economia e lavoro pagina 10

Pensioni, le donne restano indietro: «Incassano la metà degli uomini»

 La disparità di retribuzione porta anche una differenza, sempre più marcata, tra le pensioni di uomini e donne: se per i primi, a livello regionale, si parla di 1.356 euro al mese, le donne non arrivano neppure a 700 euro, ma si fermano a quota 689. Le pensioni di vecchiaia sotto i 1.000 euro al mese interessano, al contrario, l’82% delle donne e il 36% degli uomini.
I. Graziosi, "Corriere del Trentino", 17 ottobre 2017

continua...


Micro imprese, finanziate 91 idee. La Provincia eroga 2,2 milioni

 Piazza Dante punta sulla microimprenditorialità. Ieri il vicepresidente della Provincia Alessandro Olivi ha consegnato simbolicamente a 91 nuove piccole imprese nate negli ultimi mesi il provvedimento di concessione del contributo ottenuto attraverso il bando «Nuova imprenditorialità».
A. Rossi Tonon, "Corriere del Trentino", 17 ottobre 2017

continua...


Assegno unico provinciale: un welfare solidaristico di comunità

I principali indicatori che misurano l'andamento dell'economia e del mercato del lavoro in Trentino descrivono un quadro in progressivo miglioramento.
Tuttavia se il Pil e le assunzioni aumentano non significa automaticamente che la ripresa in atto sia tale da generare effetti redistributivi.
Il nuovo ordine globale e i guasti creati dalla speculazione finanziaria hanno creato nuove arie di marginalità.
Alessandro Olivi, 7 ottobre 2017

continua...


Sait, Olivi si arrabbia: «Numeri insostenibili»

Rispedisce al mittente, al Sait, le cifre sui 116 esuberi: «Sono numeri insostenibili, che non possiamo accettare e sui quali sarà difficilissimo discutere. Si vogliono risolvere in questo modo problemi vecchi tutti in un colpo, proprio ora che i dati sulla situazione economica tornano a dare segnali positivi. Crediamo che l’intero mondo della Cooperazione debba invece farsi carico della situazione e trovare soluzioni alternative» tuona a muso duro l’assessore provinciale al lavoro Alessandro Olivi.
G. Tessari, "Trentino", 8 ottobre 2017

continua...


Assegno unico: nuovi sostegni alle famiglie più numerose e ulteriori agevolazioni per l’asilo nido e i genitori con lavoro precario

Via libera definitivo stamani dalla Giunta ai criteri di attuazione dell'assegno unico provinciale, che entrerà in vigore dal 1° gennaio 2018 interessando, secondo le stime, circa 40.000 nuclei familiari e circa 180.000 persone fisiche beneficiarie.
Ufficio Stampa Provincia, 29 settembre 2017

continua...


Il territorio come agente di sviluppo

L’economia di questo tempo ha visto mutare rapidamente e in modo radicale i suoi meccanismi di funzionamento e nel nuovo contesto della globalizzazione può sembrare strano ma riacquistano centralità e valore i Territori. Un tempo le comunità locali venivano interessate dai processi di decentramento / accentramento produttivo e si creava dall’alto una sorta di geografia economica e sociale per lo più determinata dallo spostamento delle imprese.
Alessandro Olivi, "Trentino", 23 settembre 2017

continua...


Variazioni di bilancio - Non autosufficienza: 5,7 milioni in più. Ok in commissione all’assegno unico

 Sono quasi sei i milioni di euro che la giunta ha deciso di stanziare a favore delle persone non autosufficienti in aggiunta ai 110 milioni di euro loro destinati ogni anno tra pensioni di invalidità e assegno di accompagnamento. Sono stati inseriti fra le variazioni al bilancio 2017/2019 appena deliberate, assieme a 25.000 euro per le «spese per indennizzi per danni da vaccini».
E. Ferro, "Corriere del Trentino", 19 settembre 2017

continua...


Recupero eccedenze alimentari e non: sì unanime in aula al testo unificato Avanzo-Viola-Civico

Riduzione degli sprechi, recupero e distribuzione delle eccedenze alimentari: il Consiglio provinciale ha completato la discussione del testo unificato dei tre disegni di legge di Avanzo, Civico e Viola già avviato nella sessione di luglio e lo ha approvato all'unanimità.
Consiglio Provincia Trento, 13 settembre 2017

continua...