welfare e salute pagina 29

Cooperazione internazionale e alimentazione sostenibile, la V Commissione proporrà due mozioni

Cooperazione internazionale e profughi, Maestri propone una mozione "di commissione" sull'utilizzo mirato dello 0. 25% del bilancio, no di Civica e Lega. Alimentazione sostenibile, proposta una mozione per sollecitare la giunta ad attuare la legge provinciale 22 del 2009.
Ufficio Stampa Provincia, 29 ottobre 2015

continua...


«Risorse dalla burocrazia ai servizi»

«Spostiamo risorse dalla burocrazia ai servizi». Così l'assessore alla salute Luca Zeni replica alle critiche dell'Upipa, l'unione che associa le diverse case di riposo, fermamente contraria alla proposta di un'unica azienda al posto delle 41 attuali: «Gli anziani non paghino per il Not», hanno replicato il presidente Moreno Broggi e il direttore Massimo Giordani. Ma l'assessore Zeni resta convinto che la strada da seguire sia questa. 
"L'Adige", 29 ottobre 2015

continua...


La sanità secondo Zeni - "Il mio Not"

INTERVISTA A LUCA ZENI - «Fusione delle case di riposo: unica Rsa Cambia la legge, risparmio di 15 milioni. Nel 2016 la riforma dei servizi  sociali, con voucher e accreditamenti. Al via la riorganizzazione degli ospedali di valle: Tione, Cavalese e Borgo avranno il pronto soccorso e medicina interna, più una o più specializzazioni. Il resto passa a Trento, che può diventare un unicum con Rovereto».
P. Giovanetti, "L'Adige", 26 ottobre 2015

continua...


#Not in mano a Zeni, Biasioli e i due Gilmozzi «Tutti i dati sul tavolo, poi si sceglie l’area»

TRENTO Mauro Gilmozzi e Luca Zeni per la Provincia; Paolo Biasioli e Italo Gilmozzi per il Comune. Saranno loro, insieme ai tecnici di Piazza Dante e Palazzo Thun, a scrivere nelle prossime settimane parole e numeri decisivi per individuare l’area su cui sarà costruito il nuovo ospedale del Trentino. A Mattarello, dove vuole la Provincia, o in via al Desert, a Trento sud, da sempre la preferita del Municipio. 
A. Papayannidis, "Corriere del Trentino", 24 ottobre 2015

continua...


Ius culturae, gli effetti in Trentino. Nuovi diritti per 3.300 bambini

"Ius soli temperato e ius culturae": la dicitura è latina, ma il tema è di stretta attualità. Si tratta dell'acquisizione della cittadinanza italiana da parte dei cosiddetti "immigrati di seconda generazione" e dei figli di stranieri che siano arrivati in Italia prima di compiere i 12 anni. Nicoletti: "Si è scelto di puntare sul radicamento della famiglia e del minore in Italia. E' un primo passo positivo, ci porta in linea con le migliori politiche dei paesi europei".
M. Romagnoli, "Corriere del Trentino", 23 ottobre 2015
Leggi l'articolo in pdf

continua...


#TRENTO - "Ospedale, la scelta non va calata dall'alto"

Il monito, pur con sfumature diverse, va nella stessa direzione: sulla proposta dello spostamento del Nuovo ospedale del Trentino da via al Desert a Mattarello, avvertono i rappresentanti cittadini di PD e Cantiere civico democratico, "serve un coinvolgimento del consiglio comunale".
M. Giovannini - A. Papayannidis, "Corriere del Trentino", 22 ottobre 2015
Leggi l'articolo in pdf

continua...


«Associazioni, i fondi sono pronti»

«Entro la fine del 2015 saremo in grado di liquidare tutti i saldi 2014 e gli anticipi 2015». Lo ha detto l'assessore alla cooperazione e allo sviluppo della Provincia di Trento, Sara Ferrari, intervenuta ieri all'assemblea annuale delle associazioni del settore.
"L'Adige", 21 ottobre 2015

continua...


#MEZZOLOMBARDO - Il nuovo "S. Giovanni": firmato l'accordo fra Zeni e i sindaci

Ampliare e completare l’offerta di servizio specialistico ambulatoriale in modo da permettere al "San Giovanni" di diventare un centro diagnostico completo e attraente e possibilmente fruibile anche nella formula della prenotazione privata. Questo l'obiettivo generale che ispira l'atto aggiuntivo al protocollo d'intesa fra Provincia e Comuni della Rotaliana e della Paganella del 2010 sul nuovo ospedale rotaliano.
Ufficio Stampa Provincia, 19 ottobre 2015

continua...