news nazionali pagina 11

Abbiamo capito il segnale che è arrivato il 4 marzo

Con la fiducia di Camera e Senato al governo Conte, si è conclusa la più lunga crisi post-elettorale della storia della Repubblica. Grazie alla paziente fermezza del presidente Mattarella, ha trovato uno sbocco politico e istituzionale un risultato elettorale che solo eufemisticamente può essere definito dirompente. Il M5S, col 32 per cento dei voti, diventa il primo partito italiano.
Giorgio Tonini, "Democratica", 8 giugno 2018

continua...


Andreatta: la democrazia è stata delegittimata

 È stato il primo 2 giugno dai colori giallo-verde e mai come quest’anno la politica ha fatto sentire il peso della sua presenza. Il più duro, dal palco di piazza Duomo, davanti alle rappresentanze militari e a una folla pronta a celebrare il 72° anniversario della Repubblica italiana, è stato il sindaco di Trento, Alessandro Andreatta: «Poche volte il compleanno della Repubblica è stato festeggiato in un clima politico così conflittuale. Mai la democrazia rappresentativa è stata così delegittimata.
S. Pagliuca, "Corriere del Trentino", 3 giugno 2018

continua...


#FestivalEconomia2018 - Boeri a Conte: «Welfare, copiate il Trentino»

In occasione dell’anniversario dei 120 anni dalla fondazione dell’INPS e in concomitanza con il Festival dell’Economia, questo pomeriggio, presso il Centro Europa di Trento, si sono confrontati Tito Boeri , Presidente dell’Istituto nonché Direttore scientifico del Festival, il vicepresidente e Assessore allo Sviluppo Economico e Lavoro della Provincia autonoma di Trento Alessandro Olivi, e il Direttore della sede Inps del Trentino Marco Zanotelli.
Ufficio Stampa Provincia, 1 giugno 2018

continua...


Il nostro grazie a Mattarella

Mattarella è uscito sorridente a salutare e ringraziare i giornalisti. Immagino che il presidente andrà a dormire sereno questa sera. Ha fatto un capolavoro. Con la pazienza e la lucidità di un artificiere, ha disinnescato una bomba che avrebbe potuto risultare disastrosa per l’Italia e per l’Europa.
Giorgio Tonini, 31 maggio 2018

continua...


Tutelare la sovranità dell’Italia significa rafforzare il suo peso in Europa, non uscirne

Dall’insegnante all’operaio, dall’autotrasportatore all’albergatore, dall’imprenditore all’agricoltore, non vi è categoria della società che non abbia “convenienza” nell’appartenenza all’Unione Europea.
Elisa Filippi, "Democratica", 30 maggio 2018

continua...


#IOSTOCONMATTARELLA, in tanti a Trento in piazza. Si chiude con l'inno di Mameli e Bella Ciao

Quasi 400 persone e tante associazioni e gruppi politici hanno deciso di partecipare alla manifestazione indetta solo poche ore prima. Oltre al sostegno simbolico al Capo della Stato, si è voluto ribadire i concetti di autonomia, Europa e si sono toccati temi importanti come il lavoro e l'economia.
C. Patruno, "Il Dolomiti", 30 maggio 2018

continua...


#IOSTOCONMATTARELLA, oggi alle 18 la mobilitazione davanti al Commissariato del Governo

I gravi fatti a cui stiamo assistendo in questi giorni e in queste ore richiedono una presa di posizione consapevole ed una mobilitazione attiva e diffusa.
E’ in atto un grave attacco alle Istituzioni e in particolare alla persona del Presidente della Repubblica, e dunque alla Costituzione, allo Stato e alla stessa unità nazionale.
Trento, 29 maggio 2018

continua...


«L’uscita dall’Europa? Un suicidio»

«L’uscita dall’Europa e dall’euro, per l’Italia, sarebbe un suicidio». Giorgio Tonini è quasi incredulo: «Non capisco — spiega l’esponente del Pd, ex presidente della commissione Bilancio del Senato — come si possa pensare il contrario».
M. Giovannini, "Corriere del Trentino", 29 maggio 2018

continua...