welfare e salute pagina 10

«Leadership al Pd? Non è questione di vita o di morte»

«Non siamo un partito, siamo una somma di singoli, e questi personalismi esasperati mi fanno temere per il futuro del Pd». Alessio Manica, capogruppo Dem in consiglio provinciale, per indole non è uno che alza i toni. Ma di fronte al nuovo vicolo cieco in cui il suo partito sembra essersi infilato, non nasconde amarezza e preoccupazione.
C. Bert, "Trentino", 8 febbraio 2017

continua...


Zeni: «Politiche per gli anziani cruciali. Non mi attendo sgambetti dal Pd»

 «Si tratta di una riforma importantissima. Servirà a dare risposte concrete a un problema che ognuno di noi ha vissuto, o vive. Per questo, sono sicuro che dal mio partito non arriverà alcuno sgambetto. La ratio della legge è già stata condivisa dall’assemblea di Pd». A parlare è Luca Zeni, la riforma che domani sarà presentata al gruppo dem in mattinata e alla maggioranza nel pomeriggio è quella delle «politiche per gli anziani».
T. Scarpetta, "Corriere del Trentino", 7 febbraio 2017

continua...


#TRENTO - Centro di accoglienza, cantiere entro il 2017

Annunciata già nell’estate di cinque anni fa (quando venne appositamente modificato il piano regolatore del Comune di Trento) la struttura di accoglienza di via Lavisotto vedrà forse la luce in tempi brevi. Così almeno assicura l’assessore provinciale alla salute e alle politiche sociali, Luca Zeni, in risposta a un’interrogazione presentata dalla consigliera Violetta Plotegher.
"Trentino", 6 febbraio 2017

continua...


Emergenze: centralizzazione efficace. Ictus e infarti, decessi più che dimezzati

La centralizzazione dei servizi sanitari non serve solo a fare cassetta. In alcuni casi, può salvare la vita. In Trentino, lo ha già fatto. Da quando si è deciso di portare direttamente a Trento le persone soccorse a rischio vita, grazie al servizio di elisoccorso 24 ore su 24, il tasso di mortalità è precipitato dal 6,4% del 2012 al 2,9% del 2014.
T. Scarpetta, "Corriere del Trentino", 4 febbraio 2017

continua...


Arco, il punto nascite e la post-verità

Caro Direttore, la vicenda del punto nascita di Arco è diventata simbolo locale del dibattito sulla post-verità. Si è ormai usciti dalla legittima, anche dura, discussione sulle politiche sanitarie, e si è entrati in una disarmante rappresentazione della realtà che è faticoso smascherare. Lei mi ha invitato a rispondere al Suo lettore, il quale sostiene che la Provincia ha inviato dati errati a Roma, e che non ha comunicato la chiusura di Tione.
Luca Zeni, "Trentino", 3 febbraio 2016

continua...


La riunione della Delegazione, la mozione sui flussi migratori e la discussione della legge sul testamento biologico

Mercoledì si è svolta a Roma la riunione della Delegazione italiana presso l'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa, in vista della sessione plenaria della settimana prossima a Strasburgo.
Michele Nicoletti, 20 gennaio 2017

continua...


Blitz dei Nas, tutti promossi gli ospedali trentini

Nonostante la sanità resti uno dei temi più caldi del dibattito politico in Trentino, le cose non sembrano andare così male. Ai riconoscimenti nelle classifiche nazionali, si aggiunge il riconoscimento indiretto dei Nas. Le verifiche a tappeto fatte in questi giorni nei pronto soccorsi, anche in orario notturno, hanno dato tutte esito negativo: nulla da segnalare.
D. Roat, "Corriere del Trentino", 20 gennaio 2017

continua...


«Riforma della Rsa, linee pronte. Non tratterò: l’ok c’è o non c’è»

 Per una partita che sta per chiudersi («Sul punto nascita di Cavalese invieremo a Roma tutti i documenti, vedremo se ci accorderanno altro tempo o no), un’altra è sul punto di riaprirsi: «La riforma delle Rsa è quasi pronta, abbiamo recepito alcune osservazioni, ora non sono disposto a farne oggetto di mercato: vedrò la maggioranza, o c’è il via libera o non c’è». Luca Zeni, assessore alla salute, fa il punto della situazione sui molti nodi aperti della sanità.
A. Papayannidis, "Corriere del Trentino", 15 gennaio 2017

continua...