Archivio notizie pagina 24

La Svp ora rischia di finire come la DC

Sembrava impermeabile, la Südtiroler Volkspartei, alla crisi che trent'anni fa ha sventrato la politica italiana e aperto una transizione che ancora fatica a trovare sbocco in un nuovo equilibrio. E invece. ha scritto ieri il direttore Faustini, la Svp sembra voler fare di tutto per autodistruggersi, anche a rischio di disperdere un patrimonio storico.
Giorgio Tonini, 4 aprile 2022

continua...


Cooperativa la Mimosa: è necessario un intervento congiunto PAT-Cooperazione

La liquidazione della cooperativa Mimosa rischia di avere un forte impatto di crisi sulla comunità dell’Alto Garda, e non solo, perché poche sono le imprese di dimensioni analoghe in Trentino, se si pensa che dei complessivi 270 dipendenti, 210 si trovano in Trentino, con 13 milioni di euro di fatturato ed una diversificazione di attività in ben sei diverse aree d'intervento.
Trento, 1 aprile 2022

continua...


Impugnative dello Stato: uno scontro senza fine

Fin dall’esordio della corrente Legislatura è emersa la contrapposizione costante fra la Provincia e lo Stato che non paiono riuscire a concordare una strategia sulla competenza di molte materie, riportando le stesse ad oggetto del contenzioso costituzionale.
Trento, 31 marzo 2022

continua...


TRENTO. “Non accadrà come nel 2018. Tra settembre e ottobre faremo chiarezza sui criteri per la scelta del futuro candidato presidente e poi affronteremo compatti le politiche e le provinciali”. La segretaria del Partito Democratico del Trentino, Lucia Maestri, guarda ai prossimi appuntamenti elettorali.
G. Fin, "Il Dolomiti", 28 marzo 2022

continua...


Olivi: «Manifattura, un progetto che anticipò la transizione ecologica. Un vantaggio che non va sprecato. Si apra alla città e punti sull'economia green»

Hanno fatto bene il PD Rovereto e la circoscrizione di Borgo Sacco a proporre il completamento del progetto di riqualificazione architettonica dell’area manifatturiera, il più grande investimento pubblico realizzato a Rovereto negli ultimi decenni.
Alessandro Olivi, 30 marzo 2022

continua...


Ancora un femminicidio. Serve una nuova cultura

Non trovo parole adatte per commentare questo ennesimo terribile caso di femminicidio che sconvolge il Trentino e l’intera comunità. Con sgomento e dolore prendo atto che quando accadono questi aberranti episodi di violenza di un uomo su una donna, tutta la comunità si interroga sui perché e si riscopre dentro una modernità culturale che fa un passo avanti e due indietro.
Sara Ferrari, 29 marzo 2022

continua...


Insieme per l'Ucraina

Carissime e carissimi,
da nove giorni e nove notti l’Europa, l’Italia e il mondo sono sconvolti e attoniti dall’orrore della guerra. Nel cuore dell’Europa, i principi di libertà e democrazia di uno Stato, che liberamente ha scelto la sua forma di governo, vengono messi, brutalmente, in discussione dal dittatore russo, che, con la potenza di eserciti ed armi, e con attacchi irresponsabili persino alle centrali nucleari, intende riportare indietro di ottant’anni le lancette della storia.
Lucia Maestri, 4 marzo 2022

continua...


GRUPPO PDT: "Bene il bonus energia ma no alle discriminazioni"

Registriamo con soddisfazione che oggi la Giunta provinciale ha approvato un intervento a favore delle famiglie più in difficoltà per far fronte all’emergenza innescata dal forte aumento del costo dell’energia, così come noi del Partito Democratico del Trentino abbiamo chiesto con un ordine del giorno approvato dal Consiglio provinciale. Peccato che la Giunta non perda il vizio della discriminazione tra famiglie fragili.
Trento, 25 marzo 2022

continua...


Una via trentina per l'idroelettrico

Il drastico aumento dei costi dell'energia e la siccità di questi mesi ci obbliga a riaccendere i riflettori sulla questione della produzione idroelettrica trentina. L'anno scorso la Giunta provinciale - nonostante la forte opposizione dei Gruppi di minoranza e degli enti locali - ha deciso di approvare una pericolosa riforma del settore idroelettrico.
Alesso Manica, 25 marzo 2022

continua...


Rifugiate ucraine professioniste della sanità: una risorsa per i connazionali e per il nostro sistema sanitario

Non solo il decreto legge del governo del 21 marzo 2022 per l’emergenza in Ucraina, ma anche la deliberazione della Giunta provinciale del 2 aprile 2021 della Giunta prevedono la possibilità per le strutture sanitarie e socio-sanitarie di assumere temporaneamente medici e operatori socio-sanitari in possesso di abilitazione conseguita all’estero, che intendono esercitare temporaneamente la professione sul territorio della provincia autonoma di Trento, con contratti a tempo determinato o con incarichi libero professionali, anche di collaborazione coordinata e continuativa.
Trento, 24 marzo 2022

continua...


Manica: Esistono alternative all’estensione della rete del gas?

Nei giorni scorsi il Consiglio delle Autonomie Locali ha dato il via libera all'intesa con la Provincia per la metanizzazione di 47 Comuni del Trentino occidentale, dalla Val di Non alla Val di Sole fino alle Giudicarie, che oggi non sono raggiunti dal metano e si riscaldano con il gasolio.
Trento, 22 marzo 2022

continua...


A22: la Giunta proroga i compensi stellari del Cda al 2025

È giusto, comprensibile, ragionevole che i vertici dell’Autobrennero guadagnino più del presidente della Repubblica, in deroga alla legge dello Stato e alla legge regionale, che prevedono che nessun amministratore di società pubbliche, o a prevalente partecipazione pubblica, possa ricevere compensi superiori ai 240.000 annui lordi e onnicomprensivi?
Trento, 17 marzo 2022

continua...


Appello alla Giunta provinciale: inviare subito la protezione civile ai confini dell'Ucraina

Davanti al quotidiano acutizzarsi della guerra in Ucraina ed agli appelli all’aiuto per i profughi e per la popolazione rimasta in patria, il Volontariato trentino, come sempre, sta rispondendo in maniera esemplare, anche attraverso il moltiplicarsi di iniziative private, mobilitate per portare soccorsi ed aiuti nelle regioni di confine con l’Ucraina.
Luca Zeni, 15 marzo 2022

continua...


Luca Zeni interroga: Quali interventi per la zootecnia trentina in pericolo?

Nel caos dettato dall’aumento improvviso dei prezzi dei prodotti energetici e dalla guerra che incide sul costo degli alimenti per il bestiame, la zootecnia di montagna, in Trentino come altrove, rischia una crisi irreversibile e di enorme valenza sul versante delle politiche della montagna. Si tratta di una situazione che si sta rivelando ormai insostenibile e che necessita di immediati interventi, ma anche di una chiara programmazione per il futuro.
Trento, 14 marzo 2022

continua...


Caro energia, il Pd impegna la Giunta ad aumentare l’Assegno unico: “La situazione economica di molte famiglie trentine rischia di peggiorare”

Approvato l’odg del Partito democratico che impegna la Provincia a incrementare l’Assegno unico per approntare misure a sostegno delle famiglie trentine permettendo loro di far fronte all’incremento del costo della vita.
"Il Dolomiti", 11 marzo 2022

continua...


pg. 24 di 530