Ribelliamoci all'orrore

Reyhaneh Jabbari uccisa due volte
Talvolta ci sono silenzi assordanti che inquietano più delle parole, e così è stato in morte di una donna sola che, con il suo coraggio, ha sfidato l'umanità sconfitta. E' lenta, ma non troppo, l'assuefazione all'orrore che sta cambiando il profilo della modernità, perché nell'assuefazione ci sta anche l'autoassoluzione collettiva per aver girato quasi sempre lo sguardo dall'altra aprte.
Bruno Dorigatti, "Corriere del Trentino", 28 ottobre 2014
Leggi l'articolo in pdf! 


il tuo nick name*
la tua email (non verrà pubblicata)*