welfare e salute pagina 7

Segnana è tranquilla, i trentini molto meno

Nei giorni scorsi, dopo la seduta straordinaria del Consiglio provinciale dedicata alla situazione della sanità trentina, l'assessora Segnana si è premurata di farci sapere che è tranquilla, che sta facendo bene, che ha la piena fiducia del presidente Fugatti.
Alessio Manica, 27 luglio 2021

continua...


Quali le ragioni del ritardo nella nomina del Consiglio di Direzione dell’APSS?

Nella caotica gestione della sanità risulta urgente procedere velocemente alla stabilizzazione del complesso sistema sanitario trentino, affinché una gestione di lungo respiro e di prospettiva possa tranquillizzare i cittadini e le migliaia di operatori sanitari che guardano con apprensione alla situazione.
Trento, 21 luglio 2021

continua...


Promuovere il vaccino contro il Covid

 A fronte di un aumento dei contagi in Italia e in molti altri Paesi europei, permane un numero importante di persone che non ha prenotato la vaccinazione e nonostante l’obbligo vaccinale - previsto per legge - per il personale sanitario.
Gruppo consiliare PD, 20 luglio 2021

continua...


Discontinuità nella gestione politica e tecnica. Il presidente Fugatti si assuma personalmente la responsabilità politica della sanità trentina e scelga un nuovo vertice per l’Apss

Lo chiede, insieme alle altre minoranze, il gruppo del PD del Trentino nella risoluzione discussa oggi nella seduta consiliare straordinaria richiesta dall’opposizione, che chiede discontinuità nella gestione del comparto sanitario.
Sara Ferrari, 19 luglio 2021

continua...


Quali prospettive per la sanità in Giudicarie?

Mentre la giunta cambia il secondo direttore generale dell'APSS in pochi mesi, aprendo una nuova fase di precarietà, e mentre gli operatori assistono attoniti, il mancato presidio delle tante problematiche quotidiane porta a conseguenze preoccupanti dentro le strutture.
Trento, 15 luglio 2021

continua...


Una sanità senza programmazione

«Il problema è nel manico». Così sintetizzava un medico nei giorni scorsi in merito alla confusione in cui versa il sistema sanitario trentino. Infatti per questo caos non bastano le solite tre giustificazioni-mantra della maggioranza provinciale, usate come il prezzemolo per i ritardi ed i problemi di ogni settore: Covid - Vaia - chi ha governato prima.
Luca Zeni, 15 luglio 2021

continua...


Sanità: il Pd e le opposizioni chiedono una convocazione urgente e straordinaria del Consiglio provinciale

Le inattese e, per alcuni versi, incomprensibili dimissioni del dott. Benetollo dalla direzione sanitaria dell'Azienda Provinciale dei Servizi Sanitari aggravano anzitutto la già complessa realtà organizzativa del nostro sistema sanitario, in un momento di estrema delicatezza per la pandemia ancora in atto e per le molte partite aperte circa le carenze di medici e di programmazione del settore.
Trento, 2 luglio 2021

continua...


Più welfare inclusivo e solidale e meno propaganda per sostenere le politiche della natalità

Dalla risposta in Aula ad una mia interrogazione per conoscere i risultati della misura provinciale dell’assegno di natalità introdotto nel 2020, la Giunta provinciale ha comunicato che su 4065 bambini nati nell’anno 2020, 3200 nuclei familiari hanno presentato la richiesta all’incentivo, 3058 sono le domande accolte e 142 quelle escluse in quanto non rispondenti al requisito dei 10 anni di residenza in Italia.
Alessandro Olivi, 1 luglio 2021

continua...