Partito pagina 35

#RegoleCongresso - "Voto ai contribuenti, pessima idea"

Pinter: "Il voto ai contribuenti? Una pessima idea. Non vorrei si passasse dalla democrazia alla plutocrazia. La scelta spetta agli iscritti, che ci mettono la faccia. Congresso: credo che sia opportuno non trascinare eccessivamente una scelta politica di cui il partito ha bisogno. Ma prima dei nomi il PD ha bisogno di decidere cosa vuole per il Trentino e per se stesso. Dopo si può anche trovare una candidatura unitaria".
S. Voltolini, "Corriere del Trentino", 22 settembre 2015
Leggi l'articolo in pdf

continua...


#RegoleCongresso - "Coordinatori nei territori votati dai contribuenti". Nicoletti: PD più incisivo

Nicoletti: "Al congresso votino i 'contribuenti', coloro che hanno dato al PD il 2 per mille nella dichiarazione dei redditi. Ma il congresso in provincia non è la priorità, ma questa non è la scusa per rimanere senza fare nulla. Il Pd deve essere la forza della modernizzazione solidale del Trentino, spronando dove serve il centrosinistra autonomista".
"Corriere del Trentino", 20 settembre 2015
Leggi l'articolo in pdf

continua...


Task force per gestire i migranti, La proposta uscita dal convegno di Pd e Trentino Europa

L'accoglienza di profughi e migranti non è più una questione da affrontare in termini di emergenza: il loro arrivo è ormai normalità e come tale va affrontato. Il Trentino deve pensare alla creazione di un'«unità speciale» all'interno dell'amministrazione provinciale che sia in grado di gestire al meglio l'arrivo e la permanenza dei «nuovi trentini».
"L'Adige", 14 settembre 2015

continua...


#VALDASTICO, la posizione del PD trentino

In merito all'ipotesi del prolungamento a nord della A31 Autostrada della Valdastico, il Partito Democratico del Trentino e le sue rappresentanze istituzionali provinciali e parlamentari esprimono la seguente posizione.
Trento, 1 settembre 2015

continua...


#VALDASTICO - Il Pd a Rossi: «Non si tratta sull'A31»

Ok sedersi al tavolo, ma a Veneto e a Roma, occorre dire che il Trentino è contrario da sempre alla Valdastico Nord e che non si deve cedere neppure se vengono concesse delle contropartite al Trentino. Il Pd del Trentino, nel coordinamento che ieri sera ha incontrato il presidente della giunta Ugo Rossi e l'assessore Mauro Gilmozzi, sul tema Valdastico ha chiesto di dire un no secco e di modificare in parte il documento approvato solo ieri in mattinata, in cui, secondo il Pd, si fa capire esplicitamente di essere disponibili ad accettare la Valdastico nord a patto di ricevere delle contropartite in cambio. 
A. Conte, "L'Adige", 1 settembre 2015

continua...


Manica ai democratici: "Pd trentino e intesa con l'Upt per la leadership"

"Mi auguro che al congresso si riesca a proporre un'evoluzione territoriale del PD che possa rappresentare un luogo possibile per quell'area di centro che si riconosce nell'Upt o è spaesata. Senza un percorso di questo tipo, accompagnato da un'elaborazione congiunta del futuro, vedo difficile recuperare quel ruolo di leadership che il PD trentino ambirebbe ad avere. Non si tratta di un passo indietro, ma di ambire a guidare un processo coerente con il nostro contesto politico territoriale".
T. Scarpetta, "Correre del Trentino", 29 agosto 2015
Leggi l'articolo in pdf

continua...


"Prima le idee poi i candidati"

«Diamoci qualche mese di tempo per fare un congresso sulle idee. Troviamo alcune parole chiave forti e poi, oggi che non ci sono elezioni alle porte, sognerei un candidato unico alla segreteria». Lucia Fronza Crepaz, ex presidente del Pd Trentino, dopo aver traghettato il partito imploso con la crisi della segreteria Robol, oggi fa parte della commissione che dovrà riscrivere le regole per il congresso, da celebrarsi - è l’indicazione - entro fine anno.
C. Bert, "Trentino", 30 agosto 2015

continua...


Pacher: "Sbagliai a evitare il conflitto. Al Pd serve un congresso politico"

"Va rinnovato un pensiero collettivo, senza visione d'insieme ogni tema diviene dirimente per sè. Ma è la politica in generale ad essere vittima di centralizzazione e personalismo. Come primo segretario del PD mi chiedo se abbiamo sbagliato qualcosa, non nell'idea del PD, ma nella sua realizzazione. Penso a questa fatica che ci trasciniamo dietro fin dal 2008, quando per mesi parlammo solo di regole. Sbagliai a evitare il conflitto. Al Pd ora serve un congresso politico vero: dobbiamo confrontarci sul Trentino che vogliamo, pur sapendo che alla fine non saremo tutti d'accordo".
T. Scarpetta, "Corriere del Trentino", 27 agosto 2015
Leggi l'articolo in pdf

continua...