Partito pagina 34

#VersoilCongresso - Pd, Gilmozzi non convince Olivi e Borgonovo

RENTO Il passo avanti di Italo Gilmozzi non sgombra il campo del partito democratico in vista del congresso. «Sono pronto a candidarmi, al partito serve una maggioranza», ha detto l’assessore comunale di Trento sul Corriere del Trentino di ieri. «Un contributo in un quadro in divenire, per poi trovare una sintesi. Non un approdo», è il commento di Donata Borgonovo Re alla mossa di Gilmozzi.
A. Papayannidis, "Corriere del Trentino", 21 marzo 2016

continua...


#VersoilCongresso - «Pd, no ad accozzaglie di gruppi dirigenti»

TRENTO «Nessun partito del centrosinistra autonomista in questo momento può ritenersi autosufficiente. E la maggioranza utile e necessaria per dare nuova linfa al Pd si troverà solo se sapremo rilanciare entusiasmo tra i protagonisti attivi. Tutto questo non ha nulla a che fare con la mera necessità di assembleare pezzi di gruppo dirigente».
C. Bert, "Trentino", 21 marzo 2016

continua...


#VersoilCongresso - Zeni apre a Gilmozzi su un'area ampia

«Io sono solo una delle ipotesi, ma la convergenza è tutta da definire. E, comunque, ripeto quanto ho già detto nei giorni scorsi, esprimendo la mia disponibilità: se Alessandro Olivi, che non ha ancora sciolto la riserva, decidesse di candidarsi, lo sostengo volentieri».
L. Patruno, "L'Adige", 21 marzo 2016

continua...


Gilmozzi: «Pronto a candidarmi. Al Pd serve una maggioranza»

TRENTO È rimasto alla finestra per settimane. Ora Italo Gilmozzi ha deciso di farsi avanti. Si candiderà alla segretaria del Pd del Trentino, ma a una condizione: «Non voglio essere l’espressione di un gruppetto. Al partito serve una maggioranza. Se intorno al mio nome la si potrà costruire, io ci sono».
T. Scarpetta, "Corriere del Trentino", 18 marzo 2016

continua...


Olivi: se c’è la squadra, resto in giunta

«Attualmente sono impegnato nello svolgimento di un delicato ruolo istituzionale che non sarebbe mia intenzione abbandonare e sguarnire qualora, come ritengo possibile, sapremo creare le condizioni per costruire una squadra ampia, appassionata e competente che faccia del congresso del Pd non l’ennesima occasione mancata ma il momento costitutivo di un progetto politico nuovo, più coraggioso ed ambizioso».
A. Papayannidis, "Corriere del Trentino", 16 marzo 2016

continua...


MANICA: «Non ci sono padrini». BORGONOVO: tirate fuori le carte

L'ex assessora provinciale Donata Borgonovo Re è grata ad Alessandro Olivi perché - dice - «almeno ci ha messo la faccia a differenza di altri che stanno lavorando sotto banco».  Manica: «I giovani amministratori  Hanno lanciato un percorso territoriale e trasversale, fresco, con zero padrini e zero retro pensieri. Per un Pd stanco è una straordinaria opportunità».
"L'Adige", 16 marzo 2016

continua...


Nicoletti: «Bene Olivi»

Il deputato Michele Nicoletti valuta positivamente la disponibilità di Alessandro Olivi a guidare il Pd trentino, anche a costo di doversi dimettere dalla giunta, ed invita a «valutare pragmaticamente» questa eventualità, partendo dalle tesi politiche. Nicoletti, così come l'area a lui più vicina, rappresentata dai consiglieri provinciali Mattia Civico e Donata Borgonovo Re, non esclude infatti di poter convergere su questa candidatura se ci saranno garanzie su alcune linee politiche e non solo perché con le dimissioni - come sostengono altri - si aprirebbe per Civico la possibilità di entrare in giunta.
L. Patruno, "L'Adige", 16 marzo 2016

continua...


E Civico rilancia l’asse con il vicepresidente

TRENTO «Io lavoro per arrivare a un congresso che non sia una resa dei conti, ma che proponga una piattaforma ampia e una linea politica condivisa». Mattia Civico, esponente dell’area critica del Pd che fa riferimento a Nicoletti e Borgonovo Re, torna a rilanciare il congresso unitario, come aveva fatto a gennaio dichiarando di «apprezzare lo sforzo del vicepresidente Olivi».
C. Bert, "Trentino", 15 marzo 2016

continua...