accoglienza profughi pagina 16

#MIGRANTI - Nicoletti: "Un piano Marshall"

In regione l'1% dei profughi accolti nel Paese, uno ogni 1.911 abitanti. In questi giorni Nicoletti, presidente della delegazione italiana presso l'Assemblea Parlamentare del Consiglio d'Europa, è a Strasburgo: !Questa è stata la più grande tragedia umanitaria dopo la seconda guerra mondiale. In questi giorni questo è uno dei temi centrali qui a Strasburgo e si sta rendendo conto della situazione anche Bruxelles".
"Corriere del Trentino", 22 aprile 2015
Leggi l'articolo in pdf!

continua...


Borgonovo Re: «Profughi, il Trentino può fare di più»

A fronte di un’assegnazione da parte dello Stato al Trentino di 431 persone, i profughi distribuiti nelle strutture di accoglienza di 12 territori comunali sono (a ieri) 395, compresi gli ultimi 40 arrivati nei giorni scorsi, tutti richiedenti asilo, tutti letteralmente “pescati” dalle acque del Mediterraneo nel corso delle operazioni “Mare Nostrum” e “Triton”. Di questi 395, a Trento dimorano in 99 mentre a Rovereto sono 160 (di cui 100 nel centro di accoglienza di Marco).
"Trentino", 22 aprile 2015

continua...


Niente silenzio per i profughi morti in mare

Il sindaco Andrea Miorandi, in apertura di consiglio comunale, ha proposto un minuto di silenzio in ricordo della tragedia nel mare di Sicilia costata la vita a centinaia di immigrati che tentavano di raggiungere le coste italiane. Un invito raccolto da tutti eccetto che dai consiglieri della Lega Nord e di Fratelli d’Italia che hanno invece abbandonato l’aula consiliare.
"Trentino", 22 aprile 2015

continua...


PROFUGHI - Borgonovo fiduciosa: "Vincerà la razionalità"

L'ex consigliere provinciale Vincenzo Passerini, oggi neopresidente per il Trentino Alto Adige del Coordinamento nazionale comunità di accoglienza, ieri sull' Adige ha stigmatizzato il silenzio delle forze politiche del centrosinistra autonomista che governa il Trentino sulla tragedia umanitaria dei dei profughi da accogliere, che fuggono da guerre e massacri dittature e che qui si vedono chiudere le porte in faccia da sindaci e Comunità di valle.
L. Patruno, "L'Adige", 22 febbraio 2015

continua...


1200 km: la cifra dell’accoglienza?

Questa mattina, alla lettura del Corriere della Sera, mi è mancato il respiro: nella stessa pagina in cui la cronaca riporta il triste conteggio dei 300 naufraghi in mare, assiderati e inghiottiti dal Mediterraneo a 1.200 chilometri da casa nostra, la Provincia pubblicizza il Trentino, con i suoi 1.200 chilometri di piste da sci. “Ti aspettiamo sulle dolomiti: un viaggio di 1.200 chilometri”.
Mattia Civico, 13 febbraio 2015 

continua...


Profughi, l'affondo di Borgonovo: "Ci sono sindaci irresponsabili"

Borgonovo Re: "Irresponsabili i sindaci che non comprendono il dovere inderogabile della solidarietà, che si fanno intimorire dall'accoglienza, senza comprendere che ogni territorio deve fare la sua parte. In Trentino i profughi sono 431, uno sforzo esiguo rispetto a quello richiesto ad altre province italiane".
S. Pagliuca, "Corriere del Trentino", 13 febbraio 2015
Leggi l'articolo in pdf! 

continua...


Kyenge e Nicoletti, Pd: «il Trentino deve accogliere i profughi»

Dopo che il Ministero dell’Interno ha annunciato che al Trentino sono stati assegnati altri 150 profughi che potrebbero essere trasferiti dai centri di accoglienza nazionale nei prossimi giorni senza ulteriore preavviso sono cominciate le polemiche fra chi dici che è doveroso ospitarli e fra invece chi non li vuole sul territorio trentino.
Da "La Voce del Trentino", 20 dicembre 2014 

continua...


Profughi, 50 abiteranno in alloggi comunali

Alla fine, il Trentino si è rivelato per quello che è: un popolo solidale. Aperto. Generoso. "Anche se, forse, a volte dev'essere sollecitato e aiutato ad eliminare paure e pregiudizi" come pensa anche l'Assessora Borgonovo Re, con delega nel campo dell'immigrazione extracomunitaria.
M. Zamattio, "Corriere del Trentino", 18 dicembre 2014
Leggi l'articolo in pdf! 

continua...