economia e lavoro pagina 1

Esuberi Sait, ultimatum dalla Provincia

Sulla vicenda Sait l'assessore al lavoro Alessandro Olivi alza la voce. La mediazione sulla trattativa da domani dovrebbe passare al Servizio lavoro della Provincia dopo lo stop arrivato dai sindacati sui i criteri di licenziamento proposti dall'azienda: «Ma i numeri degli esuberi sono troppo alti. Questa vicenda mette a rischio la reputazione stessa della Cooperazione.
G. Tessari, "Trentino", 19 novembre 2017

continua...


Assegno unico provinciale: ieri il dibattito con Chiara Saraceno e il vicepresidente Alessandro Olivi

Entrerà in vigore il 1° gennaio 2018 l'Assegno unico provinciale, portando profonde trasformazioni al sistema della protezione sociale e di sostegno alle famiglie del Trentino. Quanto questa novità sia attesa, e quanto importanti siano le aspettative generate, lo si è visto anche ieri sera, in occasione dell'incontro con la sociologa Chiara Saraceno, su invito del vicepresidente e assessore allo sviluppo economico e lavoro Alessandro Olivi.
Ufficio Stampa Provincia, 20 novembre 2017

continua...


Legge di Bilancio: continuiamo a sostenere la crescita

Il governo Gentiloni ha proposto al parlamento, che ne ha appena avviato l’esame, una manovra di bilancio in evidente continuità con la linea di politica economica e sociale seguita dai governi guidati dal Pd in questa legislatura.
Giorgio Tonini, "Democratica", 2 novembre 2017

continua...


Olivi: «Imis, riduzione per l’industria»

L’incontro tra le associazioni di categoria e la giunta di lunedì non sembra essere stato vano. In vista dell’approvazione, venerdì, del disegno di legge che definirà la struttura della prossima manovra di bilancio, la giunta sta meditando di concedere, almeno in parte, quanto chiesto da Confindustria: agevolazioni Imis anche per i capannoni industriali.
T. Scarpetta, "Corriere del Trentino", 8 novembre 2017

continua...


Il Rolle e noi, esiliati dal futuro

Il progetto presentato da Lorenzo Delladio (La Sportiva) per il Passo Rolle profumava di futuro e per questo necessitava della capacità di guardare con fiducia al cambiamento, superando la diffidenza verso le novità. La proposta sollecitava ad accogliere una diversa prospettiva per lo sviluppo di un territorio delicato, affascinante e in difficoltà, trasformando il tradizionale modello di sviluppo dell'economia locale - basato sul monopolio dello sci.
Donata Borgonovo Re, "Trentino", 28 ottobre 2017
LEGGI L'ARTICOLO IN PDF

continua...


«La mobilità è la mutazione genetica delle imprese nella globalizzazione»

È «un’economia in viaggio» quella tratteggiata ieri durante il dibattito sull’attrattività dei territori tra l’editorialista del Corriere della Sera Dario Di Vico, l’ex ministra dello Sviluppo Economico, nonché vicepresidente esecutiva di Ducati Energia Federica Guidi, il presidente dell’Agenzia del Lavoro Riccardo Salomone e il vicepresidente della Provincia Alessandro Olivi.
M. Dei Cas, "Corriere del Trentino", 28 ottobre 2017

continua...


Pensioni, alle donne 600 euro in meno

Le pensioni sono uno dei tanti fronti su cui le donne scontano una evidente diseguaglianza. Fotografano questa situazione i dati forniti dalla presidente di Pensplan Centrum, Laura Costa presente ieri in città allo stand informativo dove ci si è potuti rivolgere per ottenere informazioni qualificate in materia di previdenza.
"Trentino", 28 ottobre 2017

continua...


Passo Rolle, una sfida persa

Purtroppo ancora una volta nel nostro Trentino ha vinto l'industria dello sci e la politica di chi ritiene necessario continuare ad investire ingenti quantità di denaro (soprattutto pubblico) nella costruzione di nuovi impianti sciistici e nel loro potenziamento. Indubbiamente lo sci rappresenta una forte attrazione turistica, che ha permesso di far conoscere ovunque il nostro territorio e che ha garantito lavoro e benessere al Trentino.
Roberto Gabrielli segretario PD Fiemme e Fassa, "Trentino", 27 ottobre 2017

continua...