Partito pagina 57

Pd trentino con Dellai. No al modello romano

L'iniziativa promossa sabato scorso da Dellai ha avuto un indubbio merito. Quello di aver mosso un quadro politico statico e fatto emergere molte delle contraddizioni e dei nodi che caratterizzano l'assetto politico attuale. Più che di un dibattito schiacciato sui tatticismi e dietrologie, come sembra emergere oggi a seguito dell'iniziativa di Sanbapolis a cui ho contribuito con alcuni ragionamenti, è urgente una riflessione comune sul percorso fatto dal Centrosinistra in questi anni, sulle sfide future e sulle forme politiche più utili per valorizzare l'anomalia trentina.
Luigi Olivieri, "L'Adige", 12 dicembre 2014

continua...


Tonini contesta sia Dellai che Rossi

Il senatore della Valsugana, Giorgio Tonini, renziano e membro della segreteria nazionale del Pd con delega proprio sulle autonomie locali, interviene nel dibattito in corso nel centrosinistra autonomista trentino in termini critici sia verso il governatore Ugo Rossi, che ritiene più importante l'asse con la Svp che con il Pd per la difesa dell'autonomia, che nei confronti delle recenti mosse di Lorenzo Dellai, il quale è stato capace di attirare mezzo Pd trentino alla sua convention.
L. Patruno, "L'Adige", 9 dicembre 2014

continua...


Il Pd non può essere scalato

Caro Direttore,
ho letto con interesse le sue riflessioni rispetto a scalate e scalatori. Certo, arrampicare è un esercizio sano, ma come ogni scalatore sa, la montagna va conosciuta bene. Il PD, per la sua conformazione e storia, è più un percorso da fare insieme che una vetta da scalare in solitaria.
Elisa Filippi, "L'Adige", 9 dicembre 2014

continua...


Robol: il Pd deve ritrovare vigore e all'Upt chiedo più coerenza nell'azione di governo

«Riconosco con molta franchezza che il Pd ha difficoltà a fare vedere di essere la prima forza del Trentino, e in questo si inserisce molto bene Dellai; ma non ho capito qual è il suo progetto politico, perché va bene, come dice Renzi, allargare a tutte le forze democratiche, ma lo si fa partendo dal Pd non distruggendolo per fare un'altra cosa».
"L'Adige", 9 dicembre 2014

continua...


L'iniziativa di Dellai - Di OLIVI e ZENI gli interventi più politici

Sono stati quelli di Luca Zeni e di Alessandro OIivi gli interventi più politici, quelli che ieri hanno toccato il tema della necessità di un rapporto più stretto tra Pd e Upt rispetto a un Patt che sembra deciso ad andare avanti per la sua strada, una strada diversa, che si sta sempre più divaricando benché si tratti di un alleato nonché il partito del presidente.
C. Bert, "Trentino", 7 dicembre 2014

continua...


L'iniziativa di Dellai - "Asse con il Pd"

«Nella nostra cultura non ci sono predellini». Dalla convention di Sanbapolis Lorenzo Dellai non lancia nuovi partiti. Quantomeno non lo fa come fece nel 2011 Berlusconi, quando annunciò da un’autonomibile che Forza Italia e An sarebbero diventati il Pdl.
C. Bert, "Trentino", 7 dicembre 2014

continua...


Robol richiama alla coesione: «Così non può durare»

E avverte Dellai: «C’è il Pd, non mi interessano altre creature». Olivi: "Rossi lasciato solo? Schiocchezze". Nel centrosinistra autonomista il clima resta di alta tensione il giorno dopo la convention del governatore Ugo Rossi.
C. Bert, "Trentino", 6 dicembre 2014

continua...


Basta visioni solitarie: apriamo i cantieri delle idee

La Provincia non può più risolvere tutti i problemi. La strada da intraprendere è quella di aprire molti cantieri dove elaborare idee. Con il consueto rigoroso acume Simone Casalini, nel suo editoriale pubblicato sul Corriere del Trentino di martedì, ha individuato nelle iniziative di governatore ed ex governatore della Provincia autonoma il rischio di un’ulteriore divisione nel centrosinistra autonomista che può essere scongiurato solo rimettendo al centro politica e cultura.
Alessandro Olivi, "Corriere del Trentino", 4 dicembre 2014

continua...