Alto Garda pagina 7

#RIVA - Malvinni: «Per il dopo Zanoni in lizza persone in gamba»

Che ne sarà del circolo del Pd nel dopo-Alessio Zanoni, visto che pare proprio che il dopo-Alessio Zanoni si avvicini, ora che la Commissione nazionale di garanzia dei democratici ha stabilito definitivamente che il segretario non poteva (e quindi non potrebbe) esercitare contemporaneamente il ruolo di guida della sezione e di assessore? Sul tema riflette Paolo Malvinni, membro del direttivo nonché sfidante di Zanoni 17 mesi fa per la carica di segretario.
M. Cassol, "Trentino", 21 maggio 2015

continua...



#RivadelGarda - Il più votato ALESSIO ZANONI: «I 475 voti? Lavoro, passione e coerenza»

«Come si fa a raccogliere 475 preferenze e diventare il consigliere più votato nella storia di Riva? A dire il vero non so. Mi verrebbe da dire lavorando quotidianamente al servizio dei cittadini, con passione e serietà, e rimanendo sempre sé stessi. E' la politica dei piccoli passi ma continui, l'opposto di quella delle bottiglie di vino». Alessio Zanoni, classe 1967, di professione bancario, assessore uscente e segretario del Pd, domenica ha fatto incetta di voti mettendo a segno la migliore prestazione di sempre di un candidato consigliere comunale in una tornata elettorale in Busa.
G. Marcolini, "Trentino", 14 maggio 2015

continua...


Mosaner cala il bis: vittoria netta, avversari lontani

Adalberto Mosaner sarà il sindaco di Riva del Garda anche per i prossimi cinque anni. Gli elettori rivani gli hanno confermato la fiducia con numeri che non lasciano spazio ad interpretazioni, anche se non si può non sottolineare un significativo calo dell'affluenza, che per la prima volta nella storia della città è scesa sotto il 60% (il 57,7 per la precisione) per il voto alle comunali: cinque anni fa era al 65%. Che Mosaner fosse “condannato” a vincere era pacifico, le proporzioni dell'affermazione non erano facili da stabilire: ha sfiorato il 65%, quasi 10 punti in più rispetto al 2010.
G. Marcolini, "Trentino", 11 maggio 2015

continua...


Sabato 11 aprile il Viceministro ENRICO MORANDO IN TRENTINO

Nella giornata di sabato 11 aprile il Viceministro dell’Economia e della Finanza ENRICO MORANDO sarà in Trentino, per discutere delle novità normative recentemente introdotte in più settori, come quello bancario, per incontrare le realtà economiche, produttive e del credito cooperativo del Trentino e per il suo personale ‘in bocca al lupo’ a tutte le candidate e i candidati del Partito Democratico del Trentino impegnati nella campagna elettorale per le elezioni comunali. Tre gli appuntamenti principali a RIVA DEL GARDA, TRENTO e CLES.

continua...


#DRO - Il Pd prudente, Santoni resta disponibile

 Nessun "Risiko" politico (tra schemi e logiche localiste), ma la completa fedeltà alla coalizione di centro-sinistra autonomista: miglior scelta possibile per dare un solido progetto politico ed amministrativo al comune di Dro. Questa l'indicazione uscita venerdì sera dall'assemblea del Circolo comune del Pd, che ha richiamato al centro culturale di Dro oltre cento persone tra tesserati e simpatizzanti. 
"L'Adige",2 marzo 2015

continua...


Caso Zanoni, la riposta dei garanti

La tempesta era uno starnuto. La Commissione dei Garanti del Pd ha decretato che Alessio Zanoni, assessore comunale ai lavori pubblici del Comune di Riva e segretario del Partito democratico di Riva, può continuare con il doppio incarico, politico e amministrativo. Non c’è quindi incompatibilità.
"Trentino", 6 febbraio 2015

continua...


RIVA DEL GARDA - «Siamo uniti e pronti per altri cinque anni»

L'accordo formale è fatto, concluso e firmato. Quello sostanziale, la «polpa» vera (materia di discussione e confronto assolutamente privatissima tra il candidato sindaco Adalberto Mosaner e il segretario provinciale autonomista Franco Panizza), lo si scoprirà strada fecendo, dopo l'11 maggio. Congelate le fibrillazioni interne al Patt e congedati i dissidenti e le voci fuori dal coro, il centrosinistra autonomista apre ufficialmente la campagna elettorale e presenta il suo candidato sindaco, che poi altri non è che il sindaco uscente Adalberto Mosaner. 
P. Liserre, "L'Adige", 5 febbraio 2015

continua...