governo provinciale pagina 78

Depositati gli emendamenti al Ddl omofobia

Sono stati depositati ieri gli emendamenti al disegno di legge contro l'omofobia concordati dai capigruppo del centrosinistra autonomista e condivisi da Paolo Zanella e Mattio Civico che hanno proposto il provvedimento legislativo.Non ci sono stravolgimenti sostanziali del testo originario, ma una seria di correzioni che, come sostiene Civico: «Tendono a fare chiarezza su scuola, lavoro, comunicazione e ruolo delle associazioni. "L'Adige", 15 settembre 2014

continua...


Riforma istituzionale, la proposta del PD

Il Partito Democratico ha formulato una proposta di riforma alla Legge provinciale 3/2006 (istitutiva delle comunità di valle), che si prefigge la realizzazione di due obiettivi essenziali.

 1. La valorizzazione dell’ente comunale e al contempo delle comunità di valle, in considerazione delle specificità dei singoli territori, garantendo un effettivo processo di decentramento di funzioni al fine di valorizzare i territori.

2. La razionalizzazione della finanza pubblica, attraverso la promozione di processi virtuosi di fusione tra comuni ed una riorganizzazione del territorio e delle modalità di esercizio delle funzioni amministrative capace di conciliare le peculiarità territoriali con le esigenze di semplificazione dell’amministrazione pubblica.

continua...


Caso Daniza - Pd e Upt duri. Robol: "Non si è stati all'altezza"

"Chiaro che non siamo stati all'altezza, ci voleva più cautela nel gestire la questione fin dall'inizio. Parlare di abbattimento ad agosto è stato un errore. Il danno di immagine e nella sostanza, con l'uccisione di mamma orsa, è stato gravissimo: non doveva accadere". 
L. Patruno, "L'Adige", 13 settembre 2014

continua...


La Salute, in Provincia e nei territori

L’Assemblea Provinciale del Partito Democratico del Trentino ha approvato, qualche settimana fa, le linee fondamentali relative al programma sulla salute provinciale. All’unanimità sono stati approvati tre punti, tra i quali la definizione di una rete ospedaliera trentina “secondo principi di appropriatezza, di sicurezza e di sostenibilità”.
12 agosto 2014 

continua...


Giovani e lavoro, allarmismi esagerati

Olivi: «Un tasso di disoccupazione giovanile al 34% è certamente un dato che fa riflettere, e che tutti dobbiamo impegnarci a fare calare. È bene precisare però che il dato statistico non riguarda il totale dei giovani trentini, che sono circa 54.500, ma solo quelli che lavorano o cercano lavoro, che sono in tutto 15.569, le cosiddette forze attive. Il 34% di questi ultimi è disoccupato, quindi parliamo di 5.299 persone. Sulla popolazione giovanile totale, pertanto, i disoccupati sono il 9,7%». 
"Trentino", 11 luglio 2014

continua...


SARA FERRARI: lavoriamo per contrastare la disoccupazione delle giovani donne

Il dato che emerge dalla lettura delle statistiche sulla occupazione nel primo trimenstre di quest'anno richiede sforzi specifici per contrastare la disoccupazione e quella delle giovani donne in particolare. Il dato più sconcertante è il differenziale tra l'occupazione di giovani uomini e giovani donne. Le motivazioni sono molteplici. C'è purtroppo anche in Trentino una questione culturale e  processi di discriminazione di genere ancora presenti nel mondo economico come in quello sociale. Vi sono purtroppo anche debolezze sul lato della spendibilità sul mercato del lavoro dei percorsi formativi scelti prevalentemente dalle donne.
Sara Ferrari, 11 luglio 2014 

continua...


Salute, una "rivoluzione" territoriale

Si preannuncia come un lavoro complesso e per certi versi del tutto nuovo l'aggiornamento del piano sanitario provinciale anticipato nelle sue linee programmatiche dall'assessora Donata Borgonovo Re. Sempre più medicina territoriale e prevenzione attiva, sempre meno ricoveri negli ospedali, che dovranno essere messi in «rete» per offrire a tutti i cittadini, oltre ai servizi di base irrinunciabili, reparti super specializzati.
G. Cardini, "L'Adige", 9 luglio 2014

continua...


Sgravi Irpef, i 7 milioni in cassa per lanciare la “Garanzia giovani”

Accantonate sul fondo di riserva le risorse risparmiate, ma Olivi già pensa a utilizzi 'strutturali'. "Con la Giunta cercheremo di ragionare assieme su interventi decisivi, evitando inutili dispersioni".
P. Morando, "Trentino", 9 luglio 2014

continua...