Archivio notizie pagina 18

Più ricerca significa più futuro: un patto fra scienza e politica

Eravamo il paese di Leonardo, Galileo,  Fermi, Carlo Rubbia e Rita Levi Montalcini,  e siamo diventati il paese dei “questo lo dice lei!”, delle fake news, in cui qualunque sciocchezza è in grado di influenzare le scelte politiche.
Roberto Battiston, "Democratica", 17 maggio 2019

continua...


#Europee2019 - Con chi stanno i popolari?

Vorrei rassicurare la senatrice Conzatti: non sono mai stato fidanzato con la Svp. Mi sono fidanzato una volta sola, con mia moglie, quarant'anni fa. Con la Svp (e con il Patt) noi del Pd siamo solo amici, grandi amici. Siamo stati, a lungo, alleati: a Bolzano, a Trento, in Regione, a Roma e anche a Bruxelles. Con risultati straordinariamente positivi per la nostra autonomia speciale.
Giorgio Tonini, 16 maggio 2019

continua...


Luca Zeni: «Quali sono, al di là dei proclami, le linee di politica turistica della Giunta provinciale?»

Abbondantemente oltrepassata la tradizionale soglia dei “primi cento giorni”, durante i quali ogni nuova Amministrazione pubblica si orienta e si ambienta nei nuovi ruoli assunti, sembra giunto il momento della verifica di alcuni proclami proposti dall’attuale maggioranza in campagna elettorale.
Trento, 15 maggio 2019

continua...


Migranti e capoluogo nella sfida per Roma

Giulia Merlo (Pd, sostenuta da una coalizione di centrosinistra), Martina Loss (Lega, sostenuta da una coalizione di centrodestra) e Lorenzo Leoni (Movimento 5 stelle) si sfidano sul collegio di Trento per un posto che vale l’ingresso alla Camera dei deputati. Il seggio è quello lasciato libero dalla leghista Giulia Zanotelli, poi eletta in Provincia e nominata assessora nella giunta Fugatti. Qui si sfidano su immigrazione, Autonomia speciale e futuro del capoluogo.
D. Baldo, "Corriere del Trentino", 14 maggio 2019

continua...


La regia improvvisata di Fugatti

A margine del confronto fra la Giunta provinciale e sindacati, il governo dell'autonomia appare sempre più avvolto nell'equivoco che il mandato coincida con il progetto di governo, sul quale si misurano le capacità della politica di interpretare il presente per orientare il futuro.
Luca Zeni, "Trentino", 13 maggio 2019

continua...


«Ora l'Europa va difesa dai sovranisti (italiani)»

Carlo Calenda è stato ieri a Trento (e a Rovereto) per raccontare la sua idea di Europa. L'ex ministro dello Sviluppo economico, animatore di «Siamo europei», è il capolista del Pd nel nordest per le elezioni europee del 26 maggio. In questo colloquio Calenda affronta i temi principali.§
F. Gonzato, "Trentino", 12 maggio 2019

continua...


#Europee2019 - Ecco perché molti trentini potrebbero votare per 'Forza Italia' a loro insaputa

Il prossimo 26 maggio, in occasione delle elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo, molti trentini potrebbero votare per Forza Italia "a loro insaputa".
Convinti in perfetta buona fede di votare per Südtiroler Volkspartei e Patt.
Giorgio Tonini, 11 maggio 2019

continua...


PD Levico Laghi: "Questo modo di fare politica non ci appartiene. Chiarimento urgente"

La vicenda che ha coinvolto Tommaso Acler, candidato sindaco della coalizione di centro destra e un candidato di una lista concorrente, con relativa denuncia in Procura, sta destando sconcerto e turbamento nei cittadini di Levico. 
PD Levico Laghi, 12 maggio 2019

continua...


Ddl semplificazione, no al ritorno alle procedure al massimo e ribasso e no al ritorno del “liberi tutti” sulle seconde case

Giovedi nella terza commissione del Consiglio provinciale sono iniziate le audizioni sul ddl semplificazione, promosso dalla Giunta. La Commissione ha avuto modo di audire un ampio numero di soggetti collettivi. Due le questioni più discusse: quella relativa alla volontà di tornare a fare ampio uso della procedura di appalto al massimo ribasso, e quella relativa alla volontà di cancellare la cosiddetta “Legge Gilmozzi” sulle seconde case.
Alessio Manica, 10 maggio 2019

continua...


Enrico Letta: «L’Italia resterà sola»

Letta riflette sul voto di maggio: «I sovranismi stanno arretrando, l’onda si fermerà al Brennero. Altrove vinceranno gli europeisti. La vittoria della Lega in Trentino è stato un momento di svolta. Per me è stato un momento doloroso. Questa Provincia ha sempre rappresentato un punto di riferimento fondamentale per riflessioni europeiste, riformiste, autonomiste, e per l’attenzione ai valori della solidarietà.»
M. Montanari, "Corriere del Trentino", 9 maggio 2019

continua...


Rovereto - Il Pd spalanca le porte a Francesco Valduga

Senza voler fare il lavoro degli altri, come si può pensare ad una alleanza con i civici se si esclude Francesco Valduga, che è non solo il loro sindaco ma addirittura l'artefice del progetto che li ha fatti nascere, coalizzare e vincere le ultime elezioni comunali? Il Pd, diceva ieri per i "Popolari" Roberto Maffei, ponendo la pregiudiziale su Valduga parte con il piede sbagliato.
L. Marsilli, "Trentino", 9 maggio 2019

continua...


Educare al rispetto

Bene ha fatto l'università a riaprire un dibattito ampio sulle questioni dell'educazione e valorizzazione delle differenze di genere. Su questi temi nessuno può permettersi di contravvenire a quella pari dignità sociale che la Costituzione proclama.
Roberto Battiston, 8 maggio 2019

continua...


Calenda: «Governo, il banco presto salterà. Industria e scuola senza risposte»

Guida la lista del Nordest e si rivolge direttamente alle imprese, alle industrie, alle categorie economiche. Orfane, a suo dire, di una rappresentanza politica («Oggi prevale solo l’assistenzialismo, non c’è attenzione per le politiche industriali»). L’ex ministro Carlo Calenda, capolista del Pd alle prossime europee, osserva le frizioni del governo legastellato con la certezza che l’esecutivo sia ormai prossimo a spirare («Il banco salterà»).
M. Damaggio, "Corriere del Trentino", 8 maggio 2019

continua...


Roberto Battiston: “Dall’Asi alle europee. La mia ultima sfida per fermare la fuga di giovani all’estero”

In molti avrebbero preferito non vederlo scendere in politica e paradossalmente sono gli stessi che ora potrebbero votalo alle prossime elezione europee. Roberto Battiston, classe 1956, ha diretto l’Agenzia Spaziale Italiana (Asi) risanandola e ottenendo ottimi risultati. Era arrivato nel 2014, a seguito di una selezione competitiva valutata da un comitato internazionale. Ma il 6 novembre 2018, senza motivo apparente, il ministro dell'Istruzione leghista Marco Bussetti gli ha revocato l’incarico.
J. D'Alessandro, "La Repubblica", 7 maggio 2019

continua...


"+Europa" appoggia Merlo e Donei

+Europa Trento scioglie le riserve ed in vista delle elezioni suppletive si schiera con le candidate dell'Alleanza Democratica Autonomista Giulia Merlo e Cristina Donei. Lo ha reso noto il comitato promotore del gruppo trentino, che spiega che «è necessario porre un argine alla politica di chiusura sui diritti e sulle libertà della maggioranza che governa il Trentino».
"Trentino", 6 maggio 2019

continua...


pg. 18 di 456