Partito pagina 3

Alleanze, Pd ai ferri corti con Rossi

Nel Pd quelle parole hanno avuto l’effetto di una scossa elettrica. La più netta è Elisabetta Bozzarelli che reclama, nientemeno, la fine del rapporto col Patt. Prima di un coordinamento provinciale del Pd convocato ieri in fretta e furia, la consigliera comunale ha affidato a Twitter il proprio sconcerto per le esternazioni bondonere del presidente Ugo Rossi, quelle che ipotizzano mani libere degli autonomisti sulle alleanze in vista delle elezioni politiche di primavera.
G. Tessari, "Trentino", 3 settembre 2017

continua...


Nicoletti: «Pura fantasia un Patt con le mani libere»

 La liquida così: «Pura fantasia». Non usa giri di parole Michele Nicoletti nel commentare l’ipotesi di un Patt che si tenga le mani libere dal centrosinistra alle Politiche per poi riabbracciarlo alle provinciali. Le esternazioni in malga del governatore Ugo Rossi sul doppio approccio alle elezioni hanno avuto un merito: quello di compattare il Partito democratico contro le Stelle Alpine.
G. Tessari, "Trentino", 4 settembre 2017

continua...


Il silenzio di “Matteo”

Ciò che attorno al Pd si sta delineando in questo tempo è la conferma evidente che l’uomo ha sempre avuto enormi difficoltà nel leggere in modo critico il tempo nel quale sta vivendo; il periodo in cui esso stesso ne è il protagonista. 
Alessio Zanoni, 25 agosto 2017

continua...


Olivi lancia la sua idea per il 2018 «Un’area civica progressista con una nuova proposta politica»

Trattative con i civici di Francesco Valduga? «No grazie». Alessandro Olivi ha progetti più ambiziosi. La sua idea è creare un’«area civica progressista» dove sia il Pd — magari d’intesa con l’Upt — a costruire uno spazio politico «aperto a un civismo che non è la recente invenzione di qualche pur autorevole figura, ma un’istanza connaturata al Trentino».
T. Scarpetta, "Corriere del Trentino", 24 agosto 2017

continua...


Gilmozzi: «Un collegio ai civici? Mossa inopportuna del presidente»

 Italo Gilmozzi non si fa illusioni. Sa che alla gara per accaparrarsi i favori dei sindaci civici il Pd non è invitato. Il segretario, però, non pare dolersene più di tanto. «L’esperienza degli amministratori, anche ad un livello provinciale, è importantissima, ma il Pd di sindaci ne ha molti e preparati. Condivido quanto ha detto Mosaner sul vostro giornale a proposito dell’esigenza di andare oltre il perimetro del proprio territorio».
T. Scarpetta, "Corriere del Trentino", 20 agosto 2017

continua...


«I Comuni vadano oltre il territorio. Pd territoriale? No alla scappatoia»

«Gli enti locali dovrebbero assumersi l’onere e l’onore di dire la loro anche su progetti che non riguardano esclusivamente il proprio territorio». Da un lato lo sguardo non può staccarsi dal particolare, dall’altro bisogna inserire il territorio in un contesto più generale. È questo il compito di un sindaco secondo Adalberto Mosaner, primo cittadino di Riva del Garda, secondo cui il contributo dei colleghi «ci può stare» e rappresenta «un ulteriore monito».
A. Rossi Tonon, "Corriere del Trentino", 18 agosto 2017

continua...


Rossi non convince il Pd: «Sui Civici non decide lui»

Una frenata. Secca. Di quelle che rischiano anche di farti uscire di strada. Quale? Quella che il Pd suggerisce di fare ad Ugo Rossi. Il perché è presto detto: il governatore, nell’intervista ferragostana al nostro giornale, si è detto convinto che il centrosinistra autonomista debba allargarsi ai civici.
G. Tessari, 17 agosto 2017

continua...


Pd territoriale, Olivieri deciso «Strada giusta, si vada avanti»

 All’interno del Pd trentino si confermano le diverse sensibilità nei confronti del progetto di partito territoriale. L’invito di Alberto Pacher a rilanciare l’idea ha suddiviso i colleghi tra favorevoli e meno convinti: nella prima fila si annoverano Luca Zeni, Violetta Plotegher, Lucia Maestri, nella seconda Alessandro Andreatta e Andrea Rinaldi. Ora ai due schieramenti si aggiungono rispettivamente Luigi Olivieri e Paolo Serra.
S. Voltolini, "Corriere del Trentino", 11 agosto 2017

continua...