MATTARELLO - Il Pd tra "Smarrimenti" e futuro

«Smarrimenti» è il titolo di un ciclo di sei serate promosse dal circolo del Pd di Mattarello accomunate dal tema della mancanza di punti di riferimento, di sicurezze, di prospettive declinate in alcuni ambiti specifici quali informazione, politica, religione, economia, costume, giovani. Si comincia venerdì prossimo.
M. Bridi, "L'Adige", 14 dicembre 2010

Spiega il coordinatore Thomas Deavi: «Quanto fatichiamo, oggi, a ritrovare il senso delle cose, progetti possibili, a non sentirci smarriti in questo tempo esasperato dall'immagine e da falsi miti! Eppure la strada non può essere che quella delle scelte, della ragione, del coraggio, della volontà». E - aggiungiamo - del confronto. per questo l'idea di unma serie di incontri per ritrovare la «prospettiva».
Si parte venerdì in aula consiliare del Centro civico (ore 20.30) con un argomento «caldo»: l'informazione, ovvero un giornalismo asservito al potere o al gossip nel nome delle vendite, un'informazione superficiale e «drogata» ma anche ascolti in aumento per il tg serio e per le trasmissioni di approfondimento. L'aria sta cambiando? E che spazio ha il singolo giornalista per cambiare? Intervengono Paolo Ghezzi, inviato speciale de «l'Adige», e Alberto Faustini, condirettore del «Trentino».
Lunedì 17 gennaio 2011 si parlerà invece di «Smarrimenti» in politica: crollo di credibilità, disconoscimento delle regole e del confronto democratico ma anche la rinascita di movimenti spontanei di piazza e in rete. Come recuperare il rapporto con i cittadini? Ne parleranno due esponenti del Pd, il parlamentare Giorgio Tonini e la consigliera provinciale Sara Ferrari.
Degli «Smarrimenti» nella chiesa cattolica (pedofilia fra coperture ed omertà ma anche calo delle vocazioni e di fedeli) si parlerà venerdì 28 gennaio con la conversazione con Paolo Renner, teologo e scrittore.
Poi la serata dedicata all'economia: crollato il modello marxista, imploso nell'attuale crisi economico-finanziaria il capitalismo senza regole, lo sviluppo sostenibile è solo utopia? A chi tocca trovare la strada di un maggiore equilibrio? Dibattito con Gianni Lazzari (ad Habitech- Distretto Tecnologico Trentino) e Franco Janeselli, sindacalista della Cgil(venerdì 25 marzo 2011).
Il 15 aprile toccherà agli «Smarrimenti» nel costume. Bombardamento mediatico di modelli surreali di vita, dalla moda all'incultura, dalle relazioni usa e getta alla voglia di progetto annullata dal «tutto e subito»: cambiare rotta si può? A chi tocca il timone? Conversazione con Marcello Farina, teologo e scrittore. Da ultimo «Smarrimenti» e giovani: nebbia fitta sul futuro, tra scuola avvilita e precarietà nel lavoro. Come trovare la fiducia e la capacità di coniugare speranza e volontà di cambiare? Venerdì 6 maggio interverrà Andrea Miorandi, sindaco di Rovereto.


il tuo nick name*
la tua email (non verrà pubblicata)*