governo provinciale pagina 8

Pd e Upt: Rossi, bene lo stop ai civici

L’offerta, per quanto tacita, è piuttosto chiara. Ugo Rossi rinuncia a rafforzare la sua posizione con liste centriste che l’Upt vive come concorrenti e il Pd come un tentativo di ridurne il peso in coalizione. In cambio, Pd e Upt smettono di lavorare alla sostituzione di Rossi alle provinciali del 2018. Il tempo dirà se la svolta «normalizzatrice» attuata dal governatore pagherà.
T. Scarpetta, "Corriere del Trentino", 13 dicembre 2017

continua...


Ieri il vertice di maggioranza

TRENTO Ugo Rossi ha deciso: il centrosinistra autonomista ballerà da solo. Resta fermo l’auspicio che i partiti della coalizione facciano «uno sforzo di apertura», ma di liste civiche di supporto non si parla più: né di quella guidata da Carlo Daldoss, né di quella che vede in Francesco Valduga la principale motrice.
T. Scarpetta, "Corriere del Trentino", 12 dicembre 2017

continua...


Politica, spazio pubblico in cui donne e uomini possono costruire una democrazia che rispecchi la vita delle une e degli altri

È passata poco più di una settimana dall'approvazione, in Consiglio provinciale, della possibilità data alle elettrici e agli elettori di esprimere, alle prossime elezioni del 2018, due preferenze, una ad un uomo, ed una ad una donna. Su tutti i quotidiani locali è apparsa l'immagine di noi, donne del Consiglio Provinciale, emozionate e felici grazie al raggiungimento di un risultato, insperato, fino a qualche giorno prima.
Lucia Maestri, 10 dicembre 2017

continua...


«Il caso Viola-Malossini? Non stupisce. Ma il Patt rimanga saldamente dov’è»

Guarda con una certa preoccupazione al quadro nazionale. Sperando nell’apertura di «qualche nuovo spiraglio» prima delle Politiche per far recuperare terreno a un centrosinistra in difficoltà: «In questo momento — dice — il centrodestra è un po’ più avanti». Ma quando sposta lo sguardo sulla dimensione provinciale, Alberto Pacher usa toni più pacati di quelli che, in questi giorni, hanno animato il dibattito politico soprattutto nella coalizione di maggioranza.
M. Giovannini, "Corriere del Trentino", 9 dicembre 2017

continua...


«Pd e Upt sfidino il Patt con programma e leader»

«Rossi e il Patt stanno da tempo lavorando per trasformare il centrosinistra autonomista da una coalizione politica a una "coalizione del presidente" il cui collante è aggiungere posti a tavola. Ma più che lamentarsi, Pd e Upt dovrebbero reagire prendendo l'iniziativa politica». Alessandro Olivi torna a incalzare nei giorni in cui la coalizione fibrilla per l'ultima campagna acquisti del Patt che ha assoldato Walter Viola e incassato l'endorsement di Mario Malossini.
C. Bert, "Trentino", 7 dicembre 2017

continua...


Bilancio, autonomia rafforzata

La nostra autonomia speciale esce significativamente rafforzata dal passaggio in Senato della manovra di bilancio in corso di approvazione in parlamento. Al di là degli aspetti finanziari, che pure hanno visto il riconoscimento, alle province autonome di Trento e di Bolzano, sugli arretrati della quota variabile, di 350 milioni di euro annui per i bilanci 2018-2019, il nostro sistema autonomistico ha aggiunto tre frecce importanti all'arco del suo autogoverno.
Giorgio Tonini, 7 dicembre 2017

continua...


Pinter: «Questa coalizione non è in salute»

«Per una nuova stagione dell'autonomia». E' il titolo di un incontro organizzato da Pd ed Upt e attorno al tavolo si troveranno a discuterne Lorenzo Dellai, Alberto Pacher e Roberto Pinter. Sul cartellone (appuntamento lunedì sera alle 20.30 a Villalagarina) seguono i nomi, in caratteri molto più ridotti, dei capigruppo dei due partiti gemellati in un recentissimo accordo, Alessio Manica e Passamani Giampiero.
G. Tessari, "Trentino", 7 dicembre 2017

continua...


«I nuovi ingressi nel Patt mutano profilo alla coalizione»

«Il profilo della coalizione è modificato nei fatti». E’ diretto Alessio Manica che ritiene irrinviabile una riflessione nel Pd sul rapporto con il Patt, dopo l’ingresso di Walter Viola (ormai ex Progetto Trentino) nella formazione di Ugo Rossi, il presidente della Provincia che ha ricevuto anche l’endorsement di Mario Malossini, già leader locale di Forza Italia e, un tempo, esponente di primissimo piano della Democrazia cristiana.
N. Chiarini, "Corriere del Trentino", 6 dicembre 2017

continua...