governo provinciale pagina 5

Questo pomeriggio l'atteso vertice di coalizione

 Il rebus non è di facile soluzione e nel centrosinistra autonomista potrebbe saltare il banco. Il tavolo di coalizione odierno, convocato per le 17 in sede Upt, si annuncia particolarmente delicato, con Giuliano Muzio, segretario provinciale del Pd, incaricato di chiudere su due punti dirimenti. Il primo, il perimetro della coalizione con la sigla di un’intesa che impegni i partiti (oltre ai Dem, Patt, Upt, Verdi) a rimanere insieme, a prescindere dal nome prescelto.
N. Chiarini, "Corriere del Trentino", 3 agosto 2018
Leggi il documento approvato dall'Assemblea provinciale PD

continua...


Assestamento di bilancio, via libera dal Consiglio provinciale

Approvazione definitiva nella notte in Consiglio provinciale dell'assestamento di bilancio, del rendiconto 2017 e del Documento di economia e finanza provinciale (DEFP). In particolare l'assestamento mette a disposizione circa 484 milioni di nuove risorse in tre anni - di cui 185 nel 2018 - per rafforzare lo sviluppo, confermando le misure già attivate in Trentino, a sostegno di economia ed imprese; per potenziare e migliorare le politiche di Welfare; per rendere sempre più efficiente la pubblica amministrazione e garantire risorse per investimenti in infrastrutture e servizi per un territorio di qualità.
SCARICA LE SLIDES!

continua...


COMUNICATO STAMPA - Approvati gli ordini del giorno di Alessio Manica e Lucia Maestri

Nel corso della seduta odierna del Consiglio provinciale, nell’ambito della discussione del disegno di legge di assestamento 2018-2020, sono stati approvati dal Consiglio due ordini del giorno presentati dal Gruppo del Partito Democratico del Trentino.
Trento, 26 luglio 2018

continua...


La relazione all’assestamento di bilancio del capogruppo Alessio Manica

Egr. Presidente,
G.li Colleghe e Colleghi,
l’ultima manovra di questa XV Legislatura rappresenta un’occasione importante per guardare a quanto realizzato in questi cinque anni ma anche per pensare al futuro del nostro territorio, a cominciare dalle importanti decisioni che sono contenute nel provvedimento che stiamo discutendo.
Alessio Manica, 25 luglio 2018

continua...


Assestamento di bilancio, la relazione del Presidente: "Un Trentino attento a lavoro, welfare ed equità"

Il futuro del Trentino passa attraverso la qualità della vita e il lavoro. Sono i temi al centro della manovra di assestamento di bilancio, presentata ieri in Consiglio provinciale dal presidente Ugo Rossi. "Votare questa manovra", ha detto il Presidente, "non significa distribuire delle risorse, ma proiettare verso il futuro un'idea specifica di autonomia".
Ufficio Stampa Consiglio Provinciale, 23 luglio 2018

continua...


"Centrosinistra, ora ci vuole uno scossone"

In questi giorni di smarrimento all'interno del centrosinistra, in cui manca ancora il nome del candidato presidente, Roberto Cacciatore, vicepresidente della circoscrizione Oltrefersina e membro dell'Upt, si definisce "preoccupato per il dilagare del populismo, perché anche il Trentino a marzo si è dimostrato indifferente e lontano dalla coalizione che ha governato per diverse legislature".
F. Duca, "Trentino", 14 luglio 2018

continua...


«Giunta a Rossi, leadership al Pd»

Un accordo su lavoro, scuola, sviluppo, fragilità sociali. Alessandro Olivi dà di fatto il via libera alla ricandidatura a presidente di Ugo Rossi e cerca di spostare l’attenzione dalla scelta del candidato a quella del programma. . «A ottobre — dice — i trentini non saranno chiamati a scegliere il candidato più simpatico. Dovranno scegliere tra due diverse idee di società. Quella della crescita, dell’inclusività, dell’Europa, o quella della paura, dell’isolamento e della contrapposizione».
T. Scarpetta, "Corriere del Trentino", 8 luglio 2018

continua...


Incontro Rossi - alleati: prove di dialogo tra Patt e Upt. I dem interessati a un accordo chiaro con Rossi sul programma

L’Upt che si rifonda come soggetto territoriale insieme a Carlo Daldoss. Gli Autonomisti che danno la loro benedizione e prefigurano da subito una futura convergenza verso il partito di raccolta, magari cominciando da un gruppo consiliare comune ad ottobre. Il Pd che, a sua volta, prova a sganciarsi dal naufragio nazionale recuperando in zona cesarini l’idea del partito territoriale.
T. Scarpetta, "Corriere del Trentino", 6 luglio 2018

continua...