economia e lavoro pagina 9

"Cave: una riforma vera, coraggiosa, che guarda al futuro"

"Fino a qualche mese fa in molti erano pronti a scommettere che questa legge non sarebbe stata approvata, considerato che oggettivamente produce una sorta di rivoluzione nel comparto. Ma alla fine abbiamo tagliato il traguardo. Oggi prende il via una riforma che non poteva più attendere, solida, coraggiosa, che guarda al futuro".
Ufficio Stampa Provincia, 3 febbraio 2018

continua...


Cave di porfido, battaglia sulla riforma

 «Questa legge è una rivoluzione che scardina un sistema opaco. Deve temerla chi vuole continuare a muoversi nelle nebbie». L’assessore Alessandro Olivi difende a spada tratta la riforma del settore del porfido su cui ieri si è aperta la discussione in consiglio provinciale. In aula è approdato un testo frutto dell’unificazione dei ddl della giunta e del consigliere Walter Viola (Pt), contro cui pendono 400 emendamenti ostruzionistici delle opposizioni, insieme a un altro testo di Filippo Degasperi (M5S).
C. Bert, "Trentino", 1 febbraio 2017

continua...


«Reddito di attivazione provinciale (Asdi), amplieremo i criteri»

Le domande per il reddito di attivazione, la risposta trentina all’Asdi nazionale, sono poche, meno del previsto. Per questo motivo, Alessandro Olivi annuncia «una revisione dei criteri di accesso che ci permetta di essere più inclusivi».
T. Scarpetta, "Corriere del Trentino", 29 gennaio 2017

continua...


«Cmi, soluzione collettiva»

Oggi sindacati e rappresentanti aziendali si siederanno intorno a un tavolo che non promette nulla di buono. È quello per la mobilità dei 57 dipendenti di Confezioni Moda Italia (Cmi) di Mattarello, che con l’anno nuovo hanno scoperto di non avere più un lavoro. Ieri l’incontro con l’assessore Alessandro Olivi, che pare aver acceso qualche speranza tra i lavoratori.
T. Scarpetta, "Corriere del Trentino", 24 gennaio 2017

continua...


Noi trentini non vogliamo respingere il mercato globale, ma neanche subirlo

Nel suo editoriale di domenica il direttore Pierangelo Giovanetti propone alcune considerazioni critiche sui rapporti fra Trentino e Alto Adige, che vertono sostanzialmente sui processi di espansione nel nostro territorio di imprese sudtirolesi. Apprezziamo il valore di stimolo delle riflessioni proposte e «accettiamo la sfida», ma in un'ottica un po' più ampia e diversificata.
Ugo Rossi - Alessandro Olivi, 18 gennaio 2017

continua...


Trento #2018 - «La cultura per la città, generatrice di economia»

Un esame vero e proprio. Prima l’ esposizione, poi un’interrogazione. E’ quello che aspetta oggi a Roma il sindaco Alessandro Andreatta e la task force che lo accompagnerà, alle 15, al ministero della cultura. Sul piatto la scelta finale della città che sarà nominata capitale della cultura del prossimo anno: e Trento#2018 si presenta come un comitato super agguerrito di dieci persone.
"Trentino", 11 gennaio 2017

continua...


Calano nati, stranieri, studenti. Crescono le nuove cittadinanze. Il 68% dei residenti è soddisfatto

Un Trentino leggermente più popolato (807 persone in più, per un totale di 538.223), con meno stranieri (-3,3%) per effetto della crisi economica e un conseguente calo del tasso di fecondità. Nel complesso, una popolazione che si mantiene fra le più giovani d’Italia e che ha nelle malattie del sistema cardiocircolatorio e nei tumori le principali cause di morte, rispettivamente per femmine e maschi.
S. Voltolini, "Corriere del Trentino", 16 dicembre 2016

continua...


Biodiversità e agricoltura pulita: sfide aperte

Recentemente ho partecipato al convegno promosso dalla Confederazione Italiana Agricoltori (CIA) del Trentino dal titolo «Biodiversità, oltre la chimica verso scelte responsabili». Il tema della biodiversità è strategico tanto per l’agricoltura quanto per il futuro del nostro territorio.
Alessio Manica, "Corriere del Trentino", 15 dicembre 2016

continua...