritta così, era giuridicamente incompatibile con la normativa nazionale. Si tratta solo di riscriverla».
T. Scarpetta, "Corriere del Trentino", 7 ottobre 2016

continua...


Doppia preferenza il ddl slitta a gennaio

Come ampiamente annunciato, i tre giorni di dibattito in aula sul ddl Maestri-Bezzi sulla doppia preferenza di genere si sono chiusi ieri con un nulla di fatto. Il disegno di legge, così com’è (parità di genere 50-50 nelle liste e due preferenze a disposizione degli elettori, la seconda di genere diverso dalla prima, pena la sua invalidità) non approderà da nessuna parte.
C. Bert, "Corriere del Trentino", 7 ottobre 2016

continua...


Doppia preferenza, mediazione lontana. Maestri: «Io non cederò alla terza preferenza»

Torna da domani in aula (per tre giorni) la legge Bezzi-Maestri sulla doppia preferenza di genere alle elezioni provinciali, che prevede che su due preferenze espresse, la seconda debba essere di genere diverso dalla prima (pena la sua invalidità). Maestri:  «Non ho alcuna intenzione di cedere, né di votare una legge che non preveda la doppia preferenza di genere. Fedele, come sempre, ad un impegno». 
C. Bert, "Trentino", 3 ottobre 2016

continua...


Il centrosinistra si unisce sul «sì» al referendum

Non c’erano i Verdi, che al referendum costituzionale del 4 dicembre sono schierati per il no. E ieri al vertice del centrosinistra autonomista non si sono fatti vedere nemmeno le voci «critiche», come il consigliere provinciale del Patt Walter Kaswalder e il presidente del consiglio provinciale Bruno Dorigatti del Pd (che da tempo ha fatto sapere la sua contrarietà alla riforma Boschi, ma che non farà campagna per il no).
"Trentino", 2 ottobre 2016

continua...


Al via il Fondo destinato alle piccole imprese

Ultimo atto del Governo per l'operatività del Fondo di Solidarietà territoriale trentino, ovvero la cassa integrazione in salsa trentina per le imprese con meno di 15 dipendenti. E’ stato firmato, infatti, dal Ministro Poletti il decreto di nomina dei componenti del Comitato amministratore.
"Trentino", 3 ottobre 2016

continua...


«Irap, così non va. Passiamo alle deduzioni»

«Non ho nessuna intenzione di chiedere di rialzare le tasse alle imprese. Va bene confermare gli oltre 120 milioni di defiscalizzazione, ma la polverizzazione delle misure ha fallito. Tuttalpiù è riuscita a mantenere lo status quo, ma se il Trentino resta fermo, presto o tardi sarà l’intero sistema a crollare». Alessandro Olivi lancia la sua proposta per la manovra di bilancio 2017: passare dalla riduzione più o meno generalizzata dell’aliquota Irap alla deduzione del costo del lavoro.
T. Scarpetta, "Corriere del Trentino", 29 settembre 2016

continua...


Pronto il nuovo regolamento per l'accreditamento dei servizi socio-assistenziali

Avere una società più coesa, responsabile, equa, inclusiva e solidale. Sono questi gli obiettivi del nuovo sistema di qualità dei servizi socio-assistenziali presentato oggi ad oltre 150 soggetti del terzo settore dall'assessore alla salute e politiche sociali Luca Zeni.
Ufficio Stampa Provincia, 27 settembre 2016

continua...


Guardie mediche, Luca Zeni contro le minoranze: "In mancanza di argomenti si cavalcano temi sensibili"

Alle 15 di oggi pomeriggio il Consiglio provinciale, in una seduta straordinaria voluta dalle minoranze, dovrà discutere della mozione per sospendere la delibera che taglia le Guardie mediche sul territorio provinciale. Ne parliamo con Luca Zeni, assessore alla Salute. 
"Il Dolomiti", 27 settembre 2016

continua...