economia e lavoro pagina 23

«Qualità e specializzazione nel rilancio delle botteghe»

«Bene ha fatto Rovereto a scegliere la riqualificazione degli spazi già esistenti, trasformando un vecchio magazzino (dell'Orvea, ndr) in un nuovo incubatore commerciale. È stata una decisione equilibrata, che ha evitato di aggiungere nuove aree commerciali sul territorio». Parte da qui la risposta del vice presidente della Provincia di Trento ed assessore allo sviluppo economico ed al lavoro, Alessandro Olivi, alle reazioni che si susseguono in città sui nuovi negozi che aprono in periferia.
L. Pizzini, "L'Adige", 19 ottobre 2015

continua...


«Un'anagrafe dei sussidi al reddito»

Un'anagrafe di tutti i sussidi pubblici di sostegno al reddito (per evitare cumuli su una stessa persona oggi non immediatamente riscontrabili) e una revisione degli aiuti esistenti, che saranno accorpati in un assegno unico, che avrà natura non solo monetaria ma in parte avrà la forma di buoni di servizio (voucher). Sono queste le principali novità a cui sta lavorando il vicepresidente della Provincia, Alessandro Olivi, che ha la competenza oltre che sugli ammortizzatori sociali, per chi perde il lavoro, anche sul reddito di garanzia e altri interventi di sostegno economico delle famiglie.
L. Patruno, "L'Adige", 12 ottobre 2015

continua...


«Sconti selettivi su Irap e Imis»

«Dobbiamo evitare interventi cumulativi con le agevolazioni fiscali alle imprese annunciate dal governo Renzi su Ires, Irap e immobili (qui Imis, Ndr.). E la politica fiscale della Provincia per il 2016 dovrà diventare più selettiva rispetto a quanto si è fatto nel 2015 e vincolata agli investimenti, all'occupazione e alla partecipazione delle imprese al fondo di solidarietà territoriale».
L. Patruno, "L'Adige", 8 ottobre 2015

continua...


Svolta in Trentino Sviluppo, OLIVI: più sostegno ai settori sani

Il budget per i servizi alle imprese è destinato ad aumentare progressivamente: è questo il binario in cui ha intenzione di correre Trentino Sviluppo, controllata al 100% dalla Provincia. In questo modo le sue risorse vedranno una distinzine netta fra soccorso nelle situazioni di difficoltà e accelerazione del businness delle realtà sane, quelle che a conti fatti possono migliorare il tessuto economico provinciale.
E. Orfano, "Corriere del Trentino", 7 ottobre 2015
Leggi l'articolo in pdf

continua...


Youth@Work per i giovani

Lo scorso anno il 27% dei giovani trentini tra i 15 e i 24 anni, attivi nel mondo del lavoro, era disoccupato, mentre i giovani adulti dai 25 ai 34 anni avevano difficoltà nell'inserimento nel mondo lavorativo: questi i dati presentati alla conferenza stampa di ieri sera da Franco Iasenelli , segretario generale di Cgil in Trentino, per introdurre e presentare il progetto per i giovani under 35 «Youth@Work», organizzato da Udu (associazione degli studenti universitari) e dai tre sindacati Cgil, Uil e Cisl e patrocinato dalla Provincia di Trento, dal Comune capoluogo e dall'Università degli Studi di Trento.
"L'Adige", 6 ottobre 2015

continua...


Reddito di garanzia e cassa integrazione al centro dell'incontro fra il vicepresidente Olivi e il Ministro del lavoro Poletti

Giornata romana densa di appuntamenti ieri per il vicepresidente e assessore allo sviluppo economico e lavoro Alessandro Olivi che ha incontrato il ministro del lavoro e delle politiche sociali Giuliano Poletti, nell'ambito del meeting con le Regioni e Province autonome dedicato all'andamento di Garanzia giovani, il programma varato dal Governo per favorire l'occupabilità dei giovani, al Piano per le politiche attive del lavoro e alle politiche di contrasto alla povertà.
Ufficio Stampa Provincia, 2 ottobre 2015

continua...


#LEDRO - Olivi alla «Mariani» dice no all'ipotesi trasloco a Brescia

OLIVI: "Non vogliamo nemmeno prendere in considerazione ipotesi di trasferimento della fabbrica fuori provincia in quanto la Mariani è un patrimonio economico e sociale importante di cui il Trentino non vuole privarsi. Ai lavoratori dico che stiamo compiendo e compieremo ogni sforzo per garantire loro un futuro. L'ultima parola spetta ora all'azienda".
Ufficio Stampa Provincia, 1 ottobre 2015

continua...


Expo, la critica boccia il Trentino

Non è ancora tempo per un bilancio definitivo, considerato che l'Expo di Milano chiuderà i battenti tra un mese, ma le polemiche non mancano. A livello locale il confronto non può che essere tra due stand, quello del Trentino e quello dell'Alto Adige. Maestri (Pd) : «Le differenze ci sono, perché alle spalle c'è una filosofia e un'impostazione differente. Io sono stata all'Expo ormai qualche mese fa, ma è evidente come nello stand dell'Alto Adige l'aspetto emozionale sia stato ritenuto molto importante, anzi predominante. Nelle aree che ho visitato tantissimi Paesi hanno puntato sull'emozione».
"L'Adige", 30 settembre 2015

continua...