Partito pagina 40

"Prima le idee poi i candidati"

«Diamoci qualche mese di tempo per fare un congresso sulle idee. Troviamo alcune parole chiave forti e poi, oggi che non ci sono elezioni alle porte, sognerei un candidato unico alla segreteria». Lucia Fronza Crepaz, ex presidente del Pd Trentino, dopo aver traghettato il partito imploso con la crisi della segreteria Robol, oggi fa parte della commissione che dovrà riscrivere le regole per il congresso, da celebrarsi - è l’indicazione - entro fine anno.
C. Bert, "Trentino", 30 agosto 2015

continua...


Pacher: "Sbagliai a evitare il conflitto. Al Pd serve un congresso politico"

"Va rinnovato un pensiero collettivo, senza visione d'insieme ogni tema diviene dirimente per sè. Ma è la politica in generale ad essere vittima di centralizzazione e personalismo. Come primo segretario del PD mi chiedo se abbiamo sbagliato qualcosa, non nell'idea del PD, ma nella sua realizzazione. Penso a questa fatica che ci trasciniamo dietro fin dal 2008, quando per mesi parlammo solo di regole. Sbagliai a evitare il conflitto. Al Pd ora serve un congresso politico vero: dobbiamo confrontarci sul Trentino che vogliamo, pur sapendo che alla fine non saremo tutti d'accordo".
T. Scarpetta, "Corriere del Trentino", 27 agosto 2015
Leggi l'articolo in pdf

continua...


Manica: "Al congresso votino gli iscritti. Il Pd sia partito, non comitato elettorale"

"Veniamo da anni in cui, alcuni per convinzione, alcuni per calvalcare l'onda, hanno teorizzato e praticato la demolizione del partito per trasformarlo in comitato elettorale. Finiamo questa appartenenza per bande: confermiamo i nostri valori di fondo, diciamo che Trentino abbiamo in mente, ad esempio, in termini di sanità, mobilità, istituzioni locali, istruzione e ricerca. Dobbiamo essere irrinunciabili per i nostri alleati: mostrando cultura di governo, radicandosi anche nelle realtà più piccole. Non possiamo essere il partito delle città e non possiamo essere il partito che va al traino del nazionale; e non possiamo isolarci a sinistra".
T. Scarpetta, "Corriere del Trentino", 7 agosto 2015
Leggi l'articolo in pdf

continua...


Olivi: “Pd, un'identità per noi e per la coalizione”

Un Pd con una sua identità precisa, un'identità progressista. E' quanto chiede al "suo" PD Alessandro Olivi.  A livello nazionale, no all'idistinto "Partito della Nazione". A livello locale, no "allo sportello trentino del PD".  Il vicepresidente chiede un congresso a breve: obiettivo fare chiarezza su "dove vogliamo andare" e imprimere di conseguenza una direzione alla coalizione dove a suo giudizio cova il conservatorismo.
T. Scarpetta, "Corriere del Trentino", 6 agosto 2015
Leggi l'articolo in pdf

continua...


Intervista a ALESSANDRO OLIVI - "Rossi ha avuto troppa fretta. Dal Patt strabismo politico"

TRENTO «Il Pd? È in crisi e questo è innegabile, ma il Patt sbaglia di grosso se pensa di poterci mettere in un angolo». Arriccia il naso, il vicepresidente della Provincia, Alessandro Olivi. A neanche una settimana del rimpasto di giunta, tirando le somme, punta dritto il dito verso il partito del governatore.
S. Pagliuca, "Corriere del Trentino", 30 luglio 2015

continua...


Comunicato Stampa PD DEL TRENTINO

Il Coordinamento del Partito Democratico del Trentino prende atto dell’operato odierno del Presidente della Giunta provinciale, constata la legittimità dei provvedimenti assunti e l’aumento del peso del PD nella giunta. Al contempo rileva la necessità di una verifica programmatica, all’esito del provvedimento svolto, al fine del rilancio dell’azione di governo medesimo.

continua...


#AssembleaProvinciale - Barbacovi esordisce come segretario del Pd. Chiara Rossi eletta presidente dell'assemblea

«Il congresso? Lo faremo quando saremo a posto con le nostre regole». Sergio Barbacovi, nella serata della prima uscita da segretario provinciale del Pd dopo l'ok dei Garanti al ricorso dei suoi sostenitori, chiarisce così la posizione su uno dei punti più delicati in ballo nella serata di ieri.
A. Conte, "L'Adige", 15 luglio 2015

continua...


"Riformiamo il PD nazionale, le regole locali vengono dopo"

Valente, deputata dem componente della Commissione Nazionale Pd sulla revisione dello Statuto: "Rassereniamo gli animi, troviamo un equilibrio e partiamo da una consapevolezza: se vogliamo essere ancora credibili, dobbiamo metterci in dicussione, tutti". "L'incontro di questa sera (ieri) è pensato proprio per avviare riflessioni legate alla ridefinizione dello Statuto nazionale: entro dicembre vorrei definire alcune delle modifiche principali e, in questo senso, la sensibilità espressa dai territori è fondamentale".
"Corriere del Trentino", 14 luglio 2015
Leggi l'articolo in pdf

continua...