governo provinciale pagina 4

Ora la politica deve aprire le orecchie al disagio

Il 4 marzo è iniziata la Terza Repubblica. La Prima Repubblica, costruita su conventio ad excludendum e influenzata dalla «guerra fredda», non ha retto all’azione della Procura di Milano all’inizio degli anni ’90 e ha lasciato il posto alla cosiddetta Seconda Repubblica, nata sulla contrapposizione tra i sostenitori di Silvio Berlusconi e i suoi avversari.
Gabriele Hamel, "Corriere del Trentino", 14 marzo 2018

continua...


Lavoro in Trentino: nel 2017 crescono gli occupati e cala il tasso di disoccupazione

Olivi: "I dati sul mercato dell'occupazione continuano a migliorare. Alla soddisfazione dobbiamo ora unire lo sforzo per migliorare la qualità del lavoro e gli interventi di protezione sociale per i più deboli".
Ufficio Stampa Provincia, 14 marzo 2018

continua...


«Basta con le rivendicazioni localistiche. Bisogna recuperare un senso collettivo»

Luca Zeni rifugge ogni tipo di semplificazione. Nel bailamme di attacchi e accuse incrociate che in questi giorni avvelena il clima nella coalizione di centrosinistra autonomista, l’assessore provinciale alla sanità preferisce allontanare gli slogan per provare ad analizzare il quadro attraverso un ragionamento più articolato.
M. Giovannini, "Corriere del Trentino", 10 marzo 2018

continua...


Reddito di garanzia per 6.000 trentini. Ma poco pubblicizzato. Olivi: «Misure contro la povertà, il M5S impari dal Trentino»

I Cinque Stelle hanno sbancato nel Mezzogiorno, grazie — inutile dirlo — anche al reddito di cittadinanza. La proposta è apparsa subito dirompente, specie in un’area del Paese, in cui la disoccupazione è storicamente altissima e i tassi di occupazione troppo bassi. Un giovane su due, di età compresa tra 15 e 24 anni, ad esempio, sotto Roma non lavora.
D. Roat, "Corriere del Trentino", 9 marzo 2018

continua...


Parte la caccia ai voti persi. Pd e Upt contestano Rossi

La stagione della caccia ai voti dell’Upt è aperta. Gli occhi della politica trentina sono già rivolti alle elezioni provinciali di ottobre e più d’uno ha capito che la differenza la faranno quei voti «evaporati» domenica nelle urne in buona parte a vantaggio della Lega e, in parte, del Pd. Nella dirigenza di Pd e Upt si sta facendo strada l’idea che, per recuperarli, si debba passare da un cambio di leadership.
T. Scarpetta, "Corriere del Trentino", 7 marzo 2018

continua...


Approvata la mozione "Ratifica da parte del Parlamento della Convenzione quadro del Consiglio d'Europa sul valore del patrimonio culturale per la società, adottata a Faro il 27/10/2005"

Il Gruppo del Partito Democratico del Trentino esprime soddisfazione per l’approvazione oggi in Consiglio provinciale della Proposta di mozione n. 646, prima firmataria la Cons.a Maestri, avente ad oggetto la Convenzione quadro del Consiglio d’Europa sul valore dell’eredità culturale per la società adottata a Faro il 27 ottobre 2005.
Trento, 1 febbraio 2018

continua...


Olivi: «Ho detto no per completare il mio lavoro». I sindacati con lui: presenza utile a livello locale

Le ripercussioni sono parecchie. A livello provinciale, ma anche in via Belenzani, ai piani alti di Palazzo Thun: dopo la definizione dello schema delle candidature del centrosinistra autonomista per le prossime Politiche gli sguardi si allungano già dopo la scadenza del 4 marzo. Individuando scenari e ambizioni più o meno possibili.§
M. Giovannini - M. Montanari, "Corriere del Trentino", 28 gennaio 2018

continua...


«Rossi rafforzato? Un’alternativa è possibile»

Roberto Pinter, ex vicepresidente della Provincia ed ex presidente del Pd, sono le ore decisive per la definizione delle candidature. Facendo un primo bilancio appare comunque discutibile l’interpretazione del concetto di rappresentanza.
"Corriere del Trentino", 25 gennaio 2018

continua...