Trento pagina 8

#TRENTO - Ieri il vertice di maggioranza senza gli autonomisti. Prg, ex Atesina e polo culturale le priorità

 Alessandro Andreatta preferisce affrontare subito la spina nel fianco. «Dispiace che il Patt abbia deciso di non partecipare» sottolinea il primo cittadino del capoluogo al termine del primo vertice di maggioranza post-rimpasto, che ieri ha richiamato a Palazzo Thun tutte le forze della coalizione tranne gli autonomisti (assessori compresi) e l’upitino Massimo Ducati.
M. Giovannini, "Corriere del Trentino", 18 novembre 2018

continua...


#TRENTO - Serra: «Apriamo al M5S in vista del 2020»

Le critiche al rimpasto del sindaco Andreatta che ha ceduto due assessorati ai consiglieri di Futura, sacrificandone uno del Cantiere e uno del Pd, non si fermano. E mentre l'ex governatore Ugo Rossi ribadisce che l'alleanza di centrosinistra è morta e dal Cantiere arrivano bordate per avere umiliato il centro, il capogruppo del Pd in consiglio comunale Paolo Serra è fiducioso: «Bisogna ritrovare motivazioni ed argomenti per arrivare a dei risultati concreti in questo ultimo anno e mezzo di consiliatura.
"Trentino", 11 novembre 2018

continua...


#TRENTO - «Rimpasto, nessun retropensiero: voglio l’unità»

 Alessandro Andreatta proprio non ci sta. Sentirsi definire «uomo solo al comando» — una critica che gli è stata mossa da più parti dopo il contestato rimpasto di giunta — lo ha amareggiato. «Non è vero che non ho sentito nessuno per il nuovo assetto della giunta» spiega il sindaco del capoluogo.
M. Giovannini, "Corriere del Trentino", 10 novembre 2018

continua...


La crisi di Palazzo Thun - Gilmozzi: stiamo uniti

Dagli assessori Italo Gilmozzi e Chiara Maule arriva un appello all’unità nella giunta comunale di Trento. «La buona amministrazione dipende dalla nostra compattezza. Il sindaco torni a far sentire i centristi a casa» chiede Gilmozzi. Per Maule, la maggioranza deve porsi come alternativa alla Lega, ma «non c’è pericolo di un’agenda al ribasso».
E. Ferro, "Corriere del Trentino", 9 novembre 2018

continua...


#TRENTO - «Maggioranza, subito la verifica»

«Serve immediatamente un incontro di maggioranza». Appena rientrato dal Vietnam, Paolo Serra si ributta «nella mischia». E dopo giornate di tensioni e polemiche per il rimpasto di giunta deciso dal sindaco Alessandro Andreatta, il capogruppo comunale del Pd fissa non solo l’agenda, ma anche qualche punto fermo per cercare di rimettere ordine in un quadro decisamente agitato.
M. Giovannini, "Corriere del Trentino", 6 novembre 2108

continua...


«Io sindaca? Si decida con le primarie»

«Un’investitura da parte di Andreatta? No, non l’ho letta così. E non mi è nemmeno stata chiesta ancora la disponibilità a candidarmi a sindaco nel 2020. Nel caso, valuterò. Ma mi auguro che la scelta della figura più adatta avvenga tramite primarie, all’interno di una rosa di nomi». Mariachiara Franzoia non si scompone: a chi la invita a guardare alle prossime comunali dopo la «promozione» ottenuta dal primo cittadino, l’assessora risponde riportando l’attenzione al presente, sostenendo di volersi concentrare sul lavoro dell’ultimo anno e mezzo di consiliatura («Mi impegnerò per l’unità della coalizione»).
M. Giovannini, "Corriere del Trentino", 2 novembre 2018

continua...


Pacher: «Centrosinistra e autonomisti si ritrovino»

«Non bisogna spaventarsi, la democrazia ha un andamento ciclico». Alberto Pacher, da buono psicologo, prova a preservare il centrosinistra dalla depressione post-sconfitta e suggerisce anche da dove ripartire: «Il rapporto con gli autonomisti va ricucito».
T. Scarpetta, "Corriere del Trentino", 28 ottobre 2018

continua...


IL VOTO A TRENTO - Andreatta: "La cultura leghista si combatte con azioni concrete"

Ammette la sconfitta del centrosinistra, e non potrebbe essere diversamente, ma il sindaco Alessandro Andreatta è anche convinto che la coalizione che guida il Comune di Trento tenga. Anzi. Se il centrosinistra si fosse presentato unito con i partiti che sono al governo cittadino, avrebbe vinto.
"Trentino", 23 ottobre 2018

continua...