accoglienza profughi pagina 5

Calano nati, stranieri, studenti. Crescono le nuove cittadinanze. Il 68% dei residenti è soddisfatto

Un Trentino leggermente più popolato (807 persone in più, per un totale di 538.223), con meno stranieri (-3,3%) per effetto della crisi economica e un conseguente calo del tasso di fecondità. Nel complesso, una popolazione che si mantiene fra le più giovani d’Italia e che ha nelle malattie del sistema cardiocircolatorio e nei tumori le principali cause di morte, rispettivamente per femmine e maschi.
S. Voltolini, "Corriere del Trentino", 16 dicembre 2016

continua...


«Il Trentino accoglie» 6 dicembre in piazza a fianco dei migranti

«Dopo gli ultimi, vili, pericolosi atti di chiara impronta razzista che hanno colpito strutture per l'accoglienza di richiedenti protezione internazionale, abbiamo il dovere di dare voce a chi crede che la solidarietà, l'accoglienza e l'ospitalità siano ancora valori vivi nella comunità trentina».
C.Bert,"Trentino", 20 novembre 2016

continua...


L'agenda europea sulla migrazione e l'appello "No all'Europa dei muri"

Oggi si è svolto al Senato il convegno dal titolo "L'agenda europea sulla migrazione: a che punto siamo?", organizzato e promosso dall'europarlamentare Cécile Kyenge per riflettere sul fenomeno delle migrazioni, sugli strumenti per farvi fronte a livello nazionale ed europeo e sulle proposte della Commissione europea relative alla revisione del diritto d'asilo e al superamento del Regolamento di Dublino III.
Michele Nicoletti, 18 novembre 2016

continua...


#LAVARONE - Zeni: «Non ci fermeremo davanti a questi atti vili»

Atti vili, che non fermeranno gli sforzi, compiuti da oltre 40 Comuni, per l'accoglienza dei richiedenti asilo. Ma anche il percorso per il loro inserimento sociale. Che ha portato, in alcune realtà virtuose come Baselga di Piné, persino a contratti di assunzione degli “ospiti” in alcune attività economiche locali. L’assessore provinciale alle politiche sociali Luca Zeni non ha nessuna intenzione di cedere a ricatti. Anzi.
L. Marognoli, "Trentino", 17 novembre 2016

continua...


COMUNICATO STAMPA -

Il Partito Democratico del Trentino esprime piena solidarietà al Sindaco e alla comunità di Lavarone per il vigliacco attentato perpetrato nei confronti della struttura che ospiterà a breve 24 profughe nigeriane. Un attentato che non è stato solo contro le ragazze che devono arrivare lunedì, ma contro l’intera comunità trentina, che ha nell’accoglienza e nella solidarietà i suoi tratti distintivi.
Trento, 16 novembre 2016

continua...


"Sull'accoglienza dei profughi diciamo no alle paure e alle strumentalizzazioni. Il Trentino dell'Autonomia è altra cosa"

"No alle paure, no alle reazioni irrazionali e soprattutto no al razzismo. Il Trentino è una terra di accoglienza, che ha sempre fatto, civilmente, senza drammi, con senso di responsabilità, la sua parte, sia nell'accogliere i migranti sia in tante altre circostanze difficili. Lo stiamo facendo anche adesso, assumendoci le nostre responsabilità e a volte prendendo le distanze da chi vorrebbe risolvere il problema con l'isolamento e i muri."
Ufficio Stampa Provincia, 16 novembre 2016

continua...


Italo Gilmozzi, Pd: «Odioso ci sia chi specula su Soraga»

Italo Gilmozzi, segretario del Pd, ci tiene a sottolineare un paio di concetti sul’attentato all’albergo di Soraga: «Quanto è accaduto non ci rappresenta in alcun modo. La comunità trentina non merita di vedersi addossare un’immagine di intolleranza.
"Trentino", 1 novembre 2016

continua...


L’accoglienza della gente di montagna

Quanto accaduto recentemente a Soraga, il tentativo di dare alle fiamme una casa destinata all’accoglienza dei richiedenti asilo, non è stato solo un atto violento contro trenta migranti, ma un attentato ai valori della nostra comunità.
Mattia Civico, "Trentino", 2 novembre 2016

continua...