Occupazione, Olivi lancia la sfida «Dobbiamo chiarire i fabbisogni»

«Fare incontrare la domanda e l’offerta di lavoro è oggi la vera sfida». Fissato l’obiettivo bisogna dotarsi di strumenti per centrarlo. Il primo che la Provincia ha sviluppato è il nuovo portale di Agenzia del Lavoro, presentato ufficialmente ieri ma già attivo dall’1 luglio e con ottime prestazioni: 110.655 accessi effettuati da 34.499 personal computer nel solo mese di settembre, il doppio di quanto fatto registrare a inizio estate.
A. Rossi Tonon, "Corriere del Trentino", 18 ottobre 2017

 

A chiarire la ragione che ha spinto Piazza Dante a rielaborare lo strumento è stato il vicepresidente Alessandro Olivi: semplificare l’incontro fra chi cerca un dipendente e chi cerca un lavoro. «E riguarda tutti: amministrazioni pubbliche, imprese, agenzie del lavoro, alta formazione» ha aggiunto l’assessore provinciale, soffermandosi poi sul ruolo dell’università: «Deve essere una struttura fondamentale in questa ricerca». Da qui deriva un appunto sul piano strategico appena approvato dall’ateneo: «Si concentra su 35 aree tematiche. Forse potrebbero ridursi a 20» commenta il vicepresidente, ribadendo «l’importanza di avere dentro il cammino chi i giovani li prepara».

Il portale è facilmente accessibile sia da parte di chi si muove in rete con una certa agilità sia di chi, avendo meno dimestichezza, preferisce avere tutte le informazioni in una veste più ordinaria e simile a quella cartacea. Da una parte è quindi possibile inviare direttamente la propria candidatura con un semplice click, dall’altra è possibile generare un pdf delle offerte di lavoro che può essere stampato o salvato sul proprio pc. Nel portale è stata infatti inserita la bacheca delle opportunità di lavoro nella sua forma originale, ma con filtri più ampi per permettere una ricerca mirata ed efficace.

Dal portale è possibile consultare la sezione dedicata ai concorsi, le selezioni e visionare la borsa delle professioni, sezione che rappresenta un’importante novità, in quanto permette al cittadino di raccogliere informazioni sulle caratteristiche e competenze delle professioni d’interesse e sull’andamento nei rapporti di lavoro attivati e cessati in Provincia di Trento. Effettuando la registrazione, inoltre, si ha accesso a un’ulteriore serie di servizi mirati nonché a un’area di lavoro riservata.

«Tutela e competitività sono le due parole d’ordine, quando parliamo di lavoro e il web può essere una leva su entrambe» ha spiegato il presidente dell’Agenzia del lavoro Riccardo Salomone, aggiungendo che «il nuovo portale è uno strumento di facile utilizzo, che presenta diversi livelli di raffinatezza e consente pertanto di raggiungere obiettivi via via sempre più sofisticati». Ma il portale si sta già evolvendo: Salomone ha infatti annunciato che «a brevissimo sarà disponibile anche una app».

Nel corso della presentazione del nuovo portale, Olivi, Salomone e la dirigente generale dell’agenzia Antonella Chiusole hanno ricordato gli altri servizi messi già a disposizione dall’ente per far incontrare domanda e offerta, tra cui ad esempio tirocini e career days. Salomone ha infine annunciato che «insieme a Ispat stiamo lavorando a un progetto per definire i fabbisogni del territorio».


il tuo nick name*
la tua email (non verrà pubblicata)*