governo provinciale pagina 91

#JOBSACT - OLIVI: "La riforma del lavoro va fatta insieme"

Gli stimoli contenuti nelle riflessioni di Simone Casalini sono a mio avviso più che opportuni sia sul piano del metodo che su quello del merito circa le questioni che riguardano le politiche sul mercato del lavoro. Sono questioni che in radice si giocano su due fronti: i processi in atto (economici e produttivi certamente, ma anche sociali e culturali); e le persone che, in ragione di questi processi, vedono crescere la vulnerabilità loro e delle proprie famiglie nonchè i rischi di disagio se non d’impoverimento.
Alessandro Olivi, "Corriere del Trentino", 7 ottobre 2014 

continua...


Robol e Conzatti: lavoriamo sulle primarie delle idee

ROVERETO Parte alla carica Giulia Robol, segretaria provinciale del Pd: «Basta con queste storie di nomi e toto candidati mettendo dentro anche me e Olivi, un dibattito svilente per la città. Il circolo di Rovereto ha espresso a suo tempo la sua preferenza per Miorandi e con questa andrà al vaglio del tavolo provinciale della coalizione. E su questo la questione è chiusa. Ai cittadini non interessa nulla di un dibattito sterile: noi dobbiamo lavorare su un programma di coalizione, trovare la coesione politica tra le parti, individuare le urgenze più importanti.
"Trentino", 3 ottobre 2014

continua...


OMOFOBIA, esame del ddl a oltranza. L'intervento di MATTIA CIVICO: "Nessuno si dovrà più vergognare"

CIVICO: "La mia priorità, in termini generali, è agire affinché ognuno possa sentirsi pienamente parte di questa comunità. E possa essere chiamato dunque a dare il proprio massimo contributo. Ma questa lealtà tra individuo e comunità si fonda sul riconoscimento e sulla dignità. In una parola: sull’appartenenza"

continua...


BORGONOVO RE: «Io non dico o così o me ne vado, troveremo una linea comune»

L'assessora alla salute, Donata Borgonovo Re, conferma la sua posizione sull'accentramento delle mammografie a Trento e Rovereto, all'indomani dell'approvazione quasi unanime da parte del consiglio provinciale della risoluzione che prevede la «capillarità del servizio».
"L'Adige", 18 settembre 2014

continua...


"Roma-Trento-Bolzano, posizioni vicine"

Bressa ottimista: la prossima settimana il vertice tra i governatori e Delrio. Il sottosegretario agli affari regionali spiana la strada all'accordo.
A. Papayannidis, "Corriere del Trentino", 17 settembre 2014
Leggi l'articolo in pdf! 

continua...


Dichiarazione dei capigruppo di maggioranza su iter legge antiomofobia

Nei giorni scorsi la coalizione di centrosinistra autonomista, in accordo con i proponenti del disegno di legge di iniziativa popolare volto a contrastare le discriminazioni basate sull’orientamento sessuale, ha unitariamente elaborato e condiviso alcune modifiche che meglio hanno definito certi aspetti del testo. 
Trento, 16 settembre 2014

continua...


Depositati gli emendamenti al Ddl omofobia

Sono stati depositati ieri gli emendamenti al disegno di legge contro l'omofobia concordati dai capigruppo del centrosinistra autonomista e condivisi da Paolo Zanella e Mattio Civico che hanno proposto il provvedimento legislativo.Non ci sono stravolgimenti sostanziali del testo originario, ma una seria di correzioni che, come sostiene Civico: «Tendono a fare chiarezza su scuola, lavoro, comunicazione e ruolo delle associazioni. "L'Adige", 15 settembre 2014

continua...


Riforma istituzionale, la proposta del PD

Il Partito Democratico ha formulato una proposta di riforma alla Legge provinciale 3/2006 (istitutiva delle comunità di valle), che si prefigge la realizzazione di due obiettivi essenziali.

 1. La valorizzazione dell’ente comunale e al contempo delle comunità di valle, in considerazione delle specificità dei singoli territori, garantendo un effettivo processo di decentramento di funzioni al fine di valorizzare i territori.

2. La razionalizzazione della finanza pubblica, attraverso la promozione di processi virtuosi di fusione tra comuni ed una riorganizzazione del territorio e delle modalità di esercizio delle funzioni amministrative capace di conciliare le peculiarità territoriali con le esigenze di semplificazione dell’amministrazione pubblica.

continua...