Archivio notizie pagina 1

«Autonomia dinamica e solidale per sfidare la frammentazione. Politiche, servono figure solide»

Dribbla velocemente le domande su seggi e nomi in vista delle prossime Politiche. Anche se qualche indicazione la abbozza: «Oggi più che mai si dovranno scegliere persone competenti, in grado di essere “ponte” tra Roma e il nostro territorio».
M. Giovannini, "Corriere del Trentino", 19 novembre 2017

continua...


Esuberi Sait, ultimatum dalla Provincia

Sulla vicenda Sait l'assessore al lavoro Alessandro Olivi alza la voce. La mediazione sulla trattativa da domani dovrebbe passare al Servizio lavoro della Provincia dopo lo stop arrivato dai sindacati sui i criteri di licenziamento proposti dall'azienda: «Ma i numeri degli esuberi sono troppo alti. Questa vicenda mette a rischio la reputazione stessa della Cooperazione.
G. Tessari, "Trentino", 19 novembre 2017

continua...


Piero Fassino a Trento per conto di Renzi. Incontro con Dellai e con i Verdi: "Unire il centrosinistra per vincere le elezioni''

L'ex segretario dei Ds Piero Fassino, l'ex sindaco di Torino, il pontiere incaricato da Renzi che dovrà convincere le anime del centrosinistra a raggrupparsi per vincere le elezioni di inizio primavera è arrivato a Trento. Ufficialmente per presentare il suo libro, "Pd davvero", ma nel suo viaggio trentino mette a segno una doppietta niente male. 
D. Baldo, "Il Dolomiti", 18 novembre 2017

continua...


Assegno unico provinciale: ieri il dibattito con Chiara Saraceno e il vicepresidente Alessandro Olivi

Entrerà in vigore il 1° gennaio 2018 l'Assegno unico provinciale, portando profonde trasformazioni al sistema della protezione sociale e di sostegno alle famiglie del Trentino. Quanto questa novità sia attesa, e quanto importanti siano le aspettative generate, lo si è visto anche ieri sera, in occasione dell'incontro con la sociologa Chiara Saraceno, su invito del vicepresidente e assessore allo sviluppo economico e lavoro Alessandro Olivi.
Ufficio Stampa Provincia, 20 novembre 2017

continua...


FASSINO: «Bene il progetto territoriale del Pd»

 «I valori di una forza progressista non cambiano, ma cambiano le modalità con cui si fanno vivere». Tutte le ragioni che nel 2007 spinsero a fondare il Pd, secondo Piero Fassino esistono ancora. Oggi, alle 17 presso la sala Sosat in via Malpaga, l’ex ministro presenterà il suo nuovo libro «Pd davvero» (La nave di Teseo, 264 pagine, 19 euro) in cui ripercorre la storia dei primi dieci anni del partito mettendo in luce nuove sfide e immaginando come superarle.
"Corriere del Trentino", 17 novembre 2017

continua...


Serve il «Pd davvero» per costruire, insieme agli italiani, un futuro di speranza e di fiducia

Non è più rinviabile l'avvio di una seria costruzione di un Pd «nuovo» anche nella forma organizzativa, nel linguaggio e nelle relazioni politiche e sociali. Costruzione che non può che muovere da un riconoscimento.
Piero Fassino, 17 novembre 2017

continua...


Fassino, il «pontiere» Pd. «Dialogo aperto con Dellai»

È uno dei protagonisti politici di questi giorni, perché Renzi gli ha affidato la missione di provare a mettere insieme i pezzi del centrosinistra, da Bersani a Pisapia, i Verdi e i radicali. L'«ambasciatore» Piero Fassino sarà oggi Trento (sala della Sosat, via Malpaga, alle 17) e poi a Bolzano (alle 20.30 al teatro Cristallo, dove dialogherà col nostro direttore Alberto Faustini) per presentare il suo libro «Pd davvero».
F. Gonzato, "Trentino", 17 novembre 2017

continua...


«Ius soli, brutta pagina della coalizione»

L'asciuttezza di un tweet che fa più rumore di lunghi discorsi: «Mi vergogno del Consiglio regionale sullo Ius soli. E misuro la tragica debolezza del centrosinistra». Parole affidate ai social dall'ex coordinatore provinciale del Pd, Maurizio Agostini. L'inciampo del centrosinistra autonomista sulla mozione per caldeggiare lo stop a Roma alla legge allo Ius soli (l'aveva presentata Walter Kaswalder) è di quelli che vanno aldilà delle mere conseguenze pratiche di un documento d'intenti: «Non c'è dubbio.
"Trentino", 17 novembre 2017

continua...


Welfare anziani: il Consiglio provinciale approva la riforma

“E’ una riforma che fornisce ai territori e alle comunità di valle, tutti gli strumenti necessari per mettere in campo un sistema di servizi agli anziani capace di rispondere concretamente ai bisogni delle famiglie”. Così l’assessore alla politiche sociali Luca Zeni commenta l’approvazione, oggi pomeriggio in Consiglio provinciale, del disegno di legge che riforma l’assistenza agli anziani in Trentino.
Luca Zeni, 17 novembre 2017

continua...


L'arcivescovo Tisi: «Dall'anno prossimo mostreremo i nostri bilanci». L'assessore Luca Zeni: «Pronti 200 posti letto»

Il volto dei poveri ci interroga e ci sconvolge. Mette in crisi le ricette della politica, le risposte della Chiesa e i resoconti del giornalismo. Di questo si è parlato presso l'Aula magna del Seminario Maggiore di Trento, alla presenza dell'arcivescovo Lauro Tisi, degli assessori Zeni (Provincia) e Franzoia (Comune) e di di giornalisti.
"Trentino", 17 novembre 2017

continua...


#TRENTO - Prg, obiettivi condivisi: mobilità tema clou

Mosè Ricci mette d’accordo tutti. O meglio, gli obiettivi del Piano regolatore generale che ha presentato mercoledì ( Corriere del Trentino di ieri) e che incontrano approvazione bipartisan: dal Pd ai Cinque stelle, da Civica trentina a Insieme Trento, la prima bozza di documento che dovrebbe portare alla revisione del Prg riceve commenti positivi.
E. Ferro, "Corriere del Trentino", 17 novembre 2017

continua...


Giovani, cittadinanza, memoria: rinnovata la convenzione tra le province di Trento e Bolzano

Giovani, memoria, legalità e formazione degli operatori sono al centro dell'efficace collaborazione tra le province di Trento e Bolzano. Oggi - su proposta dell'assessora Sara Ferrari - è stata approvata la convenzione che rinnova la partnership già in essere anche per il biennio 2018-2019.
Ufficio Stampa Provincia, 16 novembre 2017

continua...


Prove di coalizione: Dellai vede Guerini

L’indicazione emersa durante l’ultima direzione del Pd era chiara: ricompattare e allargare. Per farlo, il segretario Matteo Renzi, che ieri con il suo treno «Destinazione Italia» ha fatto tappa anche in Trentino, ha nominato due «messaggeri di pace»: Piero Fassino, per l’ala a sinistra del Pd, e Lorenzo Guerini, per i centristi. Così non stupisce che tra i primi a essere chiamati al tavolo delle nuove alleanze ci sia stato Lorenzo Dellai.
S. Pagliuca, "Corriere del Trentino", 16 novembre 2017

continua...


La maggioranza si spacca sullo Ius soli

Lo ius soli divide le forze politiche locali. Non solo. Ieri in consiglio regionale si è consumato uno scontro anche all'interno della maggioranza, con l'Svp che ha votato contro una proposta del Pd e dei Verdi.
"Trentino", 16 novembre 2017

continua...


Asse forte Pd-Patt per blindare ancora Tonini a Roma

Il segretario del Pd Matteo Renzi nella sua visita in regione ha confermato la natura del centrosinistra autonomista, a tre punte (con Upt e Patt), ma non ha aggiunto nulla sulle poltrone, ovvero sui collegi, per un semplice fatto: i nomi e gli incastri sono lungi dall'essere fatti.
G. Tessari, "Trentino", 16 novembre 2017

continua...


pg. 1 di 391