Trento pagina 26

#TRENTO, task force su sicurezza e degrado

Andreatta: "Più vigili in città, squadre di rifugiati e lavoratori socialmente utili per migliorare la pulizia". Vertice di maggioranza, il sindaco richiama all'unità. Circoscrizioni, via libera all'indennità per i presidenti.
M. Giovannini, "Corriere del Trentino", 20 settembre 2015
Leggi l'articolo in pdf

continua...


#TRENTO - Il PD cittadino ha scelto di ridurre i costi della politica

Il Coordinamento cittadino del Partito Democratico di Trento si é riunito il 15 Settembre in forma allargata, con la numerosa presenza di consiglieri e presidenti circoscrizionali e consiglieri comunali della città, e ha discusso sulle scelte di decentramento, argomento della prossima commissione capigruppo prevista per lunedì 28 e che sará poi in aula per il voto in consiglio comunale.
Elisabetta Bozzarelli, Trento, 16 settembre 2015

continua...


Autonomie: Betta è il vice di Gianmoena

Sarà il sindaco di Arco, Alessandro Betta, il braccio destro di Paride Gianmoena alla guida del nuovo Consiglio delle autonomie. Voto unanime (salvo quello dell'interessato), sul suo nome proposto da Gianmoena per la vicepresidenza dell'organo di rappresenza di Comuni e Comunità di valle del Trentino, interlocutore della Provincia, chiamato a breve a pronunciarsi su una partita delicata come quelle degli ambiti delle gestioni associate obbligatorie. Su Betta, Gianmoena, eletto presidente la scorsa settimana, «passa» senza discussioni.
"L'Adige", 10 settembre 2015

continua...


#TRENTO - Andreatta: «Sicurezza, a breve saremo operativi»

«Con Pattini c'è un rapporto positivo, lo afferma lui stesso. Ducati dice più o meno la stessa cosa e Panetta ha dichiarato che comunque lavorerà per il bene della città». Rispetto alle critiche mosse da Patt e Upt sulla gestione dei primi mesi di legislatura - temi della sicurezza e grandi partite urbanistiche (Not e Valdastico) - il sindaco Alessandro Andreatta prende il bicchiere mezzo pieno. Sottolinea cioè i riconoscimenti positivi e invita a concedere ancora qualche giorno di tempo prima di criticare e dire che finora si è fatto poco.
D. Battistel, "L'Adige", 5 settembre 2015

continua...


#TRENTO - Freno sulla Valdastico. Andreatta: «Tutelerò il mio territorio. Trento non ha bisogno di altre ferite»

«Noi siamo democratici...». Per dire, con le parole di Andreatta, «che ci sono delle commissioni, c'è un Consiglio comunale, ci sono percorsi condivisi da seguire». Su Valdastico Nord, per la quale la Giunta provinciale ha accettato di «aprire» e vedere le carte con la Regione Veneto e quel Governo di centrosinistra che, in realtà, spinge per il completamento e lo sbocco in valle dell'Adige dell'A31.
D. Sartori, "L'Adige", 2 settembre 2015

continua...


Intervista a MARIA GRAZIA ZORZI: «Il Comune valorizzi gli edifici abbandonati»

Saranno i beni comuni e della vivibilità, i temi da affrontare con più urgenza dopo la pausa di Ferragosto, alla circoscrizione di San Giuseppe Santa Chiara. Ne parliamo con la presidente Maria Grazia Zorzi, che nell'ultimo consiglio ha stilato le priorità del bilancio di previsione triennale, che costituiscono i punti qualificanti da perseguire.

continua...


#TRENTO - Linee programmatiche 2015-2020, mediazione sulla funivia

Sulle linee programmatiche del mandato 2015-2020 per il sindaco Andreatta e i consiglieri la discussione sarà ancora lunga. Perché, nonostante alcuni degli emendamenti siano stati recepiti nel testo (tra questi molti di quelli PD), gran parte di quelli delle minoranze, oltre 2.000 in tutto, sono stati respinti. Andreatta: "Le linee programmatiche esprimono un indirizzo, sono propedeutiche alla stesura del bilancio e non devono di  per sè fornire costi o tempi di realizzazione. Esse non possono inoltre travisare il programma elettorale".
E. Dossi, "Corriere del Trentino", 8 luglio 2015
Leggi l'articolo in pdf

continua...


#VALDASTICO - Brugnara: "Pirubi? Interessi di lobby"

Egregio direttore,
chiedo gentilmente uno spazio per intervenire, nel ruolo di consigliere comunale del capoluogo, sull’ipotesi di nuova autostrada Valdastico Nord (con sbocco in Trentino con un mix  di gallerie-svincoli-viadotti-bretelle), idea vecchia di 40 anni che ha ripreso vigore per l’insistenza della Regione Veneto e del suo governatore Zaia e della potente lobby A4 Holding SpA (già Autostrada Brescia Verona Vicenza) presieduta dal sindaco di Verona Tosi. Un’idea che ritengo dannosa e inutile per il Trentino e per il capoluogo. Di seguito espongo alcune considerazioni.
Intervento sulla Valdastico di MICHELE BRUGNARA inviato ai quotidiani, 5 luglio 2015

continua...