Partito pagina 1


La missione impossibile del Pd. Un’alternativa a Rossi gradita al Patt

 La parola ricucire doveva essere il leitmotiv dell’assemblea del Pd, eppure nella prima ora i delegati non hanno brillato per unità, dividendosi perfino sulla precedenza o meno alla lettura di una lettera inviata da tre circoli. La sede di via Torre Verde è gremita, c’è chi ha preso appositamente un aereo dalla propria meta vacanziera mettendo per 24 ore in standby le ferie.
V. Leone, "Corriere del Trentino", 22 agosto 2018

continua...


Il deliberato approvato dall'Assemblea provinciale il 21 agosto 2018

Il Partito Democratico del Trentino ribadisce che il solo modo di assicurare un’autonomia più forte e più giusta, contrastando la visione della destra, è quello di costruire un’ampia alleanza popolare che si riconosce nei valori del centrosinistra autonomista.
Trento, 21 agosto 2018

continua...


Borgonovo: «Civici eterogenei, confronto sul programma»

Se lo stop a Ugo Rossi e un’eventuale convergenza su Paolo Ghezzi e i civici di Carlo Daldoss premieranno in termini di consenso elettorale, lo si scoprirà solo il 21 ottobre. Quel che è certo, per ora, è che l’esito dell’ultima assemblea del Pd ha visto prevalere nettamente la linea tracciata sin da dopo la disfatta delle politiche del 4 marzo da Donata Borgonovo Re.
V. Leone, "Corriere del Trentino", 22 agosto 2018

continua...


Idea Pd: Tonini dentro un triumvirato

Un triumvirato di centrosinistra per il governo della Provincia. Una gestione collegiale ispirata a quella del governo nazionale, con i vice Salvini e di Maio che di certo non si possono definire succubi del premier Conte. É la proposta per tenere tutti assieme, una sorta di primus inter pares, sui cui sta riflettendo il Pd che, in questa triade, vedrebbe assai bene il proprio ex senatore Giorgio Tonini, assieme a Paolo Ghezzi e al civico Carlo Daldoss.
G. Tessari, "Trentino", 20 agosto 2018

continua...



Il documento approvato dall’Assemblea provinciale del PD Trentino del 1 agosto 2018

Il Partito Democratico del Trentino ribadisce con forza l’importanza dell’unità del centro-sinistra autonomista come strumento per l’affermazione di una visione di Trentino aperto, innovativo, coeso e solidale. Solo una coalizione compatta, allargata a chi vuole fermare il pericolo di una destra sovranista e divisiva, può garantirci una tenuta di fronte a un vento reazionario che spira forte in tutto il mondo.
Trento, 1 agosto 2018

continua...


Pd, Muzio verso l’assemblea: «Evitiamo le lacerazioni ma è il momento di decidere. La conta? Non risolve nulla»

Il documento, ieri, è passato sotto la lente di tutti i partiti del centrosinistra autonomista. Con letture anche diametralmente opposte. «Questione di interpretazione» hanno ammesso i componenti della coalizione, che all’indomani del parlamentino dell’Upt (Corriere del Trentino di ieri) si sono trovati a dover «codificare» un testo — quello votato dall’Unione — che sembra aver offerto poche certezze e tante visioni diverse (alimentate — secondo i ben informati — anche da chiarimenti differenti diffusi dagli stessi esponenti del partito di via Lunelli).
M. Giovannini, "Corriere del Trentino", 1 agosto 2018

continua...