Archivio notizie pagina 9

«Le mie competenze per aiutare l’Europa. La solidarietà va difesa»

«È giusto che i cittadini che hanno competenze si impegnino». Così Roberto Battiston ha deciso di candidarsi per il Pd alle europee. Il ricercatore vuole portare a Bruxelles «l’esperienza di 30 anni di ricerca a livello internazionale». Senza dimenticare la solidarietà: «Dobbiamo difendere — dice — la cooperazione internazionale dagli attacchi della Lega».
D. Baldo, "Corriere del Trentino", 14 maggio 2019

continua...


LEVICO - Latino (Pd): «Ripartiamo dai cittadini per progettare il futuro»

Sessantasei anni, il candidato sindaco Crescenzo (Enzo) Latino, è felicemente sposato con Rosa Calisti, candidata nella lista che lo sostiene. Ha tre figli, di cui due già laureati, in Filosofia e in Economia, e l'ultimo, studente al liceo classico "Prati" di Trento, ed è «orgoglioso nonno di un fantastico nipote di nove mesi». Originario di Maddaloni, dal '79 si trasferisce in Trentino dove, dopo 25 anni a Trento, negli ultimi 15 risiede a Levico Terme.
F. Zadra, "Trentino", 22 maggio 2019

continua...


Piano di sviluppo, Pd e Patt rilanciano: «Per affrontare i temi non bastano slogan». Sicurezza in cima alle priorità. Servono ricadute sul territorio. Più equilibrio pubblico-privato

 L’occhio cade sulle parole chiave poste alla base del documento: sicurezza, rapporto pubblico-privato, ma anche equilibrio tra città e periferie. E la reazione mostra una visione necessariamente diversa. Di metodo prima ancora che di merito. «Non si può mettere la sicurezza al primo posto tra le priorità» allarga le braccia il capogruppo pd Giorgio Tonini. «I problemi non si risolvono con quattro slogan, vedremo quale sarà l’approccio concreto» aggiunge il capogruppo del Patt, ed ex governatore, Ugo Rossi.
M. Giovannini, "Corriere del Trentino", 22 maggio 2019

continua...


La famiglia "dimenticata"

I problemi della denatalità e dell'emorragia di italiani che lasciano il nostro paese sono al cuore del mio programma come candidato per il PD alle elezioni europee: per questo l'articolo sul rapporto «Crescere in Trentino» mi colpisce.
Roberto Battiston, 22 maggio 2019

continua...


Ma come fanno i 'moderati' a votare per i leghisti? Tanto più dopo Milano (e Vienna)

In Trentino, con una scheda votano per l’Europa, con l’altra contro. Sfidando le regole più elementari della coerenza e perfino della logica, i (sedicenti?) “europeisti” di Forza Italia e delle altre formazioni cosiddette moderate del centrodestra sono impegnati, insieme alla Svp, a sostenere in Europa il Ppe, ma solo con la scheda per il parlamento europeo.
Giorgio Tonini, 21 maggio 2019

continua...


#Valdastico, le bugie di Fugatti si moltiplicano

Fugatti è sceso a Ronzo e rilancia la Valdastico con uscita in Vallagarina. A sostegno della sua fissazione cita l'accordo sottoscritto dalla Provincia con governo e Regione Veneto, che a suo dire vincolerebbe il Trentino al completamento della autostrada.
Alessio Manica, "Trentino", 20 maggio 2019

continua...


«Il voto a Trento mandi un segnale a questo governo»

 Lei si tratteggia così: «Grande lettrice di gialli, in un'altra vita avrei voluto fare la regista». L'aspirante film maker è Giulia Merlo, ora protagonista principale (più che regista) della campagna elettorale per un posto da parlamentare a Roma alle suppletive, in rappresentanza del centrosinistra. Trentina, classe 1988, laureata in giurisprudenza a Roma, giornalista a il Dubbio, da sempre nel Pd, Merlo è in campo per provare a riconquistare il collegio del capoluogo.
G. Tessari, "Trentino", 20 maggio 2019

continua...


Ddl semplificazione, bene il passo indietro della Giunta sulle seconde case, come avevamo chiesto

Apprendiamo con soddisfazione dall'Assessore Tonina che la Giunta ha deciso di stralciare dal disegno di legge in materia di semplificazione la norma sulle seconde case, che di fatto eliminava i vincoli imposti dalla cosiddetta "legge Gilmozzi" e ridava la possibilità di costruire e vendere immobili come seconde case.
Alessio Manica, 17 maggio 2019

continua...


La 'semplificazione' in salsa leghista: deroghe per premiare i furbi e scorciatoie al ribasso. Ma il blitz sulle seconde case è stato sventato

La Giunta provinciale ha scelto di affrontare il tema della semplificazione burocratica nel modo sbagliato. Con una proposta di legge nella quale c’è un po’ di tutto, un insieme scomposto di modifiche e qualche “contentino” qua e là. Semplificare non vuol dire derogare ed introdurre una serie di eccezioni alla regola. Facendo così si premiano i furbi, mentre una buona Amministrazione valorizza il merito. 
Alessandro Olivi, 16 maggio 2019

continua...


Più ricerca significa più futuro: un patto fra scienza e politica

Eravamo il paese di Leonardo, Galileo,  Fermi, Carlo Rubbia e Rita Levi Montalcini,  e siamo diventati il paese dei “questo lo dice lei!”, delle fake news, in cui qualunque sciocchezza è in grado di influenzare le scelte politiche.
Roberto Battiston, "Democratica", 17 maggio 2019

continua...


#Europee2019 - Con chi stanno i popolari?

Vorrei rassicurare la senatrice Conzatti: non sono mai stato fidanzato con la Svp. Mi sono fidanzato una volta sola, con mia moglie, quarant'anni fa. Con la Svp (e con il Patt) noi del Pd siamo solo amici, grandi amici. Siamo stati, a lungo, alleati: a Bolzano, a Trento, in Regione, a Roma e anche a Bruxelles. Con risultati straordinariamente positivi per la nostra autonomia speciale.
Giorgio Tonini, 16 maggio 2019

continua...


Luca Zeni: «Quali sono, al di là dei proclami, le linee di politica turistica della Giunta provinciale?»

Abbondantemente oltrepassata la tradizionale soglia dei “primi cento giorni”, durante i quali ogni nuova Amministrazione pubblica si orienta e si ambienta nei nuovi ruoli assunti, sembra giunto il momento della verifica di alcuni proclami proposti dall’attuale maggioranza in campagna elettorale.
Trento, 15 maggio 2019

continua...


Migranti e capoluogo nella sfida per Roma

Giulia Merlo (Pd, sostenuta da una coalizione di centrosinistra), Martina Loss (Lega, sostenuta da una coalizione di centrodestra) e Lorenzo Leoni (Movimento 5 stelle) si sfidano sul collegio di Trento per un posto che vale l’ingresso alla Camera dei deputati. Il seggio è quello lasciato libero dalla leghista Giulia Zanotelli, poi eletta in Provincia e nominata assessora nella giunta Fugatti. Qui si sfidano su immigrazione, Autonomia speciale e futuro del capoluogo.
D. Baldo, "Corriere del Trentino", 14 maggio 2019

continua...


La regia improvvisata di Fugatti

A margine del confronto fra la Giunta provinciale e sindacati, il governo dell'autonomia appare sempre più avvolto nell'equivoco che il mandato coincida con il progetto di governo, sul quale si misurano le capacità della politica di interpretare il presente per orientare il futuro.
Luca Zeni, "Trentino", 13 maggio 2019

continua...


«Ora l'Europa va difesa dai sovranisti (italiani)»

Carlo Calenda è stato ieri a Trento (e a Rovereto) per raccontare la sua idea di Europa. L'ex ministro dello Sviluppo economico, animatore di «Siamo europei», è il capolista del Pd nel nordest per le elezioni europee del 26 maggio. In questo colloquio Calenda affronta i temi principali.§
F. Gonzato, "Trentino", 12 maggio 2019

continua...


pg. 9 di 447