economia e lavoro pagina 14

Noi trentini non vogliamo respingere il mercato globale, ma neanche subirlo

Nel suo editoriale di domenica il direttore Pierangelo Giovanetti propone alcune considerazioni critiche sui rapporti fra Trentino e Alto Adige, che vertono sostanzialmente sui processi di espansione nel nostro territorio di imprese sudtirolesi. Apprezziamo il valore di stimolo delle riflessioni proposte e «accettiamo la sfida», ma in un'ottica un po' più ampia e diversificata.
Ugo Rossi - Alessandro Olivi, 18 gennaio 2017

continua...


Trento #2018 - «La cultura per la città, generatrice di economia»

Un esame vero e proprio. Prima l’ esposizione, poi un’interrogazione. E’ quello che aspetta oggi a Roma il sindaco Alessandro Andreatta e la task force che lo accompagnerà, alle 15, al ministero della cultura. Sul piatto la scelta finale della città che sarà nominata capitale della cultura del prossimo anno: e Trento#2018 si presenta come un comitato super agguerrito di dieci persone.
"Trentino", 11 gennaio 2017

continua...


Calano nati, stranieri, studenti. Crescono le nuove cittadinanze. Il 68% dei residenti è soddisfatto

Un Trentino leggermente più popolato (807 persone in più, per un totale di 538.223), con meno stranieri (-3,3%) per effetto della crisi economica e un conseguente calo del tasso di fecondità. Nel complesso, una popolazione che si mantiene fra le più giovani d’Italia e che ha nelle malattie del sistema cardiocircolatorio e nei tumori le principali cause di morte, rispettivamente per femmine e maschi.
S. Voltolini, "Corriere del Trentino", 16 dicembre 2016

continua...


Biodiversità e agricoltura pulita: sfide aperte

Recentemente ho partecipato al convegno promosso dalla Confederazione Italiana Agricoltori (CIA) del Trentino dal titolo «Biodiversità, oltre la chimica verso scelte responsabili». Il tema della biodiversità è strategico tanto per l’agricoltura quanto per il futuro del nostro territorio.
Alessio Manica, "Corriere del Trentino", 15 dicembre 2016

continua...


Autonomia: è il tempo di osare e non di rivendicare

La difficile transizione politica che coinvolge il Paese non può e non deve sfociare in un rigurgito di centralismo e conservazione e il fine della «governabilità» non può permettersi di sacrificare il processo delle riforme economiche e sociali. Il Trentino, grazie a un rapporto di cooperazione col Governo, è riuscito a «mettere in sicurezza» alcune importanti acquisizioni del proprio patrimonio autonomistico.
Alessandro Olivi, 14 dicembre 2016

continua...


Incentivi per chi assume giovani, donne e over 50

 Giovani fino a 35 anni, donne, disoccupati deboli con più di 50 anni e senza lavoro da più di 12 mesi. Sono le tre categorie su cui concentra gli sforzi il Piano di politica del lavoro aggiornato ieri dalla giunta provinciale a distanza di un anno dalla sua approvazione.
C. Bert, "Trentino", 13 dicembre 2016

continua...


Sait, i lavoratori in Consiglio Provinciale. Dorigatti: "No ai licenziamenti". Olivi: "Socialmente inaccettabili"

Tutti in piazza Dante, tutti uniti i lavoratori del Sait che in 130 rischiano di rimanere a casa. Oggi c'è la seduta del Consiglio provinciale e la richiesta è quella di poter parlare con il presidente Bruno Dorigatti e con i consiglieri provinciali.
D. Baldo, 29 novembre 2016

continua...


Sostegno alle imprese innovative ma con selettività

Il Trentino è il territorio con la più elevata densità di startup innovative, 144 ogni 10 mila società di capitali. Un primato non nuovo, ribadito e consolidato anno dopo anno a partire dal 2012, che ritroviamo ora nel Rapporto Cerved Pmi 2016. Attenzione: i numeri sono importanti, ma vanno interpretati.
Alessandro Olivi, "Corriere del Trentino", 30 novembre 2016

continua...