Valle di Ledro: un esempio per tutto il Trentino

Il Partito Democratico del Trentino esprime la propria soddisfazione per il risultato del referendum che domenica scorsa ha sancito la nascita del nuovo Comune di Ledro, voluto a larga maggioranza dagli abitanti dei sei municipi interessati, che hanno messo da parte ogni forma di campanilismo per dare vita ad un progetto unitario, molto importante per il loro futuro.
Trento, 2 dicembre 2008

Il PD è consapevole che i comuni trentini non rappresentano solo delle entità geografiche o territoriali, ma che esprimono una precisa identità storica, sociale e culturale che non può essere soppressa con legge. E’, tuttavia, innegabile, che la crisi della finanza pubblica e il rapido evolversi della domanda di nuovi e di migliori servizi pubblici hanno evidenziato l’inadeguatezza strutturale dei comuni più piccoli, sottodimensionati rispetto alle funzioni, sempre crescenti, a cui devono assolvere. Per queste ragioni diventa importante unificare forze e risorse in modo da garantire ai cittadini una gestione dei servizi più efficiente, efficace e maggiormente economica. Si tratta, però, di una scelta che occorre incentivare, ma che non può in nessun caso essere imposta. Al contrario, le unioni fra comuni o le fusioni devono nascere da un processo di progressiva identificazione dei cittadini in una comunità più ampia ed essere sancite dalla volontà popolare, come è avvenuto in Valle di Ledro.

Il PD esprime inoltre grande soddisfazione per la notevole partecipazione popolare al referendum che rappresenta una straordinaria espressione di democrazia e ritiene che la strada imboccata dai sei comuni della Valle di Ledro possa essere da stimolo e da esempio anche per altre comunità locali. Il PD intende lavorare nei prossimi anni per favorire una gestione più partecipata della nostra Autonomia, nella consapevolezza che solamente se sapremo innovare forme e contenuti dell’azione politica potremo continuare nel nostro percorso di crescita. Dobbiamo puntare al coinvolgimento attivo dei cittadini nelle decisioni strategiche che riguardano il Trentino. Dobbiamo far crescere la qualità democratica del sistema provinciale in ogni sua articolazione e livello. La partecipazione attiva dei cittadini alle scelte politiche che riguardano la comunità deve essere vista con favore, perché rappresenta il terreno su cui coltivare corresponsabilità e senso di appartenenza.

 

                                                                  

                                                     Partito Democratico del Trentino


inviato da lucky il 08 December 2008 20:56
e allora,avanti con le comunità di valle per dare servizi migliori ai piccoli comuni senza indebolire la loro autonomia decisionale. Ve lo immaginate ununico cantiere comunale che unisca e coordini i cantieri dei piccoli comuni dell\\\'alta valsugana?
il tuo nick name*
la tua email (non verrà pubblicata)*