Terapia anticrisi: le proposte del Pd del Trentino per i lavoratori, i pensionati e le famiglie trentine

Estendere gli armonizzatori sociali per i contratti a termine, un reddito minimo garantito contro l’esclusione sociale, incrementare i benefici legati all’Icef. Sono queste le tre proposte avanzate oggi da Alberto Pacher, segretario del PD del Trentino per affrontare la crisi finanziaria.
Trento, 6 novembre 2008


La crisi rischia di essere molto pesante per le lavoratrici e i lavoratori, dipendenti e autonomi, per i pensionati, per le famiglie, per il nostro tessuto di piccole e medie imprese.L'attuale Giunta Provinciale, giustamente, ha già predisposto un primo pacchetto di misure per affrontare la fase dell'emergenza e per uscire dalla congiuntura con un sistema economico ancora più forte e più competitivo, ma è evidente, ha sottolineato Pacher che occorre fare di più.


Leggi il documento integrale!


il tuo nick name*
la tua email (non verrà pubblicata)*