welfare e salute pagina 9

Sanità: quali prospettive per il Trentino?

Da diversi mesi stiamo seguendo attentamente le questioni della carenza dei medici specialisti e della facoltà di Medicina in Trentino. A costo di suonare ridondanti ci preme ricordare come queste siano due questioni differenti: il primo è un problema (strutturale), la seconda una possibile soluzione (a medio-lungo termine).
La Commissione Salute e Welfare del Partito Democratico del Trentino, 9 gennaio 2020

continua...


Medicina a Trento, Fugatti (non) riferisce in Aula e dice ''no'' ad approfondire la questione

Il presidente della Provincia doveva spiegare lo stato dell'arte sulla scuola di medicina ma il suo intervento è stato velocissimo e povero di contenuti. Ghezzi: ''Sul più grande pasticcio istituzionale mai visto in Trentino ha raccontato una favoletta offendendo il consiglio''.
L. Pianesi, "Il Dolomiti", 15 gennaio 2020

continua...


In tre anni nel solo Comune di Trento 123 ricoveri per malattie causate dalle polveri sottili. Manica: è il caso di portare altro traffico con la Valdastico?

Stando all’ultimo approfondimento avvenuto nel 2017, relativo al solo Comune di Trento, fra il 2013 e il 2016 vi sono stati 123 ricoveri nelle strutture sanitarie dovuti a malattie causate dalle polveri sottili: si è trattato di patologie riguardanti in 61 casi il sistema circolatorio e in 62 l’apparato respiratorio.
Trento, 9 gennaio 2020

continua...


La Giunta Fugatti cancella il monitoraggio sui rischi da esposizione ai fitosanitari

Nella risposta all’interrogazione presentata dal consigliere Zeni, la giunta comunica di aver cancellato il monitoraggio, già oggetto di una dettagliata convenzione. “Nascondere la testa sotto la sabbia ed evitare un monitoraggio serio non aiuta nessuno, né la salute, né i frutticoltori”, afferma il consigliere Zeni “siamo di fronte ad un grave atto di omertà da parte della giunta Fugatti.
Trento, 9 gennaio 2020

continua...


Zeni: sanità trentina, lo sguardo corto della Lega. Bocciate le proposte su facoltà di medicina, programmazione e volontariato sanitario

Una sanità senza programmazione e che insegue singole richieste in maniera disarticolata rischia di perdere velocemente coerenza ed attrattività. 
Luca Zeni, 14 dicembre 2019

continua...


Zeni: essenziale trovare un accordo con le associazioni del volontariato sanitario

Davanti all’ennesima chiusura della Giunta provinciale di fronte alle legittime richieste delle quaranta associazioni del Volontariato sanitario per vedersi riconosciuto il sostegno alle richieste che travalicano i limiti della convenzione in essere con l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari, il Consigliere del Partito Democratico Luca Zeni ha presentato oggi una specifica interrogazione, stigmatizzando le retoriche della Giunta provinciale sulla riconoscenza al Volontariato ed evidenziando l’urgenza della situazione.

continua...


Zeni interroga: a quando il rispetto degli impegni presi?

Recentemente, il Consigliere provinciale del Partito Democratico Luca Zeni ha potuto verificare l’ennesimo mancato rispetto degli impegni assunti ufficialmente dalla Giunta provinciale con la completa inosservanza degli obblighi derivanti dall’applicazione di un Ordine del Giorno collegato al recente assestamento del bilancio provinciale ed approvato nel luglio scorso.
Trento, 2 dicembre 2019

continua...


Carenza di medici, risposte non elettorali

Il dibattito sulla necessità o meno per il Trentino di avere una facoltà di medicina — giustificata dal Presidente della Provincia Fugatti sulle pagine del Corriere del Trentino dal fatto che si fatica ad assumere nuovi medici in Trentino — non si è basato su alcun dato o ragionamento di sistema, ma si è limitato alla tautologica affermazione che siccome mancano medici, allora basta laurearne di più. Un po’ come dire che siccome il traffico aumenta, allora basta fare più strade.
Luca Zeni, "Corriere del Trentino", 29 novembre 2019

continua...