Niente bollo per chi viaggia a gas

È proseguito ieri in consiglio provinciale il voto degli articoli della legge finanziaria. Una delle novità più interessanti rispetto al testo entrato in aula è l'approvazione dell'emendamento presentato da Mattia Civico (Pd).
L. Patruno, "L'Adige", 17 dicembre 2010

Questo prevede l'esenzione dal pagamento della tassa provinciale automobilistica per il triennio 2011.2013 dei veicoli con sistemi di alimentazione mista metano-benzina, gpl-benzina, elettrico-benzina, immatricolati nuovi dopo l'entrata in vigore della legge finanziaria.
«Attualmente - ha ricordato Civico in provincia di Trento sono 14.000 circa gli autoveicoli ibridi ad alimentazione mista metano-benzina, gas-benzina, elettrico-benzina, 1000 circa complessivamente quelli ad alimentazione esclusivamente a gas (metano o gpl) e circa 50 quelli elettrici». Le agevolazioni sul bollo potrebbero così incoraggiare l'acquisto di veicoli con carburanti che inquinano meno Tra gli articoli approvati ieri vi è anche quello fortemente voluto dall'ex assessore alla cultura, Margherita Cogo (Pd) che stabilisce l'assunzione di circa 45 lavoratori precari dei musei trentini (Mart, Museo di scienze naturali e Castello del Buonconsiglio), che avevano superato un concorso tre anni fa per un posto a tempo determinato con l'impegno della giunta di allora, attraverso un protocollo con i sindacati, di stabilizzare il rapporto. Un impegno al quale questa Finanziaria mantiene fede anche se il presidente della Provincia, Lorenzo Dellai, ha già avvertito dell'alto rischio che la norma venga impugnata dal Governo, visto che le leggi nazionali vietano le assunzioni negli enti pubblici ope legis . Il presidente del consiglio provinciale, Giovanni Kessler (Pd), si è distinto in alcune votazioni rispetto al resto della maggioranza. Ha votato a favore infatti di un emendamento - bocciato - di Rodolfo Borga (Pdl) che voleva ridurre da due a uno il numero massimo di difensori di dipendenti pubblici e amministratori per i quali la Provincia rimborsa le spese legali in caso di assoluzione. Unico consigliere di maggioranza, Kessler si è votato anche il suo emendamento che mirava a evitare il passaggio al bilancio della Cassa antincendi delle spese per il sistema radio della protezione civile. Sono stati approvati 41 articoli su 79, visto che la Lega ha ritirato gli emendamenti ostruzionistici. Oggi il consiglio provinciale lavorerà ad oltranza per arrivare all'approvazione definitiva nella serata.


il tuo nick name*
la tua email (non verrà pubblicata)*