economia e lavoro pagina 28

Anticipazione dei crediti vantati dalle piccole imprese artigiane: maggiori possibilità grazie alla delibera di Giunta

Nella seduta odierna la Giunta provinciale su mia iniziativa, anche grazie alle recenti sollecitazioni dell’Associazione Artigiani e Piccole imprese, ha preso in esame la situazione finanziaria delle piccole imprese ed in particolare di quelle dei subappaltatori nell’edilizia. Il problema dei mancati pagamenti dei crediti da parte di imprese in difficoltà è una criticità cui la Giunta intende proporre rimedio.
Alessandro Olivi, 28 luglio 2015

continua...


La ricchezza così potrà essere giusta

Vorrei riprendere i “campanelli d'allarme” che Paolo Mantovan ha sentito risuonare nelle osservazioni della Corte dei conti sul rendiconto generale della Provincia, in particolare per quanto riguarda le risorse destinate alle imprese.
Alessandro Olivi, "Trentino", 17 luglio 2015

continua...


#Ricerca: un «hub» per potenziarla

Un hub per far fare un salto di qualità alla ricerca made in Trentino. Per avere un miglior coordinamento tra operatori ed enti. E, soprattutto, per ottenere ricadute certe sul territorio, più di quanto avviene ora. Il Trentino ci investe il 2% del Pil, se si sommano spesa pubblica e privata in ricerca e sviluppo (R&S), meglio del dato nazionale. Ed è al vertice quanto a capacità di attrarre fondi comunitari. Ma non basta.
D. Sartori, "L'Adige", 15 luglio 2015
Scarica la sintesi del PROGRAMMA PLURIENNALE DELLA RICERCA

continua...


Ammortizzatori, partirà il fondo

Se c'è una visione in cui l'idea politica meglio esprime la propria identità è quella che riguarda la creazione della ricchezza. Una visione che oggi, spesso, finisce per sbiadirsi all'interno di modelli stereotipati.
Alessandro Olivi, "L'Adige", 15 luglio 2015

continua...


Nuove aree commerciali: il Trentino cambia rotta

La precedente normativa provinciale sul commercio, risalente a primi anni 2000, aveva previsto contingenti per aree commerciali di grandi dimensioni a favore di 42 comuni per circa 60.000 metri quadrati. Con la nuova norma, attuata ora con l’adozione da parte delle Comunità di Valle dei piani stralcio del commercio, i metri quadrati previsti per nuove grandi strutture di vendita sono all’incirca 15.000, gran parte dei quali riservati al recupero di immobili già esistenti.
Alessandro Olivi, 11 luglio 2015

continua...


Ex Italpums di Storo, un nuovo approccio alla promozione dei siti industriali abbandonati

Nel compendio ex Italpumps di Storo si insedierà la Waris S.r.l. di Condino, azienda che opera nel settore delle energie rinnovabili come produttrice di moduli fotovoltaici. L’offerta dell’azienda ha risposto ad un bando di Trentino Sviluppo. Waris S.r.l. farà un investimento in macchinari e impianti specialistici di un milione di euro. Trentino Sviluppo parteciperà all’investimento, intervenendo con manutenzioni straordinarie sull’immobile per 1,5 milioni di euro.
Alessandro Olivi, 8 luglio 2015

continua...


Faccia a faccia - OLIVI: "Il mondo economico rinnovi il concetto di rappresentanza". Panizza: "E' inutile parlare senza offrire soluzioni, serve concretezza"

OLIVI: "E' necessario mettere al centro il metodo concertativo, ma esiste un problema, la frammentazione categoriale. Lancio quindi una sfida alle categorie economiche: visto che la nostra forza è stata la partecipazione, perché non facciamo uno sforzo per innovare il concetto di rappresentanza e dare voce alla parte più dinamica? Non è possibile costruire su alcune partite un'organizzazione e un interlocutore unico? Ognuno deve assumersi la sua parte di responsabilità".
A. Rossi Tonon, "Corriere del Trentino", 6 maggio 2015
Leggi l'articolo in pdf!

continua...


Piano provinciale per la RICERCA - Cibo e meccatronica. E incentivi per i «cervelli»

TRENTO Alimentazione e agricoltura sostenibile, meccatronica, ambiente ed energia, qualità della vita. Per fare della ricerca, spesso di eccellenza, un motore di crescita del territorio, la Provincia punta sulla “specializzazione intelligente” in settori produttivi e ambiti tecnologici considerati strategici a livello locale, evitando i cosiddetti finanziamenti a pioggia. Annunciato il mese scorso dall’assessora Sara Ferrari, il programma pluriennale della ricerca per la XV legislatura è pronto, frutto del confronto con gli attori del sistema trentino: un documento che parte dal contesto europeo e nazionale, individua le aree prioritarie e le strategie.
"Trentino", 29 giugno 2015

continua...