Archivio notizie pagina 14

COMUNICATO Sara Ferrari: Con l’incontro pubblico “Donne e uomini" la Giunta non fa approfondimenti e non propone confronti, cerca solo conferme ai propri pregiudizi

Sara Ferrari, per conto del Gruppo consilare provinciale del Partito Democratico, interviene sul convegno promosso dagli assessori Segnana e Bisesti: "Con l’incontro pubblico “Donne e uomini" la Giunta non fa approfondimenti e non propone confronti, cerca solo conferme ai propri pregiudizi."
Trento, 11 marzo 2019

continua...


Contro questi estremismi

Come una sorta di araba fenice, ciclicamente ritornano le segnalazioni circa i rischi connessi alla presenza attiva, anche sul territorio regionale, di gruppi estremistici di matrice nazifascista da un lato ed anarco-insurrezionalista dall’altro, come evidenzia il rapporto annuale che i Servizi di Sicurezza redigono per il Parlamento.
Luca Zeni, "Trentino", 10 marzo 2019

continua...


Pd, fai qualcosa di sinistra

Con il voto di domenica 3 marzo scorso si è aperta una nuova fase politica in Trentino e dentro il Partito Democratico, una fase che non può essere sprecata, ancora una volta, nei distinguo delle varie correnti, nei veti contrapposti e nel ripetersi della politica del no a qualunque costo. Gli esiti di simili scellerate opzioni li abbiamo già pagati a sufficienza.
Bruno Dorigatti, "Trentino", 9 marzo 2019
Leggi l'articolo in pdf!

continua...


Profughi, via dalle valli trentine

La via trentina all'«accoglienza diffusa» dei migranti è finita. Tanta fatica dell'ex assessore provinciale (talvolta invano) per convincere i sindaci a mettere a disposizione appartamenti e strutture pubbliche inutilizzate, ma alla fine i profughi torneranno nei centri principali della provincia, Trento e Rovereto alla scadenza dei contratti d'affitto.
A. Selva, "Corriere del Trentino", 9 marzo 2019

continua...


Sostegno psicologico ripristinato. Piazza Dante non poteva toglierlo

Sull’annunciata chiusura del servizio di consulenza psicologica per richiedenti asilo, Maurizio Fugatti fa marcia indietro, costretto a rivedere la sua decisione dopo che l’Azienda sanitaria ha dichiarato ufficialmente di non riuscire a sostituirsi al lavoro delle realtà del privato sociale che dell’assistenza psicologica ai profughi si sono sempre occupate. Una determinazione del dirigente del Dipartimento Salute e Politiche sociali Michele Bardino, firmata il primo marzo, affida nuovamente al Centro Astalli il servizio.
D. Baldo, "Corriere del Trentino", 11 marzo 2019

continua...


Lavarone, stop al trasferimento per 7 delle 24 donne nigeriane. Accoglienza, ieri vertice tra Provincia, Chiesa e Astalli: «Porte aperte»

 «La porta è aperta e si può ragionare». L’atteso incontro di ieri tra i rappresentanti della Provincia, dell’Arcidiocesi e del Centro Astalli apre nuove prospettive per la gestione dei migranti in Trentino.
"Corriere del Trentino", 9 marzo 2019

continua...


Giorgio Tonini: “No, Presidente e Assessore, una svastica non è una svista”

"Rendo omaggio a questa eroica terra del Belgio, modello di resistenza morale contro tutte le forme di violenza.” E ancora: “In questo periodo di tenebre, noi che vivevamo in esilio nella nostra patria, volgevamo spesso il nostro sguardo verso l'esempio luminoso del Belgio”. Sono parole di Alcide Degasperi, pronunciate a Bruxelles il 20 novembre del 1948, contenute in uno dei più impegnativi discorsi del grande statista trentino: la prolusione alla conferenza dei cattolici belgi, dedicata al tema delle “Basi morali della democrazia”.

continua...



COMUNICATO STAMPA PD e Gruppo PD - Chi sfoggia una svastica è incompatibile con gli incarichi che l’amministrazione può conferire

Un tatuaggio può essere considerato un “fatto personale”. Ma anche per questo, e in questo caso proprio per questo, quello che sfoggia sorridente la nuova capa di gabinetto dell’assessorato agli Enti locali della Provincia risulta semplicemente inaccettabile e rappresenta uno sfregio grave e pesante alle istituzioni democratiche.
Trento, 6 marzo 2019

continua...


«Un risultato di squadra, ora unità. Pronti a riaprire il dialogo con il Patt»

Parla al plurale perché, sottolinea, «la mia vittoria è la vittoria di una intera squadra». E a poche ore dalla proclamazione dei risultati delle primarie, la neo segretaria del Partito democratico Lucia Maestri traccia già le linee sulle quali i dem dovranno muoversi. Con un occhio puntato al primo vero obiettivo: le elezioni di maggio. Europee ma soprattutto suppletive.
M. Giovannini, "Corriere del Trentino", 5 marzo 2019

continua...


Lucia Maestri alla guida del Pd: ''Siamo l'unico partito davvero democratico, ora lavorare uniti''. Dal Ri: ''Grande partecipazione, questa è la vittoria''

TRENTO. "Il Pd c'èun baluardo della democrazia. Siamo contenti per la partecipazione al voto. L'unico partito davvero democratico è il nostro: se penso alla piattaforma Rousseau con 50 mila voti in tutta Italia (Qui articolo) contro iquasi due milioni per le nostre primarie", queste le parole di Lucia Maestri che si appresta a prendere le redini del Pd nel ruolo di segretaria.
"Il Dolomiti", 4 marzo 2019

continua...


#primarieprovinciali - «Serve ricucire con il Patt per fermare le destre»

Classe 1988, Alessandro Dal Ri è la vera novità della corsa alla segreteria provinciale del Pd. Informatico di Villazzano cresciuto nelle fila dei consigli circoscrizionali, arriva alla sfida del 3 marzo contro la veterana della politica Lucia Maestri con la consapevolezza che il suo nome è un elemento di discontinuità con il passato del partito. Un Pd che esce con le ossa rotte dall’ultima stagione politica.
C. Marsilli, "Corriere del Trentino", 1 marzo 2019

continua...


#primarieprovinciali - «Rilanciare i nostri valori per salvare l’autonomia»

Ripartire dopo la batosta elettorale «ricostruendo un tessuto comunitario e coeso». E rilanciando quella «piattaforma di valori ora allentati» da sempre cuore della comunità trentina. A due giorni dal congresso del partito, Lucia Maestri disegna il volto di un Pd trentino che «parte dalla comunità» e che, con la comunità, cammina.
M. Giovannini, "Corriere del Trentino", 1 marzo 2019

continua...


#primarieprovinciali COMUNICATO STAMPA - Arianna Paoli ritira la sua candidatura

In relazione all’accoglimento del ricorso della candidata alla Segreteria provinciale Arianna Paolida parte della commissione di garanzia nazionale, che ha ravvisato un contrasto tra il regolamento congressuale provinciale e il regolamento quadro nazionale, Arianna Paoli, con un atto di responsabilità, anche in considerazione dell’imminenza della scadenza elettorale, ha ritirato la sua candidatura.
I due candidati Alessandro Dal Ri e Lucia Maestri, nell’esprimere la loro gratitudine per il gesto di Arianna Paoli, si impegnano a valorizzare le istanze della sua mozione nello spirito unitario del partito.

continua...



pg. 14 di 447