governo provinciale pagina 80

«Violenza contro le donne denunce in aumento»

TRENTO. Sui dati “lordi” registrati dall’Azienda sanitaria (seicento accessi all’anno a strutture sanitaria da parte di donne “per violenza altrui”), il neoassessore alle pari opportunità Sara Ferrari non si dilunga un secondo più del necessario. «Se non sono sottoposti a un’analisi scientifica, i dati possono portare a conclusioni molto lontane dalla realtà. Ma è un fatto che per quanto concerne i dati in nostro possesso ci sia un aumento delle denunce da parte di donne che hanno subìto violenza».
G. Lott, "Trentino", 24 novembre 2013

continua...


"Un Progettone per traghettare i giovani al lavoro"

«Il primo atto importante della giunta sarà convocare le parti sociali per l’applicazione della delega sugli ammortizzatori sociali». Il vicepresidente della Provincia Alessandro Olivi, forte della competenza aggiuntiva relativa appunto al lavoro, parte da qui per spiegare come si muoverà su un terreno che rimane fortemente sdrucciolevole.
P. Morando, "Trentino", 15 novembre 2013

continua...


PARLA IL NUOVO ASSESSORE ALLA SALUTE: «Il piano sanitario è il primo obiettivo»

Donata Borgonovo Re è il nuovo assessore alla salute e solidarietà sociale. La sua nomina era nell'aria da giorni ma la chiamata ufficiale è arrivata ieri mentre era riunita con gli altri colleghi di partito nella sede del Pd. Lei, miss 10 mila preferenze, dovrà ora districarsi tra le richieste di pazienti e associazioni di malati e quelle di baroni e medici. Il tutto in un clima di spending review dove ogni giorno occorre far i conti con risorse sempre più ridotte.
P. Todesco, "L'Adige", 12 novembre 2013

continua...


La signora diecimila voti «Il popolo, non il palazzo»

Recordwoman delle preferenze, l’ex difensore civico e costituzionalista scoppia in lacrime quandola sua segretaria di sezione Monica Ioris le dice il numero finale delle preferenze:«Adesso diranno che sono come la Fornero... Dobbiamo farci perdonare dai cittadini l’arroganza».
P. Ghezzi, "L'Adige", 28 ottobre 2013

continua...


Scuola-lavoro, il Pd incalza Rossi

TRENTO Scuola e lavoro, welfare, Comunità di valle. Ma anche ruolo della Regione, viabilità, turismo, fino alla nuova biblioteca d’ateneo. Il Partito democratico ha messo nero su bianco il proprio programma per il governo della Provincia, 46 pagine presentate ieri dal capolista Alessandro Olivi, assessore all’industria, e dal coordinatore Italo Gilmozzi.
C. Bert, "Trentino", 2 ottobre 2013

continua...


Centrosinistra Autonomista: alcuni spunti tematici dal programma

Scarica il programma del centrosinistra autonomista IN PILLOLE!
«Il nostro programma non è il libro dei sogni. Quanto ci impegniamo a fare è tutto realizzabile, perché non è tempo delle promesse facili. Sento parlare di azzeramento delle tasse locali, io rispondo che dobbiamo essere seri e realisti». 

continua...


PROVINCIALI 2013 - Il PROGRAMMA del centrosinistra autonomista

Cinque i punti del programma. Cinque pilastri su cui si fonda il governo del Trentino in caso di vittoria di Ugo Rossi. Il candidato presidente della coalizione di centrosinistra autonomista li ha illustrati alla stampa. Dunque giovani, donne, famiglie, lavoro, imprese al centro del documento. Ma non solo. Welfare ed infrastrutture. No a Valdastico e Metroland. Si al potenziamento della ferrovia. Si al trasporto pubblico ma anche valorizzazione di quello privato. Per quanto riguarda la voce istruzione, grande attenzione alle lingue. Nell' arco di quindici anni, il Trentino dovrà essere trilingue.
LEGGI IL PROGRAMMA in versione integrale!

GUARDA IL VIDEO: http://www.trentinotv.it/news_dettaglio.php?id=19808008 

continua...


Occupazione, economia, formazione: importanti decisioni

Con la Giunta provinciale di ieri abbiamo approvato importanti ed innovativi provvedimenti per l’occupazione, l’economia, la formazione. In primo luogo si andrà ad estendere l’esenzione Irap alle nuove imprese derivanti da trasformazione, fusione o scissione di imprese preesistenti. In questo modo si sostengono i casi in cui un nuovo imprenditore rileva un’attività svolta in precedenza da un’altra impresa, salvaguardando posti di lavoro e potenzialità produttive e quindi “rimarginando” le ferite apertesi nel tessuto produttivo locale.
Alessandro Olivi, 31 agosto 2013

continua...