Trento pagina 30

"Trento, ora un'idea di città"

Pacher: "Lo sforzo del Comune per mantenere in equilibrio il sistema, in una fase di cambiamento radicale, ha tolto le energie sufficienti per proporre un'idea di città organica, senza la quale ogni singolo problema diventa dirimente. Ora questa visione generale va ripresa e comuinicata.
M. Giovannini, "Corriere del Trentino", 16 maggio 2015
Leggi l'articolo in pdf!

continua...


#TRENTO - Robol: «Serve una giunta coraggiosa e decisionista»

Sei anni fa era stato tra i più votati del Pd con 712 preferenze personali. Molti il giorno dopo lo spoglio lo facevano già assessore, ma sbagliavano. Nel 2009, infatti, Alessandro Andreatta - che pure gli era stato compagno di giunta per qualche mese ai tempi del sindaco Pacher - gli preferì il compagno di partito Michelangelo Marchesi, che pure aveva qualche centinaio di voti in meno.
D. Battistel, "L'Adige", 18 maggio 2015

continua...


100 giorni per cambiare Trento: subito vigili in piazza e squadra antifurti

TRENTO Più vigili sulle strade, in azione la nuova “squadra speciale per la pulizia e il decoro”, l’avvio del confronto con la Provincia sulle grandi partite urbanistiche in sospeso. I primi cento giorni dell’Andreatta bis vedranno il sindaco di Trento affrontare importanti scenari di prospettiva ma anche mettere in campo una visibile risposta al problema della microcriminalità e del degrado, che spesso procedono di pari passo.
"Trentino", 14 maggio 2015

continua...


#TRENTO, il Pd primo partito in 10 circoscrizioni su 12

Il Pd è il primo partito in 10 Circoscrizioni su 12. In 9 è sopra il 30% dei voti. In una (Oltrefersina) supera il 40%. In due ha la maggioranza assoluta dei seggi: Villazzano e Oltrefersina. Non è primo partito in Bondone, battuto dalla civica Noi per le nostre comunità per 5 voti, e a Mattarello, dove la Civica Torre Franca lo supera di soli 3 voti. 
GUARDA TUTTI I RISULTATI http://bit.ly/risultatiTN 
"L'Adige", 12 maggio 2015

continua...


#TRENTO - Andreatta tiene botta grazie al Pd

Il Partito Democratico si dimostra più forte delle polemiche e delle beghe interne e conferma la fiducia di quasi un elettore su tre perdendo solo ottocento voti rispetto al 2009 ma confermando sostanzialmente le sue percentuali. Il centrosinistra autonomista mantiene ancora saldamente le redini della città nonstante i 7.00 voti persi.
F. Gottardi, "L'Adige", 12 maggio 2015

continua...


#TRENTO - «Contento per me triste per la Lega»

Rispetto a sei anni fa ha perso per strada quasi il 10% di preferenze e oltre settemila voti, ma ha vinto al primo turno ed è quello che conta. È un Alessandro Andreatta soddisfatto e rilassato, nonostante le tre ore di sonno, quello che ieri mattina di buonora si è ripresentato a Palazzo Geremia, che rimarrà la sua casa anche nei prossimi cinque anni.
F. Gottardi, "L'Adige", 12 maggio 2015

continua...


Comunali 2015 - COMUNICATO STAMPA

Il Gruppo consiliare provinciale e il  Partito Democratico del Trentino esprimono la piena soddisfazione per i risultati ottenuti ed augurano buon lavoro ai tanti sindaci e consiglieri, appartenenti o sostenuti dal PD, eletti al primo turno In un contesto caratterizzato da una preoccupante crescita dell’astensionismo, su cui anche il nostro partito è chiamato a fare una profonda riflessione e a mettere in campo modalità nuove di rapporto fra cittadini e politica, non si può che ribadire la conferma del ruolo del Pd del Trentino come primo partito della coalizione e garante della coesione della stessa. L’importanza della coalizione ha permesso in diversi comuni l’affermazione del progetto del centro sinistra autonomista.
Il nostro pensiero e il nostro impegno è dunque oggi diretto ai comuni e ai candidati sindaci chiamati alla prova del ballottaggio, affinché il risultato finale consegni a quelle amministrazioni guide forti ed autorevoli.

continua...


Andreatta: «Il Pd è andato bene. Mi rattrista il voto alla Lega»

«Renzi mi ha chiamato, si è complimentato ed era molto soddisfatto. Ha detto che in questo momento così difficile anche per l’astensionismo in tanta parte del Paese aver vinto al primo turno è un grande successo». A riferirlo è il sindaco di Trento, Alessandro Andreatta (Pd), a cui il voto delle comunali di ieri ha consegnato il secondo mandato, sostenuto dalla coalizione di centrosinistra autonomista. Ha portato a casa il 53,7% a fronte del 64,42% del 2009, quando in qualità di vicesindaco era arrivato già reggente dall’ottobre del 2008, perchè il suo predecessore, Alberto Pacher, era stato eletto in Provincia, dov’era diventato vicepresidente.
"L'Adige" online, 11 maggio 2015

continua...