economia e lavoro pagina 22

Progettone, dopo 25 anni tempo di svolta. Il Ministro Poletti: "Siete un modello"

Ha accompagnato alla pensione oltre 4 mila persone. Ha assicurato un reddito e dignità a donne e uomini che, avanti con l’età, avevano scarse opportunità di reimpiego. Ha funzionato da robusto ammortizzatore sociale ed anche, per le imprese, da implicito strumento di ristrutturazione. In 25 anni di attività il Progettone si è rivelato un’esperienza positiva.
R. Colletti, "Trentino", 4 novembre 2015

continua...


Olivi: «Irap, l’aliquota base sarà più bassa»

Irap più favorevole per le aziende trentine. La Provincia sta studiando un taglio superiore a un punto percentuale dell’aliquota base fissata al 3,9%. Ne beneficerebbero le imprese di tutti i settori e categorie. Lo ha comunicato Alessandro Olivi, vicepresidente della giunta, al termine della riunione sul bilancio 2016 con Giulio Bonazzi e Roberto Busato, presidente e direttore di Confindustria Trento.
S. Voltolini, "Corriere del Trentino", 4 novembre 2015

continua...


Politica del lavoro, più integrazione tra pubblico e privato

TRENTO Via libera dalla giunta provinciale al nuovo documento degli interventi di politica del lavoro per il periodo 2015-2018. Il piano contiene le azioni che la Provincia autonoma può attivare per sostenere l’occupazione nel territorio trentino. «È un piano che si pone nettamente sotto il segno del cambiamento e dell'innovazione - sottolinea Olivi - e i punti di discontinuità rispetto al passato consentiranno di migliorare l'efficienza delle politiche pubbliche in questo settore.
"Trentino", 3 novembre 2015

continua...


La Finanziaria 2016 della Provincia, una manovra di sgravi

Il combinato disposto tra gli sgravi fiscali decisi dal governo, con la sua legge di stabilità, e quelli della giunta provinciale porteranno nel 2016 a una riduzione di imposte molto significativa per le imprese trentine - tra Ires, Imis e Irap - di complessivi 197 milioni di euro, ovvero 37 milioni in più rispetto agli sconti del 2015, che si fermavano a 160 milioni. Olivi: "Imprimiamo una svolta decisiva per la defiscalizzazione, a favore della crescita".
L. Patruno, "L'Adige", 29 ottobre 2015

continua...


Assegnisti di ricerca, c’è il sussidio

Arriva in Trentino l'indennità di disoccupazione per gli assegnisti di ricerca, una novità assoluta a livello nazionale per una categoria di lavoratori (dell’università e degli enti di ricerca) che non gode di alcun ammortizzatore sociale. La misura, a cui hanno lavorato gli assessori Alessandro Olivi (lavoro) e Sara Ferrari (università e ricerca) con i sindacati, è contenuta nel nuovo piano di politica del lavoro approvato dalla Commissione per l’impiego (dove sono rappresentati Provincia e parti sociali) e che andrà in giunta provinciale lunedì prossimo.
"Trentino", 28 ottobre 2015

continua...


Meno Imis in cambio di tutele sociali. Sei proposte per la finanziaria provinciale

TRENTO Imis per le imprese differenziata su base geografica, sgravi fiscali legati alla responsabilità sociali delle imprese. Alessandro Olivi, vicepresidente democratico della giunta, spiega perché l’impostazione della manovra provinciale ha bisogno di un colpo d’ala. «Non sono nemico degli albergatori, ma facciamo un fisco del merito».
A. Papayannidis, "Corriere del Trentino", 21 ottobre 2015

continua...


#ROVERETO, Progetto Manifattura - Arriva Rtr, la «regina» del fotovoltaico

Il sole splende su Progetto Manifattura: è stato firmato ieri il contratto di insediamento del gruppo Rtr, primo produttore in Italia di energia elettrica con impianti fotovoltaici. Grazie ai suoi 119 impianti in tutta Italia, questo comparto produce energia equivalente al consumo annuo di 160 mila famiglie: a Rovereto ha portato gli uffici direzionali, il polo di sviluppo e la sede operativa. Rtr si insedia in Innovation Factory, nel cosiddetto Edificio dell'Orologio.
B. Goio, "L'Adige", 22 ottobre 2015

continua...


«Qualità e specializzazione nel rilancio delle botteghe»

«Bene ha fatto Rovereto a scegliere la riqualificazione degli spazi già esistenti, trasformando un vecchio magazzino (dell'Orvea, ndr) in un nuovo incubatore commerciale. È stata una decisione equilibrata, che ha evitato di aggiungere nuove aree commerciali sul territorio». Parte da qui la risposta del vice presidente della Provincia di Trento ed assessore allo sviluppo economico ed al lavoro, Alessandro Olivi, alle reazioni che si susseguono in città sui nuovi negozi che aprono in periferia.
L. Pizzini, "L'Adige", 19 ottobre 2015

continua...