Trento pagina 26

Democrazia anti astensione

Entro il prossimo dicembre, il Comune di Trento è tenuto a modificare il proprio Statuto in base a quanto previsto in materia di partecipazione dalla Legge Regionale 11/2014. Su questo tema, l'associazione apartitica Più Democrazia in Trentino si è attivata negli scorsi mesi, proponendo a giugno un tavolo di lavoro aperto a tutti i consiglieri e i cittadini.
"L'Adige", 25 ottobre 2015

continua...


#Not in mano a Zeni, Biasioli e i due Gilmozzi «Tutti i dati sul tavolo, poi si sceglie l’area»

TRENTO Mauro Gilmozzi e Luca Zeni per la Provincia; Paolo Biasioli e Italo Gilmozzi per il Comune. Saranno loro, insieme ai tecnici di Piazza Dante e Palazzo Thun, a scrivere nelle prossime settimane parole e numeri decisivi per individuare l’area su cui sarà costruito il nuovo ospedale del Trentino. A Mattarello, dove vuole la Provincia, o in via al Desert, a Trento sud, da sempre la preferita del Municipio. 
A. Papayannidis, "Corriere del Trentino", 24 ottobre 2015

continua...


#TRENTO - Stazione all’ex Sit e polo espositivo in Destra Adige «Nucleo centrale dell’azione della legislatura»

TRENTO L’immagine l’ha disegnata Alessandro Andreatta: «Ricordo ancora una delle prime tavole portate a Trento dall’architetto catalano Joan Busquets. In quel piano, si prevedeva lo spostamento della stazione delle autocorriere, permettendo così alla badia di San Lorenzo di recuperare il giusto spazio». Un «sogno» che in parte, nei prossimi anni, potrebbe diventare realtà. Niente interramento della ferrovia e creazione del tanto discusso boulevard , sia chiaro: ma lo spostamento della stazione potrebbe in effetti essere realizzato. 
M. Giovannini, "Corriere del Trentino", 24 ottbre 2015

continua...


Intervista ad ALESSANDRO ANDREATTA - Trento Nord: «Non decide la Provincia»

«L'assessore Daldoss si è allargato un po' troppo, forse ha nostalgia del suo essere stato sindaco per tre, quattro consigliature». Il sindaco di Trento Alessandro Andreatta misura le parole, prudente. Calibra gli aggettivi. Ma replica deciso. Lo fa perché l'intervista rilasciata a l'Adige dall'assessore all'urbanistica della Provincia, con la sua proposta di realizzare un parco pubblico sulle aree inquinate di Trento Nord ed altre aree verdi sui siti dismessi e degradati, per dare da subito una risposta al bisogno di vivibilità, «sanare le ferite e renderle fruibili», lo ha spiazzato.
D. Sartori, "L'Adige", 23 ottobre 2015

continua...


#TRENTO - "Ospedale, la scelta non va calata dall'alto"

Il monito, pur con sfumature diverse, va nella stessa direzione: sulla proposta dello spostamento del Nuovo ospedale del Trentino da via al Desert a Mattarello, avvertono i rappresentanti cittadini di PD e Cantiere civico democratico, "serve un coinvolgimento del consiglio comunale".
M. Giovannini - A. Papayannidis, "Corriere del Trentino", 22 ottobre 2015
Leggi l'articolo in pdf

continua...


Flussi migratori nel Comune di Trento 2014: diminuiscono gli immigrati italiani e stranieri

Nel 2014 le persone che si sono iscritte all’anagrafe del Comune di Trento sono state 3.075, il 16,9 % in meno dell’anno precedente. Diminuiscono sia le immigrazioni di italiani (-15,6 %) che, in misura leggermente maggiore, quelle straniere (-18,9 %).
Ufficio Stampa comune di Trento, 6 ottobre 2015
SCARICA il DOCUMENTO COMPLETO

continua...


“Il dramma dell'ex Sloi una ferita per la città di Trento”

“Quel che è accaduto ieri sera all'ex Sloi è una ferita per la città di Trento.  Ci dispiace che la vita di quel ragazzo abbia avuto una fine così tragica, che i tentativi di aiutarlo nel passato non siano andati a buon fine”. Così il sindaco di Trento Alessandro Andreatta commenta il dramma avvenuto la scorsa notte nell'area ex Sloi di Trento Nord.
Ufficio Stampa Comune di Trento, 1 ottobre 2015

continua...


#NoiSiamoTrento - Profughi volontari per la pulizia della città

“Noi siamo Trento” entra nel vivo. Parte infatti questa settimana una delle iniziative qualificanti del progetto, che mira a coinvolgere il maggior numero di cittadini in un'operazione di cura e manutenzione della città. Protagonisti oggi sono i profughi ospitati in città, che si dedicheranno nel prossimo periodo alla pulizia dei vari quartieri di Trento.
Trento, 28 settembre 2015

continua...