Autonomia pagina 1

«Nuovo Statuto, Trento e Bolzano si parlino»

Un anno e mezzo di lavoro, 25 sedute, 17 incontri territoriali, 556 persone intervenute. Attività notevole, ma poca partecipazione pubblica. Lo ammette nella relazione conclusiva la stessa Consulta per lo Statuto che lunedì sera ha approvato con voto unanime la relazione finale.
R. Colletti, "Trentino", 29 marzo 2018

continua...


L'Autonomia come rendita di posizione

I più recenti contributi prodotti da autorevoli analisi dell'esito elettorale, spingono a qualche modesto apporto di riflessione, sia sul piano istituzionale, come su quello più strettamente politico, nel pieno rispetto di un esito che è testimonianza dell'ancora evidente vitalità della democrazia.
Bruno Dorigatti, "Trentino", 15 marzo 2018

continua...


Elezioni Politiche 4 marzo 2018: facciamo crescere l’Autonomia

Il 4 marzo si vota. Con una legge che prevede in Trentino 3 collegi uninominali alla Camera e 3 collegi al Senato.
Il che significa che non sarà un voto astratto, ma che si sceglierà concretamente la persona che rappresenterà il Trentino in Parlamento.
Luca Zeni, 26 febbraio 2018

continua...


MORANDO: «Autonomie forti garanti unità nazionale»

Si sono sfiorati senza incontrarsi, anzi con un piccolo cambiamento d'orario per evitare di sovrapporsi. Se a Trento sud nel pomeriggio c'era il ministro Calenda per Dellai, in centro (all'hotel America) parlava il viceministro all'economia Enrico Morando a favore dei candidati del Pd.
G. Tessari, "Trentino", 1 marzo 2018

continua...


Un errore sminuire la storia

Monsignor Iginio Rogger l'11 novembre del 1991 raccolse la testimonianza di Karl Gruber, il quale confidò che lui e Degasperi si erano resi conto che non sarebbe bastato siglare un grande documento internazionale, per vedere realizzate le cose contenute in esso, concordando che la strada per realizzare i diritti etnici della popolazione tedesca dell'Alto Adige sarebbe stata agevolata dalla compresenza e dalla compartecipazione dei trentini.
Gianclaudio Bressa, "Trentino", 19 dicembre 2017

continua...


Bilancio, autonomia rafforzata

La nostra autonomia speciale esce significativamente rafforzata dal passaggio in Senato della manovra di bilancio in corso di approvazione in parlamento. Al di là degli aspetti finanziari, che pure hanno visto il riconoscimento, alle province autonome di Trento e di Bolzano, sugli arretrati della quota variabile, di 350 milioni di euro annui per i bilanci 2018-2019, il nostro sistema autonomistico ha aggiunto tre frecce importanti all'arco del suo autogoverno.
Giorgio Tonini, 7 dicembre 2017

continua...


«Autonomia, divisi a Roma vuole dire farsi del male»

L'idea che, tutto sommato, forse non è poi così urgente varare il terzo Statuto comincia a farsi strada anche tra qualche padre nobile dell'autonomia. Non perché stia venendo meno la tensione ideale, ma per i tempi poco propizi e, soprattutto, per l'incertezza degli interlocutori romani all'indomani del voto nella prossima primavera. Preoccupazione fondata che, tuttavia, suscita nel presidente del consiglio provinciale Bruno Dorigatti una reazione di segno diverso.
R. Colletti, "Trentino", 23 novembre 2017

continua...


L'Autonomia si nutre di compromissione

Recentemente abbiamo avuto purtroppo riscontro che il percorso partecipativo, che tanto doveva contribuire al lavoro di revisione dello Statuto di Autonomia, è stato un mezzo fallimento. Gli incontri nelle valli sono stati scarsamente partecipati, per non parlare del convegno organizzato a metà settembre: una manciata di persone in tutto, e pensare che l'iniziativa della due-giorni di laboratori era riservata proprio a chi non si è nemmeno affacciato sulla soglia, la tanto corteggiata e attesa “società civile” di cui non s'è vista nemmeno l'ombra”.
Alessio Zanoni, 27 ottobre 2017

continua...