Europa pagina 10

«Il Brennero non sarà un’altra Idomeni»

La tratta Innsbruck-Trento da qualche mese non è più la stessa. Addio passaggio rapido della frontiera, addio trasporto di merci senza dogane. Al segnale del capotreno salgono in vettura decine di poliziotti in cerca di immigrati irregolari. I rapporti e la solidarietà vacillano, insieme a quella giovane istituzione, l’Euregio, che negli ultimi anni ha sempre più unito l’Austria all’Alto Adige e al Trentino.
F. Dossi, E. Carraro, "Trentino", 17 maggio 2016

continua...


«Il terrore islamico si combatte solo con la democrazia»

A palazzo Trentini, ieri, l’avvocato Abdel Fattah Nourou, che ricopre la carica di vice presidente anche all’interno del partito di maggioranza relativa del Paese nordafricano, la compagine conservatrice Nahdha (parola che significa “rinascimento”, “rinascita”) è stato ricevuto anche dadal presidente Bruno Dorigatti, a cui ha stretto la mano e che l’ha intrattenuto cordialmente in un dialogo centrato sulle maggiori preoccupazioni comuni di Tunisia e Italia.
P. Piffer, "Trentino", 17 maggio 2016

continua...


«Rinuncia al muro, ha vinto l'Europa»

È corale la soddisfazione per la decisione annunciata dall'Austria di sospendere la costruzione della barriera al confine del Brennero dopo l'incontro l'altro giorno tra il ministro degli Interni italiano, Angelino Alfano, e il suo omologo austriaco,Wolfgang Sobotka. Il senatore trentino del Pd, Giorgio Tonini, commenta: «L'Austria rinuncia al muro al Brennero. È la vittoria della buona politica e dell'Europa unita».
"L'Adige", 15 maggio 2016

continua...


Il Brennero dei paradossi

L' ipotesi della costruzione di una barriera al Brennero sta assumendo sempre più i caratteri di una rappresentazione paradossale. L'insieme di drammatici paradossi contemporanei che speriamo possa venire scongiurata.
Elisa Filippi, "L'Adige", 10 maggio 2016

continua...


Ma l'Europa oggi compie gli anni

Con quella puntualità che è sola della storia, la giornata del 9 maggio celebra la “Festa dell’Europa”. In realtà si tratta dell’anniversario della «Dichiarazione Schuman», con la quale l’allora ministro degli Esteri francese proponeva la costituzione della C.E.C.A (Comunità Economica del Carbone e dell’Acciaio), prima Istituzione sovranazionale europea e dalla quale prese poi avvio la costruzione dei successivi processi di integrazione europea.
Bruno Dorigatti, "Trentino", 9 maggio 2016

continua...


Renzi: «L’Austria gioca con la paura»

Così il presidente del consiglio Matteo Renzi ha risposto ad un’interrogazione in Parlamento dell’ex presidente della Provincia di Trento, Lorenzo Dellai, oggi deputato di Democrazia solidale-centro democratico, in merito alla decisione dell’Austria di ripristinare i controlli al valico del Brennero.
I. Graziosi, "Corriere del Trentino", 5 maggio 2016

continua...


Civico a Bruxelles: un appello su Brennero e corridoi umanitari

Il consigliere provinciale del Pd, Mattia Civico, ieri era a Bruxelles dove ha incontrato alcuni parlamentari europei per esprimere la preoccupazione sulla ripresa imminente dei controlli al confine con il Brennero e per condividere alcune iniziative legate all'accoglienza dei profughi in Europa, sulla base dell'esperienza trentina dei corridoi umanitari.
"L'Adige", 5 maggio 2016

continua...


La denuncia. Olivi: gesto forte contro l'Austria

«Serve un'azione concertata, tra la politica e le categorie economiche e sociali, e io propongo un gesto simbolico che potrebbe concretizzarsi in una denuncia alle autorità garanti della libera circolazione di persone e merci, per violazione delle norme comunitarie da parte dell'Austria». Alessandro Olivi, vicepresidente e assessore provinciale alle politiche economiche, ritiene che la Provincia non possa stare a guardare mentre l'Austria alza il muro al Brennero e - nel suo piccolo - debba fare sentire forte il suo «no».
L. Patruno, "L'Adige", 29 aprile 2016

continua...